Home » News, Regate, Sport » Volvo Ocean Race: Dongfeng vince ancora in casa, domani prue su Auckland

Volvo Ocean Race: Dongfeng vince ancora in casa, domani prue su Auckland

SANYA – Charles Caudrelier e il suo team sulla barca con bandiera cinese hanno ottenuto un altro successo nelle acque di casa, aggiudicandosi una combattutissima in-port race, dopo la storica vittoria nella terza tappa. Alle spalle di Dongfeng Race Team, Abu Dhabi Ocean Racing che consolida la leadership nella classifica delle In-port series e terzo Team Alvimedica, con il velista italiano Alberto Bolzan. Ora ultimi preparativi per la partenza della quarta tappa, da Sanya verso Auckland, in programma domani.

Charles Caudrelier è sicuramente diventato l’uomo più popolare di Sanya oggi, ottenendo un’altra importante vittoria nella Team Vestas Wind In-Port Race. “Dongfeng in cinese significa vento dell’Est e oggi il vento veniva proprio da est… Siamo fortunati qui in Cina!” ha detto il quarantenne skipper francese intervistato all’arrivo in porto. Fortuna, certo, ma anche abilità e conoscenza del campo di regata dove il team ha svolto gli allenamenti iniziali e la selezione dei componenti cinesi dell’equipaggio, più di un anno fa. La vittoria odierna di Dongfeng, è comunque arrivata solo al termine di una regata molto combattuta, che ha visto alternarsi al vertice anche Team Alvimedica e Abu Dhabi Ocean Racing.

L’olimpionico britannico Ian Walker e il suo equipaggio di Azzam, hanno provato in ogni modo a recuperare su Dongfeng ma hanno dovuto “accontentarsi” della seconda piazza che garantisce comunque loro la prima posizione nella speciale classifica delle In-port series. “Un po’ frustrante, ma abbiamo ottenuto un altro buon risultato.” Ha dichiarato lo skipper britannico Ian Walker all’arrivo in banchina, facendo sportivamente i complimenti ai vincitori ma anche al suo equipaggio. Terzi sul traguardo, dopo aver condotto la prima parte della regata e aver sofferto di qualche problema con il Masthead 0, la grande vela avvolgibile utilizzata nelle andature di poppa che non si è arrotolata nel modo corretto, i giovani di Team Alvimedica con l’unico velista italiano dell’evento, il friulano Alberto Bolzan, che sono riusciti a tenere a bada il veterano olandese Bouwe Bekking su Team Brunel, ottenendo un prezioso posto sul podio.

Da notare che finora si sono avuti quattro diversi vincitori sulle quattro in-port corse, a dimostrazione di quanto sia alto il livello anche nelle prove fra le boe, e che l’ordine di arrivo della regata odierna sia esattamente lo stesso della terza tappa.

La prova si è svolta su un percorso a bastone di poco più di sette miglia totali, con una decina di nodi vento e fra due ali di barche spettatori e si è conclusa in poco meno di un’ora. Il comitato di regata ha dato il segnale dello start in perfetto orario e, a eccezione degli spagnoli di MAPFRE in ritardo, tutta la flotta si è lanciata sul percorso. Team Alvimedica ha condotto per tutta la prima fase, girando in testa alla prima boa e alla seconda, per poi dover lasciare la leadership a Abu Dhabi Ocean Racing, tallonato da Team Brunel. Ma Dongfeng ha attuato la sua strategia, ed è andato a cercarsi un vento un poco più fresco sul lato sinistro del campo di regata, risalendo in prima piazza e mettendo acqua fra sé e gli avversari tanto che alla quarta boa, il vantaggio era salito a oltre 200 metri. Abu Dhabi Ocean Racing ha fatto di tutto per cercare di recuperare, accorciando la distanza fino a 50 metri al penultimo giro di boa, ma Caudrelier e il suo equipaggio non hanno ceduto alla pressione e hanno colto una meritata vittoria, per la gioia dei numerosi fan cinesi presenti.

Dopo il terzetto di punta, è giunto Team Brunel e l’equipaggio femminile di Team Sca ha ottenuto la quinta piazza, non riuscendo a replicare il buon risultato della in-port di Abu Dhabi. Giornata deludente per gli spagnoli di MAPFRE, solo sesti dopo uno start molto in ritardo. Lo skipper Xabi Fernandez ha spiegato che la cattiva partenza è stata causata da una penalità presa prima della partenza a un incrocio con Abu Dhabi Ocean Racing. “Abbiamo cercato di recuperare ma invece abbiamo accumulato distacco. Non una bella giornata per noi, ma non abbiamo rotto nulla e ora pensiamo a domani e alla quarta tappa.”

Come gli spagnoli, anche gli altri team, hanno ormai messo in archivio la regata di oggi e stanno ultimando i preparativi per la partenza della quarta tappa, in programma domani alle 14 ora locale (le 7 del mattino ora italiana) che come sempre potrà essere seguita in live streaming sul sito www.volovooceanrace.com o sui siti dei media partner italiani.

Risultati Sanya Team Vestas Wind In-Port Race (con tempi di arrivo):

1. Dongfeng Race Team 14:54:29 – 1 punto
2. Abu Dhabi Ocean Racing 14:55:07 – 2 punti
3. Team Alvimedica 14:56:20 – 3 punti
4. Team Brunel 14:56:36 – 4 punti
5. Team SCA 14:57:30 – 5 punti
6. MAPFRE 15:00:03 – 6 punti
7. Team Vestas Wind – DNS

Leggi anche:

  1. Volvo Ocean Race: domani la in-port race a Sanya, domenica si parte per Auckland
  2. Volvo Ocean Race: ancora brividi per Dongfeng
  3. Volvo Ocean Race: Groupama vince in casa ed è sempre più leader
  4. Volvo Ocean Race: Abu Dhabi sospende la regata e torna ad Auckland
  5. Volvo Ocean Race: le sfide di Auckland

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=26896

Scritto da Redazione su feb 7 2015. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab