Home » News, Regate, Sport » Vigne Surrau sempre al comando del Circuito Zonale 2016 della Flotta Sarda J24

Vigne Surrau sempre al comando del Circuito Zonale 2016 della Flotta Sarda J24

TORREGRANDE – La prima manche del Circuito Zonale 2016 che vede impegnati nelle splendide acque antistanti il porticciolo di Torregrande tredici J24 della Flotta sarda ha messo a segno un’altra giornata, la terza. Due le prove portate a termine regolarmente con vento da libeccio che ha girato a ponente, con onda formata e corrente da sinistra. Perfetta come sempre l’organizzazione del Circolo Nautico Oristano, e tanta la soddisfazione del Presidente Gian Marco Patta e di tutto il Direttivo per come si sta svolgendo questa importante manifestazione.

“In questa terzo appuntamento siamo riusciti a fare due prove con vento tra i 12 e i 16 nodi e onda lunga.- ha spiegato Marco Frulio, timoniere di Ita 443 Aria -La prima prova è stata vinta da Antonello Ciabatti su Ita 420 Lybissonis con una splendida seconda bolina fatta bordeggiando a destra. Aurelio Bini non è partito benissimo e Ita 405 Vigne Surrau non è riuscito a fare il solito recupero. Secondo Salvatore Orecchioni su Ita 318 Nord Est e terzo Angelo Corrias su Ita 390 Jadine.

Dopo una prova annullata, subito dopo la partenza il Comitato di Regata, presieduto da Pietro Sanna (presidente della III zona FIV), ha dato la partenza della prova successiva con la flotta distribuita su tutto il campo ma con i primi che sono venuti fuori dal lato sinistro. Aurelio Bini ha preso il comando e non lo ha mollato fino alla fine incrementando, di lato in lato, il suo vantaggio. Alle sue spalle Ita 241 Libarium con Davide Schintu al timone e al terzo posto Jadine.”

Al comando della classifica provvisoria (stilata dopo otto prove con due scarti) è sempre il J24 gallurese Ita 405 Vigne Surrau (Club Nautico Arzachena, 8 punti;1,3,2,2,1,1,5,1 i parziali) che incrementa il suo vantaggio su Ita 431 Lega Navale Carloforte (19 punti,2,4,1,1,5,11,6,6 i parziali) di Davide Gorgerino, in questa terza giornata autore di due sesti posti.

A pari punteggio con il secondo, Ita 241 Libarium armato da Roberto Dessy e timonato da Davide Schintu (19 punti; 13,6,3,3,4,3,4,2) che risale di due posizioni.In recupero anche ITA 420 Libyssonis armato da Daniele Bigozzi e timonato da Antonello Ciabatti (CV Windsurfing Club Cagliari, 22 punti; 4,2,5,13,6,8,1,4) che sale dal quinto al quarto posto mentre scivola in quinta posizione Ita 401 Dolphins (Sporting Club Portisco) armato da Giuseppe Taras e timonato da Andrea Mariani con l’equipaggio più giovane del circuito (23 punti, 10,1,4,4,2,2,dnc,dnc).

Da segnalare anche gli equipaggi oristanesi Ita 274 Armadillo di Pierluigi Pibi e Ita 396 Molara di Federico Manconi rispettivamente in 11° e 13° posizione.L’appuntamento con le prossime regate e con l’ospitalità del Circolo Nautico Oristano (http://www.circolonauticooristano.it) è fissato sempre a Torregrande, per domenica 28 febbraio. Il Circuito zonale 2016 della Flotta sarda J24, poi, si trasferirà ad Arbatax dove si svolgerà la seconda tappa con regate in programma il 13 marzo, il 3 e il 17 aprile, e l’8 maggio. Dopo l’estate, la Flotta sarda J24 si sposterà nel nord Sardegna, a Porto Rotondo, per la terza ed ultima tappa (16 e 30 ottobre, il 13 e 27 novembre).

Anzio. Nel week end appena concluso avrebbe dovuto regatare anche la Flotta romana ma la troppa onda e le avverse condizioni meteo marine hanno impedito il regolare svolgimento delle prove previste per il Trofeo Lozzi (in programma sabato) e (nella giornata seguente) per il 41° Campionato Invernale di Anzio-Nettuno, organizzato dal Comitato dei Circoli del golfo (Circolo della Vela di Roma, Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, LNI sez. di Anzio e Nettuno Yacht Club) con la collaborazione dell’Half Ton Class Italia, della Sez. Velica Marina Militare di Anzio e della Marina di Nettuno.

Invariata, quindi, la classifica stilata dopo undici prove (due scarti): al comando è sempre il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare ITA 416 La Superba (timonato da Ignazio Bonanno in equipaggio con il tailer Simone Scontrino, il prodiere Alfredo Branciforte, il due Francesco Picaro e il centrale Vincenzo Vano) seguito da Ita 447 Pelle Nera (Nettuno YC, armato da Paolo Cecamore e timonato dall’ungherese campione del mondo della classe Soling Farkas Litkey), e dal J24 della Polizia Penitenziaria Ita 470 Djke Fiamme Azzurre (timonato da Fabio Delicati) che, invece, guida la classifica (dopo tre prove) del Trofeo Lozzi seguito da Ita 216 La Superba e da Ita 487 American Passage armato e timonato dal Capo Flotta di Roma Paolo Rinaldi.

Le tappe del Trofeo Lozzi proseguiranno il 12 marzo mentre l’Invernale di Anzio-Nettuno 2015-16, articolato su dieci giornate, nelle domeniche del 28 febbraio e del 13 marzo.

Leggi anche:

  1. Vigne Surrau si aggiudica la prima tappa del Circuito Zonale 2016 della Flotta Sarda J24
  2. Esimit Europa 2 al comando della flotta verso lo scoglio della Giraglia
  3. Settimana dei Tre Golfi: a metà percorso i detentori romani di Aniene al comando della flotta
  4. RIPRENDE IL CIRCUITO ZONALE J24 III ZONA: VINCE KIMBE
  5. VELA J24: VIGNE SURRAU, DUE SUCCESSI IN UNA SETTIMANA

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=35971

Scritto da Redazione su feb 15 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°4

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere con un focus sull'Italian Cruise Watch e l'Ocean Cay di MSC Crociere. Due interviste esclusive ai presidenti di Autorità di Sistema: Pietro Spirito e Sergio Prete. Una riflessione sulla "Rotta Artica" ed un approfondimento sulla fascia costiera brindisina: estetica, criticità ed opportunità. Poi approfondimenti sulle Zes ed un progetto: "COSIRIFAREIBARI" che mira a cambiare il modo di spostarsi in città.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab