Home » News, Regate, Sport » Volvo Ocean Race: di padre in figlio, Guillermo Altadill a bordo di MAPFRE

Volvo Ocean Race: di padre in figlio, Guillermo Altadill a bordo di MAPFRE

SANYA – Guillermo ‘Willy’ Altadill, figlio di uno dei velisti oceanici più conosciuti di Spagna, avrà la fortuna di seguire le orme del padre partecipando alla Volvo Ocean Race. Il giovane Guillermo è infatti stato chiamato a far parte dell’equipaggio di MAPFRE, per la quarta tappa del giro del mondo.

Il team iberico ha anche annunciato che lo skipper Iker Martínez, non sarà a bordo per la frazione da Sanya ad Auckland, perché impegnato con la preparazione olimpica nella classe Nacra17 negli Stati Uniti. Come avvenuto anche nella terza tappa il suo ruolo sarà coperto da Xabi Fernandez, co-equipier di Martínez in molte regate e con lui vincitore anche di un oro e un argento olimpico. Martínez ritornerà per la quinta tappa, da Auckland a Itajaì in Brasile, una delle più iconiche del giro con il passaggio di Capo Horn e la navigazione nei temibili oceani meridionali.

Altadill junior, dunque avrà il suo battesimo del fuoco nella Volvo Ocean Race e all’età di 22 anni sarà il secondo più giovane velista in gara, solo il cinese Liu Xue (detto Black) che corre a bordo di Dongfeng Race Team a 21 anni può contare su un dato anagrafico più basso. Guillermo Altadill sostituirà il francese Anthony Marchand, anche lui under 30, che non potrà prendere parte alla tappa per un problema ai denti, che lo ha costretto a tornare in patria per le cure del caso e che lo ha afflitto, con febbre e forte dolore, durante la recente terza tappa.

“E’ giovane, ha una grandissima passione, è spagnolo, forte fisicamente, molto aperto mentalmente e sono certo darà il massimo.” Ha detto Xabi Fernandez presentando il nuovo componente dell’equipaggio. Willy segue le orme del padre, di cui porta lo stesso nome di battesimo, uno dei velisti più noti nella storia della Volvo Ocean Race, avendovi partecipato ben cinque volte a bordo di Fortuna nell’edizione (1989-90),di Fortuna/Galicia’93 Pescanova (1993-94), di Assa Abloy (2001-02), di Ericsson (2005-06) e infine di Team Russia/Delta Lloyd (2008-09).

Altadill junior avrà il ruolo di trimmer e di timoniere. “La Volvo Ocean Race è la regata oceanica più importante, è quello che tutti sognano fin da bambini, quindi essere qui è fantastico.” Ha detto non appena arrivato a Sanya, aggiungendo che ha inviato una mail al padre, che sta correndo la Barcelona World Race, con la grande notizia del suo imbarco su MAPFRE.

“Quando aveva la mia età mio padre partecipò alla Whitbread, perciò ha un bel po’ di storie di mare da raccontare, come tutti i velisti della sua generazione. A volte navighiamo insieme e quando si rientra, tutti parlano delle loro storie alla Whitbread. E’ divertente vedere come le barche siano cambiate, dai tempi in cui regatavano loro, pensare che sono passati solo 20 anni.”

La partenza della quarta tappa, da Sanya in Cina ad Auckland, in Nuova Zelanda è in programma per domenica 8 febbraio e sarà preceduta sabato dalla disputa della In-port race.

Equipaggio  di MAPFRE nella quarta tappa:

Xabi Fernández – skipper- Spagna
Jean Luc Nélias – navigatore – Francia
Rob Greenhalgh – watch captain – Regno Unito,
André Fonseca – watch captain – Brasile
Rafa Trujillo – trimmer – Spagna
Willy Altadill – trimmer – Spagna
Carlos Hernández – trimmer/timoniere – Spagna
Antonio Ñeti Cuervas-Mons – prodiere – Spagna
Francisco Vignale – Onboard Reporter – Argentina

Leggi anche:

  1. Volvo Ocean Race: turnover a bordo di MAPFRE per la terza tappa
  2. Volvo Ocean Race: nuovo navigatore a bordo di MAPFRE
  3. Volvo Ocean Race: Alvimedica quinto, Team SCA soffia il sesto posto a MAPFRE sul finale
  4. MAPFRE sale a bordo della barca spagnola alla Volvo Ocean Race
  5. Volvo Ocean Race cambia rotta per il rischio pirateria

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=26792

Scritto da Redazione su feb 2 2015. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°1

In questo nuovo numero de Il Nautilus vi proponiamo uno speciale sul porto di Trieste con gli ultimi dati e provvedimenti che riguardano le recenti attività dell’Autorità di sistema. Si parla anche dei porti di Civitavecchia, Ancona, Venezia, Napoli, La Spezia, Genova, Cagliari e Porto Torres. Ma si parla anche dei risultati della manifestazione NauticSud che si è svolta a Napoli e di come vengono smaltiti i rifiuti prodotti dalle navi secondo le ultime direttive internazionali.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab