Home » News, Regate, Sport » Ottimo secondo posto per l’Anemos Team e Vaquita alla 37° Rolex Middle Sea Race

Ottimo secondo posto per l’Anemos Team e Vaquita alla 37° Rolex Middle Sea Race

MALTA – Si è conclusa con un ottimo secondo posto la 37° Rolex Middle Sea Race dell’Anemos Team:  questa notte alle ore 0 59 43, dopo 4 giorni, 13 ore, 4’ e 43” di navigazione, l’equipaggio veneziano che ha come main sponsor la cartotecnica di Varese Prealpi Srl e che ha impegnato a bordo dell’Akilaria 40 AUT49 Vaquita lo skipper Alessandro Fiori -S.V.M.M.Venezia- e Alberto Bergamo -Diporto Velico Veneziano- (entrambi atleti dello Sport Velico Marina Militare e regatanti nelle classi olimpiche, attraverso la società Icspoint, si occupano della formazione velica presso la scuola Navale Francesco Morosini di Venezia e della gestione completa della logistica per programmi velici sportivi di alto livello), Dario Malgarise -Yacht Club Hannibal- e Silvio Sambo -Circolo Nautico di Chioggia- (istruttori federali di vela e regatanti di livello internazionale, tra i più esperti nelle regate d’altura in Italia, due vere icone della Vela in Adriatico), Alessandra Boatto -Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle- e Roberta Fazzana -Compagnia della Vela di Venezia- (fondatrici dell’associazione sportiva dilettantistica Anemos Team, una grande passione per la vela, un passato e un presente da regatanti dalle derive all’Altura, hanno già partecipato a diverse RMSR) ha tagliato il traguardo nella scia del  Pogo 40S2 Talanta.

Grande la soddisfazione a bordo. “E’ stata una bellissima esperienza.- ha raccontato Roberta Fazzana all’arrivo -Siamo rimasti nel gruppo di testa sino a San Vito lo Capo dove purtroppo siamo incappati in un buco d’aria e ci siamo piantati perdendo la prima posizione. Sino a quel momento, infatti, la nostra regata ci era sembrata un match race con Talata. Una successiva rottura del gennaker ci ha ulteriorimente penalizzati facendoci chiudere al secondo posto. Siamo comunque molto soddisfatti, considerando anche il 4° posto nel raggruppamento Class 3 Irc (a soli 5 minuti dal terzo classificato), e il sesto nella Class 3 Orc. Le condizioni meteo marine sono state nel complesso abbastanza buone. La Rolex Middle Sea Race si è confermata molto impegnativa ma di grandissima soddisfazione per tutto il nostro Team.”

L’Anemos Team con Vaquita era partito lo scorso sabato alle ore  11 55 dal Grand Harbour, sotto lo storico Forte Sant’Angelo a La Valletta, incitata come gli altri centoventi equipaggi (venticinque le nazioni rappresentate) dal pubblico numeroso assiepato lungo le vecchie mura che circondano La Valletta. La 37° RMSR, perfettamente organizzata dal Royal Malta Yacht Club, prevedeva la circumnavigazione in senso antiorario della Sicilia con il passaggio dello Stretto di Messina,  poi a nord verso le Isole Eolie (lasciate a sinistra) e il vulcano di Stromboli dove le barche hanno girato a ovest verso le Isole Egadi, passando tra Marettimo e Favignana per dirigersi a sud verso Pantelleria e Lampedusa. Superata Lampedusa, Vaquita ha proseguito a nordest verso il Canale di Comino ed  arrivata nuovamente a Marsamxett Harbour.

In attesa dell’arrivo di tutti gli altri equipaggi e della cerimonia conclusiva delle premiazioni, prevista sabato 29 presso lo storico Mediterranean Conference Centre & Hall a La Valletta, per l’Anemos Team un po’ di riposo e l’occasione per ammirare le bellezze e il fascino di Malta.

Leggi anche:

  1. Disputata la Rolex Coastal Race. L’Anemos Team è pronto per la 37° Rolex Middle Sea Race
  2. L’Anemos Team è pronto per la Rolex Coastal Race e la Rolex Middle Sea Race 2016
  3. CHRISTMAS RACE A PALAMOS: CHERIN-TESEI CHIUDONO CON UN OTTIMO SECONDO POSTO TRA I 49ER
  4. Esimit Europe 2 conquista una storica ‘line honours’ alla Rolex Middle Sea Race 2014
  5. TWT UCOMM SPIEGA LE VELE PER LA 34° ROLEX MIDDLE SEA RACE

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=42595

Scritto da Redazione su ott 27 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab