Home » News, Regate, Sport » DOMANI IN ACQUA PER IL TROFEO MARCELLO CAMPOBASSO

DOMANI IN ACQUA PER IL TROFEO MARCELLO CAMPOBASSO

NAPOLI – La Cerimonia dell’Alzabandiera darà il via domani, 3 gennaio 2015, alle ore 8:30, alla 22ma edizione del Trofeo Marcello Campobasso. Sono iscritti alla regata velica internazionale ad invito voluta dalla Federazione Italiana Vela, che ne affida interamente l’organizzazione al Reale Yacht Club Canottieri Savoia, 170 giovani velisti dai 10 ai 14 anni, provenienti da 10 Paesi.

Il segnale di avviso della prima prova sarà esposto domani alle ore 11:30. Il 4 e il 5, start alle 10:30. Ogni giorno, il Savoia ospiterà i partecipanti a colazione e a cena. Cerimonia di premiazione lunedì 5 gennaio alle ore 17 nei saloni del sodalizio di Santa Lucia.

Sono 34 i velisti stranieri che prenderanno parte al Trofeo Campobasso 2015. Il più lontano arriva dalla Finlandia, ha 12 anni e ha trascorso il Capodanno a Napoli insieme alla famiglia. Come lui, i giovani timonieri provenienti da Israele allenati da Eres, skipper che detiene un piccolo record: è l’unico ad aver partecipato a tutte le edizioni del Trofeo Campobasso, prima da atleta e poi da tecnico. “Sono innamorato di Napoli, la regata è la migliore occasione per tornarci ogni anno”, ha detto al presidente del Savoia Carlo Campobasso. Gli altri Paesi rappresentati sono Danimarca, Slovenia, Ungheria, Romania, Croazia, Grecia e Turchia.

Ai nastri di partenza anche 40 ragazzi napoletani. I più rappresentativi sono Antonio Persico del Savoia, che lo scorso anno centrò un bel sesto posto, e Tommaso Viola del Posillipo, capace di vincere il Trofeo Unicef destinato ai Cadetti. Un altro centinaio di atleti provengono dai circoli di tutta Italia, per un totale di circa 170 velisti.La manifestazione ha ricevuto il Patrocinio di Regione Campania, Comune di Napoli, CONI Napoli e Amova, ed è organizzata insieme all’Associazione Italiana Classe Optimist e in collaborazione con la V Zona della Federazione Italiana Vela del presidente Francesco Lo Schiavo e con Sport Velico Marina Militare.

Assegna il Trofeo Marcello Campobasso al timoniere primo classificato (categoria Juniores); il Trofeo Challenge Unicef al timoniere primo classificato tra i Cadetti (nati nel 2004); la Coppa Branko Stancic al concorrente regolarmente classificato proveniente da più lontano; la Targa Irene Campobasso alla concorrente donna prima classificata del Trofeo Campobasso; la Coppa Kinder al Circolo che avrà ottenuto il miglior punteggio sommando i migliori due piazzamenti nella classifica finale.

Nutrito il pacchetto di sponsor: Banca di Credito Cooperativo di Napoli, Villa Margherita, Metronapoli, CBL Grafiche, Parmalat, Ferrarelle e Unilever. Kinder+Sport metterà a disposizione un’imbarcazione Optimist, che sarà estratta a sorteggio tra gli iscritti alla rassegna velica. 50 Kalò porterà nei saloni del Savoia i suoi pizzaioli, offrendo una cena a tutti gli ospiti, mentre Gay Odin alla vigilia della festa dell’Epifania regalerà ai Cadetti una calza di dolci e cioccolato.

Il trofeo è intitolato a Marcello Campobasso, che è stato per lungo tempo il Presidente della Giuria d’Appello della Federazione Italiana Vela ed è considerato uno dei principali artefici della diffusione della vela tra i giovani a Napoli ed in tutta Italia. Oggi, a presiedere il RYCC Savoia, c’è il figlio Carlo, al timone dall’ottobre 2013.

Leggi anche:

  1. PRESENTATO AL SAVOIA IL 22MO TROFEO MARCELLO CAMPOBASSO
  2. TROFEO MARCELLO CAMPOBASSO: INIZIA LA 20ª EDIZIONE
  3. CONFERENZA STAMPA TROFEO MARCELLO CAMPOBASSO
  4. CIRCOLO SAVOIA: DOMANI PRESENTAZIONE TROFEO CAMPOBASSO
  5. Real Yacht Club Canottieri Savoia: presentato il Trofeo Campobasso

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=26234

Scritto da Redazione su gen 2 2015. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab