Home » News, Regate, Sport » Domani le prime regate del Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura

Domani le prime regate del Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura

PALERMO – Ci siamo, l’attesa è finita, per organizzatori e partecipanti: la parola adesso è al mare e al vento di Palermo. Scatta domani, mercoledì 27 luglio, con lo skipper briefing delle ore 9 e con le prime regate sulle boe in programma dalle 13, il Campionato Italiano di Vela d’Altura Trofeo Diesse di Palermo 2016. Un’edizione molto attesa, come testimonia il numero record d’iscritti: il dato ufficiale è di 70 barche partecipanti, giunte da tutta Italia, mai così tante nell’intera storia del tricolore Altomare.

Ci sarà bagarre dunque da domani mattina, con le prime regate e i primi punti pesanti per la classifica. La partenza della prova di esordio è prevista per le ore 13 e le previsioni meteo parlano di tanto sole (ma caldo sopportabile), vento leggero a 6-8 nodi e mare calmo. La flotta di 70 barche è divisa in due categorie in base alla dimensione: Gruppo A (le più grandi) e Gruppo B. Previste due regate. Il campo di regata della giornata inaugurale sarà nel tratto di mare davanti alla città, mentre nei prossimi giorni sono previste regate a giorni alterni anche a largo del golfo di Mondello.

Molti i campioni della vela in regata: ex olimpici come Sandro Montefusco, Lorenzo Bodini, Gabriele Bruni, Matteo Ivaldi; specialisti della vela d’altura come Paolo Cian, Cesare Bressan, Matteo Polli; gli armatori più in vista delle ultime stagioni, a cominciare da Francesco Siculiana, presidente dell’UVAI (Unione Vela d’Altura Italiana, l’associazione degli armatori) con il suo Alvarosky, e poi Andrea Pietrolucci (Milù), Renzo Grottesi (Be Wild), Manuel Costantin (Canevel Spumanti) – questi ultimi guidano la nutritissima flotta arrivata dall’Adriatico – Maurizio Pavesi (Le Coq Hardi), Pino Stillitano (Nautilus XM), Alessandro Burzi (Globulo Rosso), Vincenzo De Blasio (Scugnizza), e tanti altri. Molto atteso anche il confronto tra barche, cantieri e filosofie progettuali.

Per i quasi 1000 velisti partecipanti, poi, c’è un ampio programma di eventi collaterali a terra: spaghettate e degustazioni di prodotti tipici al rientro dalla regata nel villaggio sul porto a La Cala, Crew party, light dinner per gli armatori, premiazione finale sabato 30 alle ore 18.

Insomma ci sarà tanto da dire intorno a questo Campionato Italiano di Vela d’Altura Trofeo Diesse, organizzato dal consorzio Circoli Velici Riuniti Palermo (formato da: Club Canottieri Roggero di Lauria, Circolo della Vela Sicilia, Società Canottieri Palermo, Centro Velico Siciliano, LNI Palermo, Yacht Club Mediterraneo) con la co-organizzazione dello stesso Comune di Palermo.

L’organizzazione è curata dal consorzio Circoli Velici Riuniti Palermo: Club Canottieri Roggero di Lauria, Circolo della Vela Sicilia, Società Canottieri Palermo, Centro Velico Siciliano, LNI Palermo, Yacht Club Mediterraneo, con la co-organizzazione dello stesso Comune di Palermo.

Partner istituzionali sono la Federazione Italiana Vela, l’UVAI (Unione Vela Altura Italiana, l’associazione che riunisce gli armatori di yacht d’altomare), l’ORC (Offshore Racing Congress, organismo internazionale di categoria), Guardia Costiera (il cui apporto al mondo delle regate è sempre determinante), l’Autorità Portuale Palermo, l’ERSU e Assonautica Palermo. A organizzatori e istituzioni si unisce il pool di Main Sponsor capeggiati da Diesse.

Leggi anche:

  1. A PALERMO PER IL CAMPIONATO ITALIANO ASSOLUTO DI VELA D’ALTURA
  2. Campionato Italiano Assoluto di Altura: Extra 1 AFX Capital è campione italiano Classe 2 Crociera-Regata
  3. Campionato Italiano Assoluto di Altura: a Sagola GS il titolo Corinthian del Gruppo B
  4. Campionato Italiano Assoluto di Altura: per Man un avvio convincente
  5. Campionato Italiano Assoluto di Altura: Man riparte da Trieste

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=40298

Scritto da Redazione su lug 26 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab