Home » News, Regate, Sport » Concluso a Chioggia il Campionato di Primavera

Concluso a Chioggia il Campionato di Primavera

CHIOGGIA –   Si è conclusa a Chioggia nel weekend la ventitreesima edizione del Campionato di Primavera, organizzato dal Club Amici della Vela con la collaborazione de Il Portodimare.

Sono state tre nel complesso le prove portate a termine nel weekend conclusivo – valido anche come selezione per i campionati nazionali ORC – con delle condizioni meteo completamente opposte: sole,caldo e vento da est con intensità di 10 nodi il sabato, mentre bora -a tratti anche intensa- e pioggia la domenica.

Grande attesa per il debutto, nelle acque di casa – del nuovo modello del cantiere Italia Yachts, il 9.98 già campione mondiale a Barcellona nel 2015 con Low Noise II. Si tratta di Take Five Junior, timonato da Brenno dal Pont.

“Ritengo che possiamo ritenerci soddisfatti – ha commentato il presidente de Il Portodimare e presidente del comitato di regata Gianfranco Frizzarin – Siamo riusciti a portare a termine sette prove (sei per i minialtura n.d.r.), combattute e svolte in qualsiasi condizione meteo, dal poco vento all’aria sostenuta. Sicuramente le imbarcazioni arrivate solo nell’ultimo weekend per la selezione si sono trovate più preparate rispetto alle altre, avendo regatato anche la settimana precedente a Lignano con vento forte.”

È Pax Tibi, l’Italia Yachts 12.98 di Marco Moro, ad aggiudicarsi la vittoria finale in classe dalla ORC 0 alla ORC 2, davanti ad Il Colore del Vento -l’X-55 di Spezzapria Domenico – e a Mister X 3, l’Italia Yachts 13,98 di Finco Filippo.

Nella classe ORC 3 vittoria finale ad Hector X, al termine di un appassionante testa a testa concluso solo in prova 7, che ha visto l’X-35 i Filippi Massimo precedere il gemello X-Real di Federico Servadio. Terza posizione per Arka, il Grand Soleil 37 di Roul Piero e Perini Luciano.
Nella classe ORC 4 e 5 il First 30 Take Five di Rusconi Stefano precede Moretto di Berti Gabriele e Uchuck di Suardi Alessandro.
Nella classifica Overall successo di Hector X che precede X-Real e Pax Tibi.

Campionato incerto ed aperto fino all’ultima prova nella classe miniatura, con un finale al cardiopalmo che ha visto Oca Gialla e Maramao contendersi la vittoria fino all’ultima prova. Situazione in classifica generale terminata con la parità tra gli equipaggi del Circolo Nautico Chioggia e de Il Portodimare, ma che ha visto primeggiare il team dell’Ufo 22 di Scarpa Andrea grazie alla serie di miglior piazzamenti. Seconda posizione quindi per il team dell’Este 24 di Davide Ravagnan e terzo posto per Ariel, il Platu 25 di Desirò Damiano.

Quanto alle classifiche per la selezione ai campionati nazionali ORC nella classe dalla ORC 0 alla ORC 2 prima posizione per il First 40 Canavel Spumanti di Costantin Manuel dello Yacht Club Adriaco, davanti a Blue Sky, il Grand Soleil 43 di Claudio Terrieri e a Pax Tibi, l’Italia Yachts 12,98 di Moro Marco. Nella classe dalla ORC 3 alla ORC 5 Hector X di Filippi Massimo precede X-Real ed Arka.   Nella classifica Overall infine Hector X è primo precedendo di 5 punti Canavel Spumanti e Blue Sky

Leggi anche:

  1. Conclusa la Chioggia – Rovigno – Chioggia
  2. Sailing Endurance Adriatic, i risultati della 60 miglia di Chioggia
  3. Iniziato a Chioggia il Campionato di Primavera
  4. Concluso a Chioggia il Campionato di Primavera – Trofeo San Felice
  5. Campionato Primaverile: la situazione a Chioggia dopo 3 prove

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=37929

Scritto da Redazione su mag 2 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab