Home » News, Regate, Sport » Concluso il Trofeo Nino Menchelli-Coppa Italia: la vittoria a Jamaica

Concluso il Trofeo Nino Menchelli-Coppa Italia: la vittoria a Jamaica

MARINA DI CARRARA – Malgrado le avverse previsioni meteo marine, dopo aver portato a termine regolarmente sei prove, è calato il sipario sull’edizione 2015 del Trofeo Nino Menchelli, tradizionale appuntamento autunnale ben organizzato dal Club Nautico Marina di Carrara in collaborazione con l’Associazione Nazionale Classe J24, sotto l’egida della Federazione Italiana Vela.

Una ventina di equipaggi J24, il monotipo più diffuso al mondo, hanno sfoderato ancora una volta tutta la grinta rendendo le regate spettacolari e agguerrite. “Questa manifestazione è stata baciata dalla fortuna visto che la perturbazione che ha sconvolto la Costa Azzurra è passata da Marina di Carrara durante la notte di domenica – ha commentato il Presidente della Classe J24, il carrarino Pietro Diamanti -In questo modo siamo riusciti a fare sei  belle regate in mare e una bella festa durante la cena dei regatanti presso la terrazza del Club Nautico.”

A Ita 470 Djke Fiamme Azzurre con Fabio Delicati al timone e Marco Vincenti alla tattica (in equipaggio con il tailer Giuseppe Incatasciato, il drizzista Francesco Maglioccola e il prodiere Roberto Comodi Ballant) non è bastato vincere le ultime tre prove di giornata per salire sul gradino più alto del podio: per il J24 del Gruppo Sportivo della Polizia Penitenziaria, infatti, un brillante secondo posto (17 punti; 12,6,8,1,1,1 i parziali) a 3 punti di distanza da ITA 212 Jamaica (CNM Carrara) armato e timonato da Pietro Diamanti (in equipaggio con Gianluca Caridi, Giuseppe Garofalo, Paolo Governato e Fabrizio Ginesi) che, grazie ai parziali regolari e ad una vittoria di giornata (14 punti; 3,1,4,4,10,2) si è aggiudicato la vittoria finale della manifestazione valida anche come Coppa Italia 2015 e come quinta tappa del Circuito Nazionale J24.

Ottimo anche il terzo posto di Ita 371 J-Oc dell’armatore-timoniere triestino Fabio Apollonio, Capo Flotta del Garda (Soc.Triestina della Vela (20 punti; 2,4,1,5,11,8).Seguono (rispettivamente in quarta e quinta posizione) altri due equipaggi portacolori del circolo organizzatore: Ita 202 Tally Ho armato da Roberta Banfo e timonato da Luca Macchiarini (23 punti) e Ita 330 Sei Unika con Riccardo Marini (26 punti).

Per il Capo Flotta della Romagna Guido Guadagni (CV Ravennate), vincitore della regata d’apertura con il suo Ita 400 Capitan Nemo, il decimo posto assoluto con 34 punti.L’appuntamento con la tappa conclusiva del Circuito Nazionale 2015 della Classe J24 è nelle acque di Cervia dove da venerdì 16 a domenica 18 ottobre è in programma il Trofeo J24: organizzato dal Circolo Nautico Cervia Amici della Vela ASD (www.circolonauticocervia.it), si svolgerà su sei prove.

Leggi anche:

  1. Al via il Trofeo Nino Menchelli-Coppa Italia
  2. Tutti in acqua per il Trofeo Nino Menchelli-Coppa Italia
  3. Il Trofeo challenge Pardini 2015 è firmato Francesconi-Rinaldi
  4. Trofeo challenge Eugenio Pardini: prove tecniche di Campionato
  5. Coppa Italia J24: vittoria per La Superba

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=33021

Scritto da Redazione su ott 5 2015. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab