Home » News, Regate, Sport » GIORNATA DIFFICILE PER GLI AZZURRI ALLE PARALIMPIADI DI RIO

GIORNATA DIFFICILE PER GLI AZZURRI ALLE PARALIMPIADI DI RIO

RIO DE JANEIRO – Programma completato alla perfezione a Rio de Janeiro per le flotte impegnate nella terza giornata di regate delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016, caratterizzata da condizioni di vento forte.

Una giornata difficile per la vela azzurra, che perde posizioni soprattutto nella classe del Doppio Skud 18, a causa di un incidente che ha coinvolto la barca azzurra portata da Marco Gualandris e Marta Zanetti. I due azzurri, a causa del vento in aumento, hanno infatti toccato la pensilina sommersa della barca Comitato, rischiando l’affondamento, prima di essere aiutati dall’equipaggio australiano ed esser successivamente costretti al ritiro nell’ultima prova del giorno. Al momento Gualandris-Zanetti, dopo un totale di sei prove, occupano la sesta posizione della classifica (2-4-7-7-DSQ-DNF), mentre Antonio Squizzato, nell’ambito del Singolo 2.4 mR, è sesto dopo che ieri ha ottenuto un 9-7-4 nelle tre prove disputate.

Tre regate anche per il Triplo Sonar e 14ma posizione per l’equipaggio azzurro formato da Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira, che chiudono la giornata con lo score 13-12-13.

Le regate delle Paralimpiadi di Rio 2016 proseguono oggi, con base logistica sempre al Marina da Gloria e nuovamente tre regate in programma per ogni classe, a partire dalle ore 12 (le 17 in Italia), nelle acque della baia di Guanabara. Sud 18 e 2.4 mR regateranno sul campo di regata Escola Naval, mentre gli Skud sono attesi nel Pao de Azucar.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=41436

Scritto da su Set 15 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab