Home » News, Regate, Sport » Si accendono i riflettori sulla Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta & Rendezvous 2016

Si accendono i riflettori sulla Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta & Rendezvous 2016

VIRGIN GORDA – L’edizione 2016 della Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta & Rendezvous conta sulla linea di partenza la flotta più numerosa mai radunata prima per questa manifestazione: 29 barche lungo le banchine dello YCCS Marina di Virgin Gorda aspettano che si apra il sipario.

L’evento, inaugurato nel 2012 dagli organizzatori Yacht Club Costa Smeralda (YCCS) e Boat International Media (BIM), vede protagonisti in questa edizione 21 yacht a vela e 8 imbarcazioni partecipanti alla parte “Rendezvous” della manifestazione. L’evento, che si svolge dal 9 al 12 marzo presso la sede caraibica dello YCCS, prevede tre giorni di regate in mare.

I superyacht a vela sono stati divisi in 4 classi in modo da permettere ad ogni componente di questa variegata flotta di competere alla pari. Sono, inoltre, presenti i tecnici della Offshore Racing Congress per supportare l’applicazione del sistema di handicap ORCsy, felicemente inaugurato durante l’edizione 2015 dell’evento e diventato, nel frattempo, l’ “handicap rule” d’eccellenza per superyacht, implementato nelle regate maggiori del circuito.

Con lunghezze che spaziano dai 23 ai 60 metri, la flotta rappresenta il top della cantieristica navale internazionale. Costruttori come Perini Navi, Vitters, Baltic e Oyster sono presenti con diversi esemplari e l’elenco dei progettisti annovera la crème di questa professione dove spiccano nomi come Dubois, Briand, Frers, Reichel Pugh, Hoek, Humphreys e Holland.

Personaggi importanti spiccano anche dal mondo della vela come il tattico Tony Rey a bordo della Perini Navi P2, Bouwe Bekking su Nilaya e Ken Read – coach del team di Samurai (ex- Mari Cha IV).

“Siamo lieti di ospitare una flotta di altissimo livello per questo evento”, ha commentato Riccardo Bonadeo, Commodoro dello YCCS. “Come di consueto, le condizioni qui a Virgin Gorda saranno ideali per far regatare questi giganti del mare e abbiamo messo a punto un programma entusiasmante sia a mare che a terra. Ci sono tutti gli ingredienti giusti per una manifestazione spettacolare.”

Le previsioni promettono bene per i tre giorni di regate con venti dai 16 ai 22 nodi previsti. Il primo segnale in mare è in programma per le ore 11 di domani, giovedì 10 marzo.

Per gli yacht a motore e quelli a vela che preferiscono seguire l’azione sulle acque caraibiche come spettatori, il Rendezvous è sponsorizzato dal cantiere Westport e prevede uscite in mare per assistere alle regate nonché crociere di flotta alla scoperta delle meravigliose spiagge delle Isole Vergini Britanniche.

Tutti gli armatori ed i loro ospiti parteciperanno al ricco programma di eventi sociali per cui l’evento è famoso. Il tutto prende il via con il cocktail di benvenuto di stasera (9 marzo), proseguendo poi con l’esclusiva cena Loro Piana per gli armatori, la festa in spiaggia per gli equipaggi, il party presso il vicino resort di Oil Nut Bay e la premiazione finale alla Clubhouse dello Yacht Club Costa Smeralda nel North Sound di Virgin Gorda.

Foto: Borlenghi

Leggi anche:

  1. Una flotta maestosa per la Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta & Rendezvous 2016
  2. LORO PIANA CARIBBEAN SUPERYACHT REGATTA & RENDEZVOUS
  3. SALPERTON E BOLERO VINCITORI DELLA LORO PIANA CARIBBEAN SUPERYACHT REGATTA & RENDEZVOUS 2013
  4. Indio vince la Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta and Rendezvous 2012 allo YCCS di Virgin Gorda
  5. Conto alla rovescia alla Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta and Rendezvous 2012 a Virgin Gorda

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=36543

Scritto da Redazione su mar 10 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab