Home » News, Regate, Sport » Be Wild e Sarchiapone si aggiudicano la prima edizione della Coppa Adriatico

Be Wild e Sarchiapone si aggiudicano la prima edizione della Coppa Adriatico

CHIOGGIA – Si conclude con tre splendide prove la prima edizione della Coppa Adriatico, la nuova manifestazione organizzata da Il Portodimare in collaborazione con Velaveneta.it e con la partnership logistica di Darsena le Saline ed il patrocinio del Comune di Chioggia, che si è svolta nel fine settimana.

La manifestazione, valida anche come qualificazione al prossimo Campionato Italiano Assoluto d’Altura che si disputerà a giugno a Monfalcone, ha richiamato l’attenzione di alcuni tra i più forti equipaggi del panorama velico nazionale provenienti da gran parte della costa adriatica da Civitanova Marche fino a Trieste.
Sole, vento da ovest e delfini hanno accolto i regatanti nella giornata inaugurale di sabato, che ha visto lo svolgimento di tre prove ed il dominio incontrastato con tre vittorie in tre prove sia di Be Wild, lo Swan 42 di Renzo Grottesi in classe ORC 0 e 1  sia di Sarchiapone, l’Italia 9.98 Fuoriserie di Roberto Dubbini in classe ORC 3. Al rientro presso Darsena le Saline armatori ed equipaggi sono stati accolti presso l’elegante piscina del porticciolo turistico con l’aperitivo di benvenuto offerto da Conselve – Vigneti e Cantine accompagnato da un buon piatto di pesce fritto tipico.

Nulla da fare invece per quanto riguarda la giornata di domenica, con il vento che resta troppo debole e che risente delle perturbazioni di passaggio in nottata. Solo dopo qualche ora di attesa il comitato di regata fa differire tutte le prove in programma nella giornata.
Le classifiche vengono quindi completate dal First 40 Rebel di Costantin Manuel e dall’Italia 12.98 Pax Tibi di Marco Moro in classe ORC dalla 0 alla 1 e dall’ X-35 Hector X di Filippi Massimo seguito dall’Italia 9.98 Fuoriserie Take Five jr in classe ORC 3.

A prendere la parola per primo nel corso della cerimonia di premiazione è Stefano Genova, alla sua prima uscita da presidente de Il Portodimare: “Una prima edizione della Coppa Adriatico con regate meravigliose, molto tecniche e sicuramente costruttivo. Sono molto contento e felice della riuscita di questa nuova competizione che ci auguriamo possa essere solo la prima di una lunga serie”.
“Per noi – spiega l’armatore di Be Wild Renzo Grottesi – si è trattato del debutto stagionale, siamo venuti a Chioggia per allenarci in vista delle prossime partecipazioni al Campionato Italiano Assoluto d’Altura e al successivo Campionato del Mondo ORC. Direi che è andato tutto bene e siamo molto soddisfatti di come sia iniziata la stagione”.

A commentare la vittoria nella classe ORC 3 è Roberto Dubbini, armatore dell’Italia 9.98 Fuoriserie Sarchiapone:”La chiave di questa vittoria è sicuramente la barca veloce, soprattutto con aria leggera, ma anche del suo equipaggio formato da giovani e meno giovani che vengono da diverse stagioni di regate anche su barche più grandi e finalmente stanno trovando il giusto assetto a bordo della barca”.
La Coppa Adriatico è organizzata da Il Portodimare con la collaborazione di Darsena le Saline e Vela Veneta, sotto l’autorità della Federazione Italiana Vela e dell’UVAI. Parter della manifestazione sono: Conselve – Vigneti e Cantine, Banca Patavina e Nanoprom.

Leggi anche:

  1. Nel weekend a Chioggia la prima edizione della Coppa Adriatico
  2. Coppa Adriatico: meno di un mese al via
  3. Coppa Adriatico, pubblicato il bando della novità targata Il Portodimare
  4. Maramao e Serbidiola si aggiudicano il Trofeo Leon 2015
  5. CONCLUSA LA PRIMA EDIZIONE DELLA ROLEX SWAN CUP CARIBBEAN

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=47101

Scritto da Redazione su mag 15 2017. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab