Home » Altro, News, Sport » A BRUNO MARTINI LA TERZA TAPPA DELL’ITALIAN SLALOM TOUR 2015

A BRUNO MARTINI LA TERZA TAPPA DELL’ITALIAN SLALOM TOUR 2015

ORISTANO – E’ Bruno Martini che si aggiudica la terza tappa dell’Italian Slalom Tour 2015 svoltasi sulla spiaggia di Torregrande, Oristano, in occasione della sesta edizione dell’Open Water Challenge. Martini si era aggiudicato anche la prima tappa sul Garda e dunque guida la classifica momentanea (la seconda tappa è stata annullata).

La manifestazione, tra le più importanti in Sardegna, organizzata da Eolo Beach Sport e dal Circolo Nautico di Oristano in collaborazione con l’Area Marina protetta Sinis Mal di Ventre e le Marine Oristanesi, raggruppava windsurf, kite e sup. Tra le gare previste anche l’ultima tappa del Campionato Zonale.

Nella prova di windsurf slalom, sono stati più di trenta gli iscritti che si sono dati battaglia nelle acque che circondano la borgata. In acqua l’attenzione era rivolta ai soliti volti noti: i ragazzi “terribili” Marco Begalli, Roberto Tavazzi, Giorgio Giorgi, Matteo Spanu, Antonio Egris, Mattia Onali, Peter Muzlinger, Bruno Martini e tanti altri atleti. Per quanto riguarda il Campionato Zonale Sardo, la prova di funboard slalom arrivava dopo quelle di Sa Barra, Cagliari, Alghero e Carloforte, ed era decisiva anche questa volta per il titolo. Da citare, tra i protagonisti, oltre ai già nominati, Davide Meloni, Matteo Spanu e Giovanni Camboni.

Primo giorno di gara venerdì senza vento sufficiente, mentre sabato si è dato il via alle danze. Prima prova, sciroccata con 18-20 nodi (velocità sui 70 km/h) con vittoria di Bruno Martini, che ha preceduto Marco Begalli e Gigi Romano. Quarta piazza per il primo dei sardi, il teutonico-catalano Peter Munzlinger che ha preceduto Matteo Spanu e Roberto Tavazzi. Nel secondo, combattutissimo, tabellone, primo posto per Giorgi, con Tavazzi primo dei sardi. Terzo tabellone e successo di Martini. Vento superiore ai 20 nodi. Seconda piazza per Giorgi, davanti a Romano. Tra i sardi, sugli scudi ancora il sassarese Tavazzi, davanti a Mattia Onali. In mezzo l’esibizione dei kite.

Nella terza giornata di gare ancora un bel vento che ha permesso lo svolgimento di tutte le gare previste a Marina di Torregrande per la sesta edizione del Challenge Oristano. Quindici nodi, poco meno del secondo giorno, ma situazione ideale per gareggiare e mettere in scena il quarto tabellone che ha chiuso le regate cominciate sabato.

Nell’assoluto dell’Italiano slalom la vittoria non è sfuggita a Bruno Martini, che ha avuto la meglio su Marco Begalli e Giorgio Giorgi. Tra i tesserati sardi, per quanto riguarda il trofeo zonale (uno dei più seguiti a livello nazionale), il primo posto è andato al romano tesserato per Alghero Giorgi, che ha avuto la meglio sul pur bravo Roberto Tavazzi: il sassarese è stato uno dei più continui nelle quattro serie andate in scena nella fetta di mare che incornicia la borgata estiva oristanese. Terza posizione per Muzlinger, quarto il cagliaritano del Windsurfing Club Mattia Onali, quinto il local Matteo Spanu.

Per le classifiche specifiche, nella categoria Grand Master la coppa non è sfuggita a Begalli, Giorgi si è imposto tra i Master, mentre Onali ha dominato la gara degli Under 20. Da segnalare la presenza di bravissime atlete femminili come Francesca Floris e Alice Casula, che è stata la più brava tra le donne. Casula ha vinto il campionato sardo donne.

Prossimo appuntamento del circuito AICW è previsto per questo week end, con la terza tappa di Coppa Italia di Formula, a Domaso, sul lago di Como. Le prossime tappe per l’IST sono previste ad Albissola (SV), per finire con il gran finale di Livorno, sempre in ottobre.

Foto: Fiore

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=32526

Scritto da su Set 19 2015. Archiviato come Altro, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab