Home » News, Regate, Sport » RC44 PORTO CERVO CUP: KATUSHA SI PORTA AL COMANDO

RC44 PORTO CERVO CUP: KATUSHA SI PORTA AL COMANDO

PORTO CERVO – Il secondo giorno della RC44 Porto Cervo Cup, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda, ha visto lo svolgimento di tre prove con vento di Maestrale tra i 10 e gli oltre 20 nodi, reso instabile e in rotazione verso ovest dai “groppi temporaleschi” che hanno interessato sia l’entroterra che il campo di regata. Al comando Katusha su Cereef e Peninsula Petroleum.

Non si è visto un team in particolare evidenza durante la giornata, ogni prova ha avuto un differente vincitore e sono stati molti i cambi di posizione nel corso delle tre regate. Le barche che si sono aggiudicate il miglior risultato parziale sono state rispettivamente Cereef, Katusha e Aqua, le quali hanno tuttavia realizzato punteggi più alti nelle altre prove, uniformando così la classifica.

Dopo la seconda regata erano ben tre gli yacht al comando a pari punti: Katusha, Cereef e Peninsula Petroleum. Ma nella prova finale solo Katusha (Novoselov/Horton) ha limitato i danni con un quarto posto che le ha consentito di portarsi al comando della classifica provvisoria con due punti di vantaggio sul secondo Cereef (Lah/Stead). Team Aqua, in questa occasione timonata dal tre volte campione mondiale Farr 40, Jim Richardson con Cameron Appleton alla tattica, ha vinto l’ultima prova totalizzando il secondo miglior punteggio odierno con 3-7-1 che la portano a risalire in classifica.

Nika, (Prosikhin/Pepper), sembrava lanciata verso un bel risultato dopo il 2-2 iniziale, ma ha sprecato tutto chiudendo al nono posto la terza prova. La barca leader della prima giornata, Peninsula Petroleum (Von Appen/Vascotto) è invece scivolata in terza posizione a causa di una penalità rimediata nella bagarre al gate di poppa della prima regata e per una partenza anticipata nella terza. Tuttavia il team ha reagito bene, sempre in costante recupero e si trova a soli tre punti dal leader provvisorio.

Matteo Auguadro, prodiere su Ceeref: “Nella prima regata abbiamo fatto un gran recupero, soprattutto nei lati di poppa, quando da settimi siamo andati a vincere. Nelle altre due prove, viceversa, siamo invece scesi nelle retrovie dopo due buoni avvii. Oggi avremo lasciato per strada circa sei punti, ma anche gli altri hanno qualche rimpianto”.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=48153

Scritto da su Lug 1 2017. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab