Home » News, Regate, Sport » BULTACO ALLA ROLEX CUP DI PORTO CERVO

BULTACO ALLA ROLEX CUP DI PORTO CERVO

MILANO – Passione, innovazione e competizione, sia in terra che in mare: nella Rolex Cup, Campionato del Mondo Mini Maxi in programma in Sardegna dal 6 dal 12 settembre, Bultaco porta gli stessi valori che la caratterizzano nel mondo motociclistico.

Dallo Yatch Club della Costa Smeralda a Porto Cervo, chiude la stagione 2015 del Bultaco Sailing Team, l’equipaggio della barca “2 MUCH”, un X-YATCH di 20 metri, che il leggendario brand spagnolo ha deciso di sponsorizzare per estendere la comunicazione del proprio rilancio a un mondo, quello della vela, nel quale Bultaco riconosce un gruppoimportante del proprio pubblico obiettivo.

La crew del Bultaco Sailing Team parteciperà alla competizione nautica con l’entusiasmo, l’attenzione alle nuove tecnologie e la predilezione per l’energia pulita che rappresentano al 100% lo spirito Bultaco. Costruito nei cantieri navali X-Yacht Danimarca su progetto di Niels Jeppensen, il 2 MUCH naviga sotto l’egida del Consorzio dei porti dell’Andalucia “Marinas del Mediterraneo”: con la guida della crew “Bultaco” ha già collezionato numerosi successi e partecipazioni di spicco in regate come la Giralla Rolex Cup, The Middle Sea Race, Les Volies de Saint-Tropez, The Rolex Capri Sailing Week, La Ruta de la Sal o Palmavela, il campionato del mondo ORC 2015 celebrato a Barcellona dal 27 giugno al 4 luglio.

Tra i sedici membri dell’equipaggio scelto da Andrés Varela Entrecanales, armatore del 2 Much, spiccano Piti Estebanez, campione della Copa del Rey 2009-2010; Luis Irisarri, famoso per aver realizzato 5 traversate dell’Atlantico, di cui una individualmente; Angel Medina, campione del mondo di crociere ORC nel 2001, campione dell’Audi Med Cup, GP 42 nel 2010 e campione mondiale di maxis 2011 Porto Cervo; il noto cantante di Jarabe de Palo, Pau Dones; Juan Carlos Garcia, co-fondatore e project-manager della squadra di regate “Tau Ceramica_Ubs”; Alfonso Garcia Guerra che ha partecipato a 15 Copas del Rey, un Campionato e due sub- campionati; Domingo Manrique de Lara, Medaglia d’oro Barcellona 1992, classe Flying Dutchman.

Per questo mondiale, l’equipaggio si è poi rafforzato grazie al sivigliano Juan Luis Paez, una delle figure più richieste in questo ambito e vincitore dell’ultimo Campionato di Spagna J80, celebrato di recente a Sotogrande, che ricoprirà il ruolo di stratega e Javier Banderas (fratello di Antonio Banderas), di Malaga, vincitore di 2 Copas del Rey, come ufficiale di rotta.

La sponsorizzazione nautica è una delle iniziative di celebrazione del ritorno in pista di Bultaco, il leggendario brand di motociclette fondato il 17 maggio del 1958 da Don Paco Bultò. Storicamente ha messo in commercio modelli mitici come la Sherpa, Matador, Metralla o Frontera, ottenendo riconoscimenti in campionati nazionali e internazionali sotto la guida di piloti storici come Angel Nieto, Jorge Martinez Aspar, Sammy Miller o Barry Sheene. Fedele ai valori della sua tradizione, ovvero passione, innovazione e competizione, dopo 32 anni di inattività la Bultaco è tornata in scena nel XXI secolo con moto caratterizzate da una tecnologia ancora più avanzata: sistema di propulsione elettrica autoalimentato, soluzioni di rigenerazione e accumulo di energia con l’obiettivo di raggiungere un’autonomia fino ad ora sconosciuta, componenti di alto livello e uso di materiali ultra leggeri.

Dopo un anno di duro lavoro che ha seguito l’annuncio del ritorno sul mercato, negli ultimi mesi Bultaco ha presentato ai media la sua nuova fabbrica che si trova nelle vicinanze del Circuito di Montemelò di Barcellona, luogo dove Bultaco ha prodotto il primo modello della nuova era: la Moto-Bike Bultaco, Brinco. La Bultaco Brinco propone una forma completamente nuova di vivere le due ruote.

Una combinazione sorprendente tra il mondo della moto e quello della bicicletta: propulsione elettrica e possibilità di pedalata assistita, o entrambi i sistemi. Dopo la Brinco è previsto, nel 2016, il lancio di un altro modello: la Rapitàn. Prodotto che sfida le norme stabilite del motociclismo attraverso una delle tecnologie più innovative sul mercato delle due ruote, come dimostra il riconoscimento internazionale ottenuto come prodotto tecnologico e concesso dall’Unione europea al “Adaptcontrol”, l’unico sistema di controllo di veicoli elettrici sviluppato da Bultaco.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=32046

Scritto da su Set 4 2015. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab