Home » Altro, News, Sport » PRIME REGATE AD ABU DHABI PER LA FINALE DELLA COPPA DEL MONDO ISAF

PRIME REGATE AD ABU DHABI PER LA FINALE DELLA COPPA DEL MONDO ISAF

ABU DHABI – Vento medio forte (tra i 12 e i 18 nodi d’intensità) e piuttosto irregolare ad Abu Dhabi per i 144 atleti, provenienti da 37 nazioni, impegnati nella prima giornata di regate della finale della Coppa del Mondo ISAF, il circuito riservato alle classi olimpiche, più la disciplina della Formula Kite, che per quattro giorni, fino a domenica, è di scena nelle acque degli Emirati Arabi Uniti, nell’area di regata compresa tra Lulu Island e il Marina Mal Breakwater.

Condizioni difficili, che hanno messo alla prova gli atleti scesi in acqua nella tarda mattinata di oggi, dando vita a regate mai scontate e a classifiche corte che, dopo questa prima giornata, evidenziano chiaramente in quasi tutte le classi un notevole equilibrio.Buona nel complesso la partenza degli azzurri della Squadra Nazionale di vela, che ad Abu Dhabi ha in Egon Vigna, Responsabile del settore singoli e Tecnico della disciplina Laser Radial, il Team leader in sostituzione del Direttore Tecnico Michele Marchesini, impegnato nei prossimi giorni a Rio de Janeiro nella trasferta organizzata dalla Preparazione Olimpica del CONI assieme a tutti i DT dei diversi sport olimpici.

Molto bene Flavia Tartaglini e Mattia Camboni, rispettivamente seconda e terzo nelle due classifiche della tavola a vela RS:X, così come Filippo Baldassari (terzo nel singolo Finn) e l’equipaggio formato da Stefano Cherin e Andrea Tesei, che dopo tre prove sono anche loro terzi nella graduatoria provvisoria dello skiff olimpico 49er.

Le regate con le flotte al completo proseguono domani e sabato, mentre domenica la finale dell’ISAF Sailing World Cup si concluderà con lo svolgimento delle Medal Races, le prove finali a punteggio doppio riservate ai top ten delle varie classifiche, che si contenderanno anche il ricco montepremi di 220.000 Dollari messo in palio dalla federazione mondiale della vela.

49er

1.Buksak-Wierzbicki (POL, 1-1-7); 2.Delle Karth-Resch (AUT, 4-2-2); 3.Stefano Cherin-Andrea Tesei (5-5-1).

Finn

1.Edward Wright (GBR, 1-3); 2.Ivan Gaspic (CRO, 4-1); 3.Filippo Baldassari (2-4).

RS:X M

1.Tom Squires (GBR, 1-3-11); 2.Byron Kokkalanis (GRE, 2-2-12); 3.Mattia Camboni (5-9-1); 7.Daniele Benedetti (3-8-5).

RS:X F

1.Bryony Shaw (GBR, 1-2-1); 2.Flavia Tartaglini (4-1-2); 3.Patricia Freitas (BRA, 2-3-6); 10.Veronica Fanciulli (10-11-10); 11.Marta Maggetti (12-10-11).

Laser Standard

1.Tom Burton (AUS, 2-1); 2.Robert Scheidt (BRA, 3-3); 3.Nick Thompson (GBR, 5-5).

Laser Radial

1.Marit Bouwmeester (NED, 3-1); 2.Marie Bolou (FRA, 2-3); 3.Tuula Tenkanen (FIN, 5-4); 19.Silvia Zennaro (17-18).

470M

1.Belcher-Ryan (AUS, 1-2); 2.McNay-Hughes (USA, 3-1); 3.Schmid-Reichstadter (AUT,2-6).

470F

1.Yoshida-Yoshioka (JPN, 3-1); 2.Mills-Clark (GBR, 2-2); 3.Yamaguchi-Harayama (JPN,4-3).

Formula Kite

1.Oliver Bridge (GBR); 2.Maks Zakoswki (POL); 3.Alejandro Hernandez (ESP); 9.Mario Calbucci; 10.Pierluigi Capozzi; 17.Pietro Fazioli.

Foto: Renedo

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=33614

Scritto da su Ott 29 2015. Archiviato come Altro, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab