Home » News, Regate, Sport » La Coppa Italia d’altura festeggia i 30 anni

La Coppa Italia d’altura festeggia i 30 anni

La 30ma edizione della Coppa Italia d’altura si svolgerà il 19, 20 e 21 settembre, come nelle ultime edizioni nelle acque antistanti il litorale di Fiumicino-Ostia. Novità di quest’anno, il fatto che l’Unione Vela d’Altura Italiana ha affidato al Circolo Velico Fiumicino l’organizzazione dell’evento, uno dei più importanti del circuito della vela d’altura. Il CVF si avvarrà, per la migliore riuscita di questa manifestazione, della collaborazione del Nautilus Marina.

La Coppa Italia riveste un ruolo importante nel panorama della vela d’altura anche perché è l’ultima prova valida per l’assegnazione del Trofeo Armatore dell’Anno, trofeo che l’UVAI assegna ogni anno a Genova in occasione del Salone Nautico.

Anche quest’anno, come già avvenuto nelle ultime edizioni, la flotta dei partecipanti sarà di alto livello tecnico, con la presenza di alcune tra le barche di punta del circuito, a partire dal detentore della Coppa, Vahinè 7 di Francesco Raponi. Tra le oltre 30 imbarcazioni che hanno già confermato la loro presenza, non poteva mancare Scugnizza, l’NM 38 dell’armatore napoletano Enzo De Blasio che non è mai mancato alle ultime edizioni.

Oltre a Scugnizza, saranno della partita anche Vag 2 di Alessandro Canova, Nautilus Xanadu di Pino Stillitano, Splendida Stella di Paolo Cavalocchi, Kalima di Franco Quadrana, Milù III di Andrea Pietrolucci e Quattro Gatti di Andrea Casini, appena rientrati dalla Palermo-Montecarlo, Pifferaio Magico, il Comet 45S di Piero Mortari più volte vincitore della Coppa, oltre alla flotta degli Half Tonner Italia e ai principali protagonisti del Campionato Invernale, organizzato sempre dal CVF e che vede la partecipazione di oltre 100 imbarcazioni. La manifestazione è aperta a tutti gli scafi d’altura di lunghezza superiore a 8 metri e mezzo, in possesso di un valido certificato di stazza ORC International, ORC Club e/o IRC.

Le regate si svolgeranno il 20 e il 21 settembre e per le barche partecipanti il Circolo organizzatore ha previsto ormeggi gratuiti dal 14 al 22 settembre. La Coppa Italia chiude un’annata particolarmente intensa per la vela d’altura a rating, che continua a navigare a gonfie vele nonostante il periodo non certo facile, grazie all’impegno e agli sforzi degli armatori italiani, nonché dei circoli organizzatori e di tutte le realtà impegnate nell’ambito delle regate.

Al 1mo classificato (somma dei punteggi ottenuti nelle due classifiche ORC e IRC) verrà assegnata la Coppa Italia (trofeo Challenger). Saranno assegnati altri premi, in funzione del numero dei partecipanti per singolo raggruppamento e per le eventuali Classi costituite.

Leggi anche:

  1. Coppa Italia vela d’altura 2013
  2. Le Vele d’Epoca a Napoli compie dieci anni e festeggia con Officine Panerai, nuovo Main Sponsor della regata
  3. IL CIRCOLO DELLA VELA SICILIA FESTEGGIA 80 ANNI CON LA COPPA AMERICA E LA PALERMO-MONTECARLO
  4. COPPA DEI MICENEI CLASSE ALTURA E TROFEO “EGIDIO BIANCHI” J24
  5. Coppa Italia Finn 2011: vince Simone Mancini

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=23739

Scritto da Redazione su set 2 2014. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab