peyrani
Home » News, Regate, Sport » BATTAGLIA ACCESA ALLA MAXI YACHT ROLEX CUP

BATTAGLIA ACCESA ALLA MAXI YACHT ROLEX CUP

Terzo giorno della Maxi Yacht Rolex Cup & Mini Maxi Rolex World Championship che si chiude con classifiche cortissime lasciando intravedere un finale entusiasmante. Le due regate a bastone disputate oggi dai Mini Maxi confermano la leadership di Alegre che si sta battendo con il resto della flotta per il titolo mondiale della classe.

L’unica novità ai vertici delle varie divisioni èJ One che si insidia al comando dei Wally, mentre restano saldi Firefly (Supermaxi), Highland Fling (Maxi), Lupa of London (Mini Maxi R/C) e Rainbow (J Class). La manifestazione, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con l’IMA (International Maxi Association) e con il title sponsor Rolex, si chiuderà sabato 6 settembre.

I due bastoni di oggi non hanno portato novità sul podio provvisorio dei Mini Maxi Racing che vede ancora Alegre dominare la flotta tallonato da Robertissima III e Ran 5. Nonostante nessuna delle tre barche abbia brillato con i venti leggeri di oggi, la possibilità di scartare il risultato peggiore tra i bastoni disputati finora ha permesso loro di mantenere la posizione in una classifica che resta cortissima ai vertici. Gli americani Caol Ila R e Shockwave si sono guadagnati la vittoria di oggi nelle due prove.

Con un vento da nordest intorno ai 10 nodi, Wally, Supermaxi, Maxi e J Class hanno affrontato un percorso costiero di circa trenta miglia che li ha visti risalire il canale tra la costa e l’arcipelago fino all’Isola di Spargi per poi tornare indietro dopo averla doppiata. Regata leggermente più breve per i Mini Maxi Racing/Cruising che non hanno raggiunto Spargi, ma hanno girato una boa a sud dell’isola.

Entusiasmante la sfida in testa ai Wally con Magic Carpet 3, Y3K e J One che continuano a rincorrersi e a superarsi l’un l’altro senza mollare la presa. Nella costiera di oggi ha avuto la meglio Magic Carpet 3, campione della divisione nella scorsa edizione, ma la classifica provvisoria premia per ora J One avanti di un solo punto sul Wallycento e su Y3K di Claus Peter Offen.

Il tattico di J One, il danese Jens Christensen, commenta la regata di oggi: “Abbiamo fatto una pessima partenza che ci ha lasciato dietro a tutti quindi abbiamo poi dovuto lottare tutto il giorno per recuperare. La battaglia è stata fantastica, soprattutto con Tango e Inti, ed è stata molto impegnativa con tanti salti di vento e cambi di vela, ma a La Maddalena siamo riusciti a passarli. Siamo molto soddisfatti, oggi è stato davvero divertente. Adesso siamo un punto avanti a Magic Carpet e Y3K e sarà molto difficile d’ora in avanti perchè una qualunque di queste tre barche potrebbe vincere.”

Invariata la situazione ai vertici dei Supermaxi. Il 35 metri Firefly, nonostante il secondo posto di oggi, rimane agguantato alla vetta della classifica anche se Inoui di Marco Vogele, con la vittoria odierna, si porta ad un solo punto di distanza. Terzo posto per l’italiano Viriella di Vittorio Moretti.

Il terzo giorno di regate della divisione Maxi è targato ancora una volta Highland Fling che, avendo ottenuto la terza vittoria nelle tre costiere disputate, consolida il suo primo posto nella classifica overall davanti a Odin di Tom Siebel e al 29 metri Bristolian.

Nessun cambiamento nemmeno tra i Mini Maxi Racing/Cruising. Il britannico Lupa of London, che oggi ha tagliato il traguardo per primo ma si è posizionato secondo con l’applicazione del tempo compensato, resta saldo al comando della flotta seguito dal russo Bronenosec e da Arobas di Gerard Logel.

Combattutissima la sfida tra i J Class che continuano a produrre una classifica cortissima che anche oggi vede Rainbow seduto sul trono, grazie alla vittoria ottenuta in tempo reale e compensato. Al secondo posto Lionheart, con il campione Bouwe Bekking alla tattica, seguito dal 41 metri Ranger.

Francesco De Angelis, tattico a bordo di Rainbow, parla della prova odierna: “E’ stata dura perchè navigando in mezzo alle isole ci sono molti buchi di vento e quindi è facile trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato e queste regate non sono mai semplici. Abbiamo guadagnato terreno sugli altri a La Maddalena e siamo poi riusciti a mantenere il vantaggio nella zona davanti a Palau dove il vento era leggero è solo la seconda regata dell’anno per questa barca con questo equipaggio ma stiamo imparando a regatare insieme.”

Domani, come da programma, gli equipaggi rimarranno a terra per una giornata di riposo in attesa di ritrovarsi sul campo di regata venerdì 5 settembre alle 11.30. Nel frattempo il nutrito programma sociale della manifestazione dà appuntamento ai soci IMA per la cena di questa sera presso la Clubhouse dello YCCS, mentre domani sera gli armatori sono attesi al Cala di Volpe per la cena loro dedicata da Rolex.
Foto: Borlenghi

Leggi anche:

  1. FISCHIO DI INIZIO PER LA MAXI YACHT ROLEX CUP
  2. GIOCHI SEMPRE APERTI ALLA MAXI YACHT ROLEX CUP
  3. BATTAGLIA IN CORSO ALLA MAXI YACHT ROLEX CUP
  4. Maxi Yacht Rolex Cup: Ran 2, YeK, Esimit Europa 2 e Nilaya in testa
  5. Maxi Yacht Rolex Cup 2011: torna in Costa Smeralda lo spettacolo dei maxi

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=23767

Scritto da Redazione su set 3 2014. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab