Home » News, Regate, Sport » Al via il J24 World Championship 2015: quattro equipaggi azzurri nel mar Baltico

Al via il J24 World Championship 2015: quattro equipaggi azzurri nel mar Baltico

BOLTENHAGEN – Saranno Ita 371 Joc armato e timonato dal Capo Flotta del Garda, il triestino Fabio Apollonio (in equipaggio con Lorenzo Marini, Alessia Bellotti, Tom Fusato e Fabio De Rossi, STV), Ita 439 L’Emilio dell’A.S. Compagnia del Mare Molfetta (timonato da Francesco Mastropierro con Francesco  Bozzetti, Dino Colella, Antonio Macina e Leonardo Cappelluti, Uisp e CV Molfetta), Ita 212 Jamaica armato e timonato dal Presidente della Classe italiana J24 Pietro Diamanti (in equipaggio con il fratello Giuseppe, Fabrizio Ginesi, Paolo Governato e Giuseppe Garofalo, CN Marina di Carrara) e Ita 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare detentore del titolo tricolore 2015 (con Ignazio Bonanno al timone, il tailer Simone Scontrino, il due Francesco Picaro, il prodiere Alfredo Branciforte e il centrale/tattico Luigi Ravioli) a difendere i colori azzurri al Campionato Mondiale della classe J24 che si svolgerà nelle acque tedesche di Boltenhagen (mar Baltico) da lunedì 31 agosto a venerdì 4 settembre.

Il Campionato che vedrà regatare nella Marina di Boltenhagen (all’interno dell’esclusivo villaggio turistico Weiße Wiek) i più bravi velisti provenienti da tutto il mondo, è organizzato dal Norddeutscher Regattaverein, uno dei più antichi Yacht Club tedeschi con molti anni di esperienza nella realizzazione di eventi internazionali come la settimana di Kiel e innumerevoli campionati One-Design. La città di Boltenhagen, pittoresca località balneare dei primi anni del XIX secolo, sorge vicino alla sede del Circolo e offre tante piacevole opportunità ai regatanti e ai loro accompagnatori.

Dopo le prime giornate dedicate alle stazze e al perfezionamento delle iscrizioni, lo Skippers’Briefing (previsto domenica alle ore 18), lunedì 31 agosto prenderanno il via le prime regate (ore 12) che si concluderanno venerdì 4 settembre (cerimonia e premiazione ore 18). Sono previste complessivamente dieci prove in cinque giorni e numerosi eventi collaterali.

“Il nostro team molfettese, dopo aver raccolto l’entusiasmo della vittoria del VI Trofeo Ondabuena a Taranto, ha voluto impegnarsi nella sfida del mondiale in Germania dove affronteremo i migliori velisti provenienti da tutto il mondo e  le rigide temperature del mar Baltico con i suoi 10 ° e i venti a 20 nodi” ha spiegato il timoniere Francesco Mastropierro “La nostra partecipazione al mondiale, zona dai venti stabili e privi di rotte di navigazione commerciale che per anni ha ospitato le flotte più importanti del mondo, rappresenta per tutto il team de L’Emilio e della Compagnia del Mare una grande opportunità e una grande sfida che  è stata possibile grazie al sostegno dei privati, tra cui Rella srl e Imd srl.

Siamo consapevoli che stiamo per regatare con equipaggi molto preparati e allenati, ma non vogliamo  perdere l’occasione per confrontarci con i giganti della vela mondiale.”

Leggi anche:

  1. Melges 24 World Championship 2015: Bombarda Racing al debutto iridato
  2. L’HURAKAN TEAM ALL’ORC WORLD CHAMPIONSHIP 2015 CON XIO
  3. RC44 Marstrand World Championship: benvenuti sul Baltico
  4. ISAF Sailing World Cup Miami: oggi le medal race (con 12 equipaggi azzurri)
  5. 470 Junior World Championship: sempre primi gli azzurri Sivitz Kosuta-Farneti

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=31893

Scritto da Redazione su ago 29 2015. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab