Home » News, Regate, Sport » PILATI E RUBAGOTTI TERZI NELLA FINALE DELLA RED BULL FOILING GENERATION

PILATI E RUBAGOTTI TERZI NELLA FINALE DELLA RED BULL FOILING GENERATION

NEWPORT – Si è conclusa nei giorni scorsi a Newport la finale mondiale della Red Bull Foiling Generation, con un ottimo risultato ottenuto dai giovani velisti italiani Matteo Pilati e Francesco Rubagotti.

I portacolori della Fraglia Vela Malcesine e della Fraglia Vela Desenzano, già vincitori lo scorso anno della tappa di selezione a Malcesine, sono stati superati solo da Olivia Mackay e Micah Wilkinson (Nuova Zelanda), vincitori assoluti, e da Sébastien Schneiter e Siegwart Grégoire (Svizzera), secondi, concludendo quindi al terzo posto assoluto tra i quindici equipaggi finalisti, ognuno rappresentante un Paese.

Una bella ed importante prova quella di Matteo Pilati (18 anni di Brenzone) e Francesco Rubagotti (20 anni di Chiari), ottenuta a Newport, nel Rhode Island, sede di storiche edizioni della Coppa America, nell’evento ideato nel 2015 da Red Bull per reclutare alcuni dei più talentuosi velisti di tutto il mondo di età compresa tra i 16 e i 20 anni e dare loro la possibilità di prendere parte a una competizione di alto livello.

“Eravamo entusiasti di questa opportunità e di poter navigare con il Flying Phantom. È una barca incredibile, semplicemente fantastica”, il commento di Rubagotti al termine della regata. “Siamo stati onorati di rappresentare la nostra Nazione in una finale mondiale e raggiungere il terzo posto è per noi un grande risultato”.

Leggi anche:

  1. Red Bull Foiling Generation 2016: Mackay e Wilkinson conquistano la vittoria
  2. I vincitori del Meeting della Gioventù ad Alassio
  3. Remuri terzi nella terza tappa del Trofeo dell’Adriatico
  4. PILATI-CECCHIN VINCONO LA REGATA DI SELEZIONE PER IL MONDIALE E L’EUROPEO CLASSE 420
  5. Campionato Italiano Under 16: a Punta Sabbioni sorridono Matteo Pilati e Mattia Duchi

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=42699

Scritto da Redazione su nov 1 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab