Home » News, Regate, Sport » ON LINE IL BANDO DELLA PALERMO-MONTECARLO

ON LINE IL BANDO DELLA PALERMO-MONTECARLO

PALERMO – Una delle regate più amate del Mediterraneo inizia a svelare i contenuti della prossima edizione: il nuovo bando della Palermo-Montecarlo, organizzata dal Circolo della Vela Sicilia in collaborazione con lo Yacht Club de Monaco e lo Yacht Club Costa Smeralda, è infatti online sul sito palermo-montecarlo.it.

La formula di base non cambia, anche perché ha consentito di mettere a segno uno dei tassi di crescita più veloci e significativi nel panorama velico internazionale. Ben 59 le barche (in rappresentanza di 11 Paesi) iscritte nel 2016: tra loro 6 Maxi, su cui ha campeggiato la presenza del bolide americano Rambler di George David, con Brad Butterworth alla tattica. Per la cronaca, la regata fu vinta da Scricca di Leonardo Servi (in equipaggio) e da Lunatika di Stefano Chiarotti con Giancarlo Pedote (X2).

Confermate dunque le opzioni di partecipazione: in equipaggio, X2 e in solitario. Confermata anche l’adesione al calendario internazionale dell’International Maxi Association-IMA, che include alcune delle regate simbolo del Mediterraneo. Dalla prossima edizione, il comitato organizzatore ha deciso di sensibilizzare il mondo della nautica sul tema della sicurezza in mare, senza in alcun modo diminuire il crescente impegno verso l’aspetto puramente agonistico dell’evento. “Siamo consapevoli di praticare uno sport con molteplici variabili, ma abbiamo l’obbligo di ridurre i rischi per i partecipanti al minimo possibile”, dice il Presidente del Circolo della Vela Sicilia, Agostino Randazzo. Di qui la decisione di attuare un piano pluriennale legato alla sicurezza.

Dal 2017, quindi, sarà obbligatorio che almeno un componente dell’equipaggio possieda la certificazione del World Sailing Offshore Personal Survival Traning Course. “Naturalmente non lasciamo i nostri regatanti al buio, ma abbiamo già individuato un percorso che permetta a tutti gli interessati di frequentare un corso nei prossimi mesi”, assicura Alfredo Ricci, Regatta Director della manifestazione. Il programma prevede di organizzare l’ultimo corso a Palermo nei giorni 18 e 19 agosto, proprio a ridosso dell’inizio della regata. “Questo corso sarà aperto ad un massimo di 16 partecipanti, per cui stiamo preparando anche un elenco delle associazioni che organizzano questi corsi durante l’anno, per permettere agli interessati di potersi organizzare in tutta tranquillità”, conclude Ricci.

Dal punto di vista del programma, la scaletta è in linea con le edizioni precedenti, con l’apertura del Regatta office fissata il 18 agosto. Vento permettendo, le vele si spiegheranno nel bellissimo Golfo di Mondello alle ore 12 di lunedì 21 agosto in direzione Porto Cervo, dove sarà posizionato il cancello volante. Lì sarà cruciale la decisione se lasciare la Corsica a dritta o a sinistra prima di far rotta verso Montecarlo. La premiazione nella sede dello Yacht Club de Monaco è in calendario la sera del 26 agosto. Il sito internet sarà costantemente e puntualmente aggiornato con le ultime news e curiosità varie, come la storia della regata, l’albo d’oro e la prestigiosa storia del Circolo della Vela Sicilia, che affonda le sue origini nel lontano 1933. Lo stesso dicasi per i social media della regata.

Leggi anche:

  1. PRIME ISCRIZIONI ALLA PALERMO-MONTECARLO
  2. A UNA SETTIMANA DALLA PARTENZA DELLA PALERMO-MONTECARLO
  3. 10 anni di Palermo-Montecarlo
  4. IL CIRCOLO DELLA VELA SICILIA FESTEGGIA 80 ANNI CON LA COPPA AMERICA E LA PALERMO-MONTECARLO
  5. Palermo-Montecarlo: line honour per Esmit Europa 2

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=44208

Scritto da Redazione su gen 6 2017. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab