Home » News, Regate, Sport » ALINGHI VINCE A SYDNEY E CONQUISTA IL SUO TERZO TITOLO NELLE EXTREME SAILING SERIES™

ALINGHI VINCE A SYDNEY E CONQUISTA IL SUO TERZO TITOLO NELLE EXTREME SAILING SERIES™

SYDNEY – Il team svizzero di Alinghi si è laureato campione del circuito Extreme Sailing Series™ 2016, ieri, nell’ultima giornata di regate a Sydney. L’equipaggio guidato da Arnaud Psarofaghis ha avuto la meglio sul suo diretto avversario, Oman Air, in un finale di stagione combattuto fino all’ultima prova. Dopo le vittorie del 2008 e del 2014, Alinghi aggiunge al suo palmares il terzo titolo nelle Extreme Sailing Series, il primo a bordo dei catamarani volanti GC32 nell’era dei foil.

Oman Air era arrivato alla tappa finale di Sydney primo in classifica generale con un vantaggio di due punti sugli svizzeri e Alinghi sapeva che l’unica possibilità di vincere il titolo sarebbe stata chiudere l’Act davanti al team omanita. Alinghi ha aperto l’ultima giornata a Sydney con due secondi posti, rafforzando ulteriormente la leadership in classifica provvisoria; ma a metà giornata una serie di risultati a medio punteggio del team svizzero ha riacceso le speranze di Oman Air che riusciva a recuperare terreno grazie a un secondo piazzamento nella quinta prova.

Nel tentativo disperato di spingere Alinghi a commettere un errore, Morgan Larson, skipper di Oman Air, ha dato fondo a tutta la propria esperienza, ma il team svizzero ha resistito a ogni attacco. La vittoria matematica del titolo di Alinghi è arrivata solamente alla fine della penultima prova, quando Alinghi, chiudendo al quarto posto davanti a Oman Air, ha definitivamente messo il punto alla sfida per il primo posto. “Siamo davvero felici e sollevati”, ha detto il co-skipper e timoniere di Alinghi Psarofaghis.

“E’ stata una giornata molto intensa, abbiamo iniziato molto bene ma poi abbiamo fatto un paio di brutte partenze. Abbiamo così riaperto la strada a Oman Air, cosa che volevamo evitare. A metà giornata Oman Air aveva ancora la possibilità di rientrare in gioco per il primo posto, ma fortunatamente abbiamo ripreso a navigare bene. La chiave per noi è stata riuscire a essere veloci al di fuori della flotta”.

Nonostante gli sforzi Oman Air ha dovuto accontentarsi del terzo posto nella classifica della tappa, dietro all’equipaggio danese di SAP Extreme Sailing Team, e del secondo gradino del podio nella classifica generale. “E’ stata una grande giornata di vela, ma purtroppo avevamo un distacco troppo grande da recuperare e Alinghi era davvero in forma”, ha detto Larson. “Le abbiamo provate tutte, riuscendo anche a farli cadere in alcune penalità, ma alla fine sono riusciti sempre a tornare in gara.

L’ideale sarebbe stato arrivare a questo evento con un maggior vantaggio in classifica, per rendere la vittoria di Alinghi molto più difficile, e invece siamo arrivati praticamente testa a testa. Ma non possiamo ritenerci delusi, finire sul podio di questo circuito è sempre positivo”.

Red Bull Sailing Team ha dominato il penultimo giorno a Sydney ma non è riuscito a chiudere l’Act sul podio; ad ogni modo chiude la stagione al terzo posto in classifica generale. Land Rover BAR Academy ha disputato un ottimo evento, reduce dalla spettacolare scuffia del primo giorno e dalla rottura della randa nella giornata di ieri, ottenendo tre podi nelle prove odierne e conquistando il quinto posto sia nella tappa e che in classifica generale.

L’equipaggio neozelandese jolly, RNZYS Lautrec Racing, è riuscito a scalzare Visit Madeira chiudendo in sesta posizione, mentre l’equipaggio locale, Team Australia, ha chiuso la classifica in ottava posizione. L’ottavo Act ha segnato la fine di un anno importante per le Extreme Sailing Series, che ha visto il circuito festeggiare il suo decimo anniversario con il passaggio dagli Extreme 40 ai velocissimi catamarani volanti GC32. Il passaggio alla nuova imbarcazione ha rappresentato una nuova sfida per gli equipaggi, che hanno affrontato le regate stile stadio navigando a velocità incredibili, in alcuni casi fino a 39 nodi, regalando uno spettacolo sensazionale al pubblico in tutto il mondo. “Il foiling ha davvero aggiunto una nuova dimensione a questo sport”, ha commentato Andy Tourell, direttore delle Extreme Sailing Series. “Non credo che avremmo potuto avere un anno migliore di questo, è stato assolutamente sensazionale”.

L’atto finale del 2016 segna anche la conclusione dell’incarico di Phil Lawrence, che negli ultimi sei anni, come Direttore di gara, ha svolto un ruolo fondamentale nel dare forma al più importante circuito mondiale di regate stile stadio. Lawrence, dopo aver contribuito alla realizzazione di una delle tappe più belle del 2016, a Sydney, si unirà al team della Volvo Ocean Race. La stagione 2017 delle Extreme Sailing Series prenderà il via sotto la guida esperta del nuovo direttore di gara John Craig, con il primo Act in programma a Muscat, in Oman, dall’8 all’11 marzo.

Foto Lloyd Images

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=43707

Scritto da su Dic 12 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab