Home » News, Regate, Sport » IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SULLE REGATE DELLA CLASSE J24

IL PUNTO DELLA SITUAZIONE SULLE REGATE DELLA CLASSE J24

PORTO ROTONDO – Conto alla rovescia per la sesta ed ultima tappa del Circuito Nazionale J24-Trofeo Francesco Ciccolo 2016 che anche quest’anno decreterà il miglior Timoniere-Armatore e il vincitore del Trofeo Challenge perpetuo (assegnato al primo classificato del Trofeo Nazionale senza considerare gli scarti) istituito in ricordo dell’indimenticabile Presidente della Classe J24 prematuramente scomparso.

Dopo aver disputato quelle a Nettuno, Livorno, Carrara (Campionato Nazionale), Brenzone e Cervia, l’agguerrita flotta del monotipo progettato da Rod Johnstone è pronta per la manche conclusiva: la Coppa Italia che, organizzata dallo Yacht Club Porto Rotondo in collaborazione con l’Associazione Nazionale Classe J24, si svolgerà nel Golfo di Congianus questo fine settimana.

Il programma prevede per oggi il briefing (ore 9), poi le prime regate (ore 11) che proseguiranno domani (sempre con partenza alle ore 11). Sono previste un massimo di tre prove al giorno. La cerimonia conclusiva si svolgerà al termine delle regate presso lo Yacht Club Porto Rotondo: saranno premiati i primi tre J24 classificati e la Coppa Italia sarà assegnata qualunque sia il numero delle prove rese possibili in funzione delle condizioni meteorologiche. Le barche saranno ospitate negli ormeggi messi a disposizione dalla Marina di Porto Rotondo. Oltre all’agguerrita flotta sarda sono attesi il veronese Valhalla-Hotel Verona, armato e timonato da Fabio De Rossi e il carrarino Jamaica armato e timonato dal Presidente della Classe, Pietro Diamanti.

Per la Flotta sarda, la Coppa Italia sarà valida anche come prova della terza tappa del proprio Campionato Zonale: dopo la seconda manche dello Zonale organizzata dal Circolo Nautico Abatax (undici prove disputate da una decina di equipaggi nello acqueo antistante il porto di Arbatax e vinta dal J24 gallurese Vigne Surrau con Nicola Campus ed Evero Nicolini al timone) e la pausa estiva, il campionato si è spostato allo Yacht Club Porto Rotondo con le prove dello scorso ottobre e si concluderà il 26 e 27 novembre. Dopo le prime regate di Porto Rotondo, il Circuito 2016 della flotta sarda vede sempre in testa, con largo vantaggio, il gallurese Vigne Surrau del Circolo Nautico Arzachena seguito da Libarium di Roberto Dessy e da LNI Carloforte armato e timonato da Davide Gorgerino.

Tutto rinviato, invece, nelle acque elbane dove i locali J24 avrebbero dovuto essere protagonisti del II Campionato Invernale Elba Winter Cup organizzato dallo Yacht Club Portoferraio e dalla Lega Navale di Portoferraio con la collaborazione del comitato dei Circoli Velici Elbani e del Porto cantiere Esaom Cesa. Le avverse condizioni meteo marine hanno, infatti costretto il Comitato Organizzatore a rinviare l’apertura dell’Invernale (articolato su otto prove in due manche intervallate dalla pausa natalizia) a domenica 20 novembre.

Le regate proseguiranno domenica 4 e 17 dicembre. Domenica 18, invece, si svolgerà l’eventuale recupero. Si ripartirà il 22 gennaio, il 5 e 19 febbraio e il 5 marzo (il 19 marzo è giornata di recupero). In palio anche quest’anno il trofeo realizzato dalla gioielleria Tamma di Portoferraio, l’anno scorso andata al J24 Miolo do Pan con equipaggio Diversamente Marinai e Circolo Velico di Porto Azzurro, skipper Gambelunghe.

Foto: Marco Trainotti

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=42978

Scritto da su Nov 12 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab