Home » News, Regate, Sport » Circuito zonale 2016 della Flotta J24 sarda: Lybissonis si porta al comando

Circuito zonale 2016 della Flotta J24 sarda: Lybissonis si porta al comando

ARABATAX – Archiviata con successo la prima tappa svoltasi nelle di Torregrande sotto l’attenta regia del Circolo Nautico Oristano, il Circuito zonale 2016 della Flotta sarda J24 si è spostato ad Arbatax per la seconda manche, Le prime tre regate sono state caratterizzate dal vento molto debole che i migliori in campo hanno comunque saputo sfruttare al meglio.

Grazie ad una doppietta di vittorie, infatti, Ita 420 Lybissonis TA 420 Libyssonis armato da Daniele Bigozzi e Antonello Ciabatti (CV Windsurfing Club Cagliari, 5 punti; 3,1,1 i parziali) si è portato al comando della classifica provvisoria distanziando di misura Ita 431 Lega Navale Carloforte timonato da Davide Gorgerino (6 punti; 1,2,3).

Terzo posto, invece, per il vincitore della tappa di Torregrande, il J24 gallurese Ita 405 Vigne Surrau con Evero Nicolini e Pietro Alvisa al timone (Club Nautico Arzachena, 13 punti; 4,5,4). A seguire tre equipaggi in altrettanti punti: Ita 241 Libarium armato da Roberto Dessy (14 punti), Ita 443 Aria timonato da Marco Frulio (15 punti) e Ita 318 Nord Est armato dal CN Arzachena e timonato da Salvatore Orecchioni (16 punti).

“Le regate sono state caratterizzate da vento leggerissimo, con bordo obbligato a destra che non ha permesso grandi virtuosismi tattici, e le partenze sono state determinanti.” si legge su sailingsardinia.

Molto apprezzata da tutti gli equipaggi l’ospitalità e l’organizzazione del Circolo Nautico Abatax (www.circolonauticoarbatax.it) al suo esordio nell’ospitare una tappa del Circuito Zonale J24 ma, grazie all’entusiasmo di Lucio Balzano che si è attivato tantissimo per la buona riuscita dell’evento, al panorama offerto dal litorale di Arbatax, all’incantevole specchio acqueo a nord di Capo Bellavista, alla buonissima pasta offerta dagli Organizzatori, al pubblico sul molo che ha assistito all’uscita delle barche, l’esordio è stato sicuramente più che positivo.

Prossimo appuntamento con la seconda tappa del Circuito zonale della Flotta sarda J24 è, sempre ad Arbatax, domenica 17 aprile.

Da domani, invece, la Flotta Italiana J24 e una forte rappresentanza straniera si sposteranno nelle acque antistanti la Città di Nettuno per disputare la tappa d’apertura del Circuito Nazionale del monotipo più popolare al mondo progettato da Rod Johnstone. Ad aprire ufficialmente il Circuito 2016 che assegnerà l’ambito Trofeo J24 e che quest’anno sarà articolato su sei tappe da aprile a novembre, sarà, infatti, il Trofeo Golfo Anzio e Nettuno che si svolgerà da venerdì 8 a domenica 10 aprile e che sarà organizzato dal Nettuno Yacht Club (www.nettunoyachtclub.it), in collaborazione con la Lega Navale Italiana sezione di Anzio, il Circolo della Vela di Roma, il Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, la Marina di Nettuno ed il supporto della Classe J24.

Dopo il perfezionamento delle iscrizioni, la stazza delle imbarcazioni e la cerimonia d’apertura (prevista oggi alle ore 18.30), il programma di domani prevede (ore 9.30) lo Skipper meeting e, a seguire, le prime regate (il segnale di avviso della prima prova sarà esposto alle ore 12) che proseguiranno sabato e domenica.

Al termine delle regate (ne sono previste nove e ne verranno disputate un massimo di tre al giorno con ultima partenza non oltre le ore 15) si svolgerà la cerimonia della premiazione. La Tappa Circuito Nazionale J24 sarà valida se saranno effettuate almeno quattro regate e l’ultimo giorno non verranno date partenze dopo le ore 14.

Leggi anche:

  1. Circuito Nazionale J24: tutto è pronto per la prima tappa del 2016
  2. Vigne Surrau si aggiudica la prima tappa del Circuito zonale 2016
  3. Vigne Surrau sempre al comando del Circuito Zonale 2016 della Flotta Sarda J24
  4. Vigne Surrau si aggiudica la prima tappa del Circuito Zonale 2016 della Flotta Sarda J24
  5. 52 SUPER SERIES: RAN SI PORTA AL COMANDO, AZZURRA DEVE ATTENDERE

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=37234

Scritto da Redazione su apr 7 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab