Home » News, Regate, Sport » GLI ASSO 99 IN ACQUA PER FESTEGGIARE IL 30° COMPLEANNO DELLA TRANS BENACO CRUISE RACE

GLI ASSO 99 IN ACQUA PER FESTEGGIARE IL 30° COMPLEANNO DELLA TRANS BENACO CRUISE RACE

LAGO DI GARDA – Domani, sabato 2 luglio, prenderà il via l’edizione numero trenta della Trans Benaco Cruise Race, classico appuntamento velico organizzato dal Circolo Nautico Portese, quest’anno in collaborazione con il North West Garda Sailing, sodalizio sportivo nato dall’unione dei due Circoli di Campione e Limone.

L’elenco iscritti alle 09:00 di questa mattina (venerdì 1 luglio) ha già superato quota 40, con un rullino di marcia ben superiore rispetto alle edizioni precedenti e destinato ad aumentare esponenzialmente nelle prossime ore.

Otto sono gli Asso confermati finora: primo tra tutti il vincitore della scorsa edizione, Assterisco, dell’armatore Piergiorgio Zamboni, che l’anno passato ha trionfato alla Trans Benaco, piazzandosi davanti a imbarcazioni date per favorite, come Melges 32 e altri famosi one-off, messe in crisi da una discesa veloce e impegnativa, con picchi di vento intorno ai 30 nodi. Al timone, sempre lui, Pier Omboni, che di certo non necessita di presentazioni.

Iscritto anche Assatanato-Vetrocar, dell’Associazione Sportiva Blu Planet e timonato dall’imprendibile Ivano Brighenti, appellativo guadagnato nel corso dell’edizione appena trascorsa del Nazionale Open di Classe, dove con quattro prove vinte sulle cinque disputate, ha condotto l’equipaggio verso una vittoria schiacciante. Confermata la presenza del miglior timoniere-armatore di Classe, Diego Petrucci, che, al timone del suo Sir Lancelot, non perde una regata, dimostrandosi un fedele sostenitore dell’Asso e della vela gardesana in generale.

In acqua anche la regale imbarcazione del Principe Luitpold di Baviera, Konig Ludwig, rimessa in sesto dopo il “piccolo inconveniente” della rottura dell’albero, che al Campionato di Brenzone ha costretto l’Asso a ritirarsi dai giochi, sin dalla prima prova. Da sottolineare l’eleganza e la sportività del Principe, che, con l’aiuto del connazionale Ralf Mayr, armatore di Duty’s Pride, è riuscito comunque a portare a termine il Campionato, sostituendo la barca.

Francesca Ferrari, sarà al timone del suo Michelass.Albino Fravezzi timonerà Sconquasso AC&E, dell’armatore veronese Andrea Farina.Iscritto anche Ke Asso, di Massimo Tosi e con Federico Quecchia al timone.Last but not least, l’Asso della Società Canottieri Garda di Salò, Asso di Poppe, sarà timonato dalla giovane promessa del 29er Filippo Amonti, in equipaggio con i suoi compagni di squadra del gruppo di Salò e con gli allenatori, Joshua Camilli e Gianni Boventi, nome ben noto alla Classe.Il primo segnale di avviso per questa 30^ edizione della Trans Benaco Cruise Race, che aprirà la stagione delle Classiche Lunghe Gardesane, è previsto per domani, sabato 2 luglio, alle 9:00.

Si partirà da Portese, per raggiungere Limone e fare ritorno il giorno seguente.Particolarmente ricco risulta essere il programma di eventi collaterali che si svolgeranno tra Limone ed il porto di Portese: sabato, presso il lungolago di Limone, è in programma “La Festa” con musica dal vivo; Domenica 3 luglio, invece, presso il Porto di Portese sono in programma la premiazione della Trans Benaco Cruise Race e della combinata vela/golf, con il concerto di Luca Artioli & la banda dei Sur.

La manifestazione gode del patrocinio della Regione Lombardia, della provincia di Brescia, della Comunità Montana del Parco Alto Garda Bresciano, del Consorzio Lago di Garda Lombardia, della Comunità del Garda, dell’Associazione Italiana Donatori di Organi, dell’AVIS e dell’Associazione Nazionale Trapiantati di Organi, oltre ai patrocini del Comune di San Felice del Benaco, di Limone sul Garda e del Comune di Salò.Main Sponsor dell’evento: Sider Logistic e Global System.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=39716

Scritto da su Lug 1 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab