Home » Altro, News, Sport » “Riva Days La Serenissima”: a Venezia 50 motoscafi d’epoca

“Riva Days La Serenissima”: a Venezia 50 motoscafi d’epoca

VENEZIA – Dal 2 al 7 luglio la Riva Historical Society, l’associazione internazionale che riunisce gli armatori dei motoscafi più diffusi e conosciuti al mondo, organizza a Venezia il “Riva Days La Serenissima”. Una flotta composta da circa 50 imbarcazioni in legno arriverà nella città lagunare per celebrare uno dei miti più inossidabili nella storia della nautica da diporto.

I Riva iscritti alla manifestazione, provenienti da Italia, Francia, Svizzera, Olanda, Germania, Austria, Svezia, Inghilterra, USA e Principato di Monaco, sono stati costruiti tra il 1955 e il 1983. Sfileranno tutti i modelli che hanno fatto la storia del cantiere, dagli Aquarama agli Ariston, dal Florida al Tritone, dallo Junior all’Olympic e al Saint Tropez. Alcune di queste imbarcazioni sono appartenute a noti personaggi, tra cui il petroliere Attilio Monti, l’industriale delle caramelle Perfetti, lo sportivo Sergio Tacchini, la contessa Caracciolo e lo stesso Carlo Riva.

La flotta farà base presso la nuova Darsena Sant’Elena, a poca distanza dallo storico Arsenale veneziano e dalla Scuola Navale Militare Francesco Morosini. Da qui le imbarcazioni, suddivise in due gruppi denominati rispettivamente ‘Canaletto’ e ‘Palladio’, partiranno ogni giorno per navigazioni verso le isole della Laguna Nord, come Mazzorbo e Burano, oppure verso la Laguna Sud con destinazione Pellestrina e Poveglia.

Previste visite al Cantiere Serenella di Murano e a note vetrerie, a palazzi, musei e all’Expo Aquae, soste per bagni e picnic, feste danzanti e cene, tra cui quella presso la famosa Locanda Cipriani di Torcello. Domenica 5 luglio verrà effettuato il periplo di Venezia e la grande parata sul Canal Grande, con gli equipaggi nei costumi attinenti il mondo dell’acqua, reale o di fantasia, che si sfideranno in occasione del Concorso d’Eleganza Frederique Constant.

La manifestazione si concluderà lunedì 6 luglio con una grande cena di gala organizzata presso le sfarzose sale del Casinò di Cà Vendramin Calergi. In questa occasione verranno premiate le barche e gli armatori che meglio si saranno distinti nel corso del “Riva Days La Serenissima”.

Con questa manifestazione la Riva Historical Society intende ripetere nel territorio veneziano lo stesso successo ottenuto nel 2012 durante il Riva Days organizzato a Sarnico, sul Lago d’Iseo. In quell’evento, già definito il più grande raduno monomarca del mondo nel settore della nautica, ben 143 Riva storici e 450 persone provenienti da oltre 15 nazioni, hanno festeggiato i 90 anni dell’ingegner Carlo Riva. Per la prima volta è stato possibile ammirare almeno uno di tutti i modelli di scafi Riva costruiti da sempre.

I numeri della RHS, Riva Historical Society

La Riva Historical Society, fondata a Milano nel 1998, è l’associazione internazionale che tutela e diffonde la cultura dei runabout in legno più famosi del mondo. I circa 700 soci, suddivisi in 13 dipartimenti, provengono da oltre 30 nazioni e sono distribuiti in cinque continenti.

Storico presidente della Riva Historical Society è l’architetto milanese Piero Maria Gibellini, biografo ufficiale dell’Ing. Carlo Riva nonchè membro della Commissione Motonautica dell’ASI (Automotoclub Storico Italiano). Gibellini ha realizzato 7 volumi enciclopedici oggi considerati da esperti e cantieri come l’opera omnia sulla storia del cantiere. La sua ultima fatica letteraria, Riva Historical Registry RHS, frutto di 15 anni di ricerche, raccoglie più di 800 immagini e il censimento di oltre 2300 Riva ancora naviganti in 40 diverse nazioni.

Ogni anno, in primavera, la Riva Historical Society organizza un Corso Addestramento Giudici con lo scopo di trasmettere alle nuove generazioni le conoscenze teorico-pratiche relative al restauro e alla manutenzione di un motoscafo Riva. In tale occasione gli aspiranti giudici visitano una serie di cantieri, sia in Italia che all’estero, presso i quali imparano dal vivo come si diventa esaminatori.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=28922

Scritto da su Mag 7 2015. Archiviato come Altro, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab