Home » News, Regate, Sport » Al via la storica regata Vela d’Oro e il Trofeo Aldo Ferrari Coppa Italia Classe Finn

Al via la storica regata Vela d’Oro e il Trofeo Aldo Ferrari Coppa Italia Classe Finn

VIAREGGIO – E’ un week end molto denso di appuntamenti quello che sta per iniziare al Club Nautico Versilia, il sodalizio presieduto da Roberto Brunetti: nelle giornate di venerdì 17 e sabato 18, infatti, con la collaborazione delle Municipalità di Bastia e Macinaggio, della Lega Navale italiana sez. di Viareggio, dello Yacht Club Livorno e del Club Nautico Bastia, il Club Nautico Versilia organizzerà una nuova edizione della storica Vela d’Oro (regata e veleggiata) mentre in quelle di sabato e domenica, nelle acque antistanti Viareggio e in collaborazione con la Società Velica Viareggina, la Compagnia della Vela di Forte dei Marmi, il CV Torre del Lago Puccini  e il Comitato Circoli Velici Versiliesi, il C.N.V. proporrà il Trofeo Aldo Ferrari – Coppa Italia 2016 riservato alla Classe Finn.

Nella mattinata di venerdì 17, inoltre, le sale del Club Nautico ospiteranno due conferenze stampa: nella prima, prevista per le ore 11 si parlerà della splendida iniziativa “L’estate sta arrivando: Cinemare Versilia ritorna” (cinemareversilia.com). Nella seconda, organizzata a seguire (ore 12), verrà presentato ufficialmente il 1° Raduno Internazionale barche Offshore d’Epoca – Premio barca d’epoca “VBV Legend” che il CNV organizzerà dal 21 al 24 luglio in collaborazione con l’Assonautica Lucca Versilia.

Il Trofeo Vela d’Oro, seconda regata velica del dopoguerra (dopo la Giraglia) che, partendo dall’Italia, toccava le coste di un paese straniero, venne ideato alla fine degli anni sessanta dal Club Nautico Versilia, insieme con lo Yacht Club Livorno ed il Club Nautico Bastia, sul percorso Viareggio-Bastia-Livorno (ad anni alterni Livorno-Bastia-Viareggio) e, con poche interruzioni, si è svolto da allora fino ad oggi coinvolgendo le barche più importanti dell’alto Tirreno e del Mar Ligure e nomi famosi della Vela come Cino Ricci e Giorgio Falk.

La regata sarà articolata su due manches: per venerdì (con partenza alle ore 16) è prevista la Marina di Pisa – Macinaggio, (55 m/m circa) e sabato (partenza prevista alle ore 13) la Macinaggio – Bastia (19 miglia marine circa). Alle regate potranno partecipare le imbarcazioni ORC e Divisione Gran Crociera (per essere inserita in questa divisione una barca non potrà utilizzare carbonio per scafo, albero, vele e boma, deve avere almeno 3 -2 per barche con LOA inferiore a 10 m- delle seguenti caratteristiche: avvolgifiocco o garrocci, rollaranda, ponte in teak completo, elica a pale fisse, alberatura senza rastrematura, salpancore completamente installato in coperta, salpancore in apposito gavone a prua, con ancora e catena di peso adeguato nel medesimo gavone e con una lunghezza di almeno tre volte la LOA, desalinizzatore proporzionato, vele di tessuto a bassa tecnologia -dacron e altre fibre poliesteri, nylon ed altre fibre poliammide, cotone e, comunque, di filati a basso modulo di elasticità tessuti a trama ed ordito senza laminature-, bulbo in ghisa, bow-thruster a vista, armamento in testa d’albero, anno di varo anteriore al 1994, e impianto di condizionamento).

Le classifiche saranno compilate in tempo compensato utilizzando il metodo “time on distance” e il punteggio minimo A4.1 del RR, senza prova di scarto e quelle della divisione Gran Crociera saranno estratte dalle classifiche overall. Le Istruzioni di regata saranno disponibili presso le segreterie dei Circoli dalle ore 16 di mercoledì 15 mentre gli ormeggi saranno disponibili gratuitamente a Bastia dal 18 al 20 giugno e a Macinaggio nel periodo fra le due prove. La premiazione si svolgerà a Bastia alle ore 19 di sabato: saranno premiati i primi tre classificati di ciascuna classe e, al primo classificato overall, sarà assegnato il Trofeo Vela d’Oro.

Anche la veleggiata sarà disputata su due prove, con il medesimo programma della Regata, ma vi saranno ammesse solo le imbarcazioni con L.O.A. maggiore di 9 metri e con la certificazione per la navigazione almeno entro le 12 miglia dalla costa. Le barche, inoltre, non devono avere un certificato di stazza ORC e/o IRC per l’anno in corso e non possono avere a bordo atleti classificati. Le classifiche saranno compilate in tempo reale con la suddivisione definita dal Comitato Organizzatore. Per la classifica finale sarà utilizzato il punteggio minimo A4.1 del RR, senza prova di scarto. Sarà premiato il primo classificato di ciascuna classe.

Ma nel week end la macchina organizzatrice del Club Nautico Versilia non sarà impegnata solamente nel prestigioso appuntamento che fu una delle prime regate veliche italiane in acque internazionali ma anche nel Trofeo Aldo Ferrari, evento riservato alla Classe Finn e valido come quarta tappa della Coppa Italia 2016.

Sabato 18, dopo lo Skipper meeting previsto alle ore 10,30, prenderanno il via le prime regate (primo segnale di avviso ore 11.55) mentre nella serata (ore 20.30) è in programma una cena per i concorrenti. Nella giornata seguente, invece, si completerà il programma delle regate al termine delle quali si svolgerà la premiazione. Sono previste un massimo di cinque prove: non ne potranno essere disputate più di tre al giorno e nessun segnale d’avviso sarà dato dopo le ore 16 dell’ultimo giorno. Verranno premiati i primi tre timonieri classificati, il primo Junior (inferiore ai 18 anni) ed il primo delle categorie Master (fascia d’età fra i 40 e i 50 anni), Grand Master (50 e 60 anni), GrandGrand Master (60 e 70 anni) e Legend (over 70).

Leggi anche:

  1. Coppa Italia vela d’altura 2013
  2. COPPA ITALIA FINN: MICHAEL GUBI (AUT) VINCE LA TERZA PROVA
  3. Trofeo Bertacca classe Finn: vince Enrico Passoni
  4. COPPA DEI MICENEI CLASSE ALTURA E TROFEO “EGIDIO BIANCHI” J24
  5. Coppa Italia Finn 2011: vince Simone Mancini

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=39263

Scritto da Redazione su giu 15 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab