Home » News, Regate, Sport » Invernale Traiano: tre belle partenze, ma poi il vento ha mollato

Invernale Traiano: tre belle partenze, ma poi il vento ha mollato

RIVA DI TRAIANO –  Ancora una giornata nulla al Campionato Invernale di Riva di Traiano, ma con tanti rimpianti, perché si era veramente pensato di poter disputare una bella regata.

”Ci ha tradito ancora il buon Eolo – ha commentato il Presidente del CNRT Alessandro Farassino – che prima ci ha illuso e poi ci ha riportato alla triste realtà di una giornata senza vento, praticamente estiva. Sembra quasi di disputare un campionato primaverile, piuttosto che l’Invernale. Oggi l’unica cosa che ci ha soddisfatto è stato il sole, ma la delusione è stata tanta. Ci avevamo creduto e, a questo punto, non ci resta che programmare il recupero appena possibile. Gli equipaggi in doppio hanno una sola prova valida e quelli in equipaggio ne hanno due. Un po’ poco per il ‘giro di boa’ del Campionato”.

Conferma l’analisi del presidente anche il direttore del Comitato di Regata Fabio Barrasso: ”Sapevamo che la giornata sarebbe stata problematica, perché era previsto che nel primo pomeriggio la situazione del vento sarebbe calata, per poi risalire verso sera. Verso le 12 è incominciata ad entrare un po’ di aria da 160° con una buona intensità, fino a 8/9 nodi. A quel punto abbiamo settato il campo e siamo riusciti a fare tre belle partenze. Il più sembrava fatto, anche perché abbiamo sperato fosse un anticipo del vento previsto in serata. Invece c’è stato il calo, con le barche di testa che erano anche pronte per una eventuale riduzione di percorso, ma con la coda del gruppo che non sarebbe mai arrivata entro il tempo limite.  La scelta è stata quella di annullare per evitare di falsare sia la classifica di giornata sia quella generale”.

Si conclude comunque in allegria questo 2016 di regate, con Pasta Party al Caicco, panettone e auguri nella sede del CNRT.Classifiche ovviamente invariate, con Ulika, lo Swan 45 di Andrea Masi, in testa il classe Regata sia in IRC sia in ORC, l’Hanse 430 Twins di Francesco Sette al comando dei Crociera, il Mescal 959 Giuly del Mar di Ezio Petrolini alla guida della divisione Gran Crociera. Nei “Per 2” guida la classifica  il Sun Fast 3600 Lunatika – NTT Data di Stefano Chiarotti, vincitore dell’unica prova disputata.

Il prossimo appuntamento in acqua è per il 6 gennaio, giorno della classica “Regata della Befana”, dove un meteo come quello odierno sarebbe il vero regalo da trovare nella calza.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=43866

Scritto da su Dic 19 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab