Home » News, Regate, Sport » VOGLIA DI CRESCERE, LA SECONDA FASE DI UN BEL PROGETTO

VOGLIA DI CRESCERE, LA SECONDA FASE DI UN BEL PROGETTO

REGGIO CALABRIA – Il Circolo Velico Compagnia dello Stretto di Reggio Calabria, con il coinvolgimento degli Istituti scolastici, dell’Associazione Marinai D’Italia (sez. Villa San Giovanni) e del velista della Marina Militare Andrea Pendibene nella veste di testimonial, ha già fatto tanta strada con l’obiettivo di contribuire al percorso formativo, di crescita e sportivo dei giovanissimi, riscoprendo ed animando il territorio dello Stretto.

Dopo le tante attività della scorsa estate, tra cui il Primo Campo Estivo in barca a vela tra le due sponde dello Stretto che ha coinvolto ragazzi, genitori e istruttori, nei giorni scorsi ha realizzato lo stage “Voglia di crescere nr. 2”, sfruttando le ideali condizioni per vivere il mare anche d’inverno e coinvolgendo nuovamente l’Ing. Pendibene.

Nell’ultimo fine settimana, sono state portate a segno molte attività, come la presentazione del progetto FiV Velascuola denominato “atuttavela” che Compagnia dello Stretto riserva agli istituti scolastici in collaborazione con la Federazione Italiana Vela ed i Marinai d’Italia (sez. di Villa San Giovanni); l’assegnazione del premio “rendersiutili”, riservato a cittadini che, in modo volontario, si rendono realmente e socialmente utili: la prima edizione è stata assegnata alla Sig.ra Maria Teresa Frisone che, con passione, tutte le mattine si occupa degli alunni della scuola media Dante Alighieri di Reggio Calabria; la consegna del “Racconto di Mare” dell’Uff. Pierino Delfino; l’inaugurazione della sezione sportiva, dedicata alla vela, del Museo dei Marinai d’Italia di Villa S. Giovanni, che sarà ampliata con cimeli di imbarcazioni vittoriose rigorosamente italiane; le uscite in mare sugli Optimist e barche collettive focalizzate sulla sicurezza, sulla manutenzione delle imbarcazioni, sul rispetto ambientale e sulla regolazione delle vele nelle diverse condizioni meteo.

Si è trattato di un grande successo, che ha permesso di rivelare aspetti sconosciuti della navigazione e che invoglierà molti studenti a continuare a praticare lo sport della vela anche d’inverno.

Andrea Pendibene, oltre a rappresentare la Marina Militare Italiana sui campi di regata nazionali ed internazionali della classe Mini 6.50 con il progetto Oceano 2015, è un testimonial perfetto per i ragazzi, che hanno indubbiamente bisogno dello sport per crescere e raggiungere importanti traguardi nella vita.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=25158

Scritto da su Nov 8 2014. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab