peyrani
Home » Altro, News, Sport » CAMPIONATI MONDIALI PER CLUB: DICIANNOVE DRAGON BOAT CAMPIONI SUI 200 METRI SPRINT

CAMPIONATI MONDIALI PER CLUB: DICIANNOVE DRAGON BOAT CAMPIONI SUI 200 METRI SPRINT

VENEZIA – Sguardi puntati sui 200 metri sprint e 19 titoli assegnati oggi a Venezia nella terza giornata dei “Campionati Mondiali per Club di Dragon Boat”.
Gli atleti hanno dato vita a 46 gare, con la prima parte della mattinata riservata ai mini dragon a 10 posti: nel Junior misto vittoria per i moldavi del Vulturi “A” (1’02”64) – sesti i bellunesi del Canoa Kayak Auronzo Misurina – puntuali al bis anche nella finale maschile (59’83”), con Hong Kong “A” e i cechi del Dragon Force a spartirsi le altre medaglie.

Dopo l’oro e l’argento di mercoledì le donne dell’equipaggio di casa delle Università di Venezia (Ca’ Foscari e IUAV) si sono prese l’oro nella categoria Master 50+, avendo anticipato sul traguardo di appena due centesimi (1’07”56 il crono vincente) le tedesche del Wuppertal Drag Attack; nella stessa gara terza la Canottieri Comunali Firenze, medagliata d’argento anche nel Social 60+ maschile alle spalle del Retroaktiv Dragons. Quest’ultimo team ungherese ha concesso il bis nel “Misto Social 60+ e Studenti” in 1’06”26, salendo in cima al podio completato da due club italiani, I Dragonauti Cagliari e di nuovo la Canottieri Comunali Firenze.

Passando ai dragoni 20 posti sono stati poi assegnati sei titoli, a partire dalle donne Senior con le tedesche del Ruhrpottboot davanti a tutte restando sotto il minuto in 59”05 (quarta l’Università di Venezia). Tra gli uomini successo Senior per gli ucraini Otaman (45”54) – giù dal podio il The Core Canottaggio Sabaudia –, nel Master 40+ oro gli ungheresi Dunai Sarkanyok Vac (47”96), mentre nel Junior altro successo moldavo con il Vulturi “A” (55”84) davanti ai trevigiani del Canoa Club Sile. Ancora Otaman (50’82) a segno nel Senior misto, imitati dai connazionali ucraini del Mala Flotylya (52’28) nel Master 40+ misto.

Nel pomeriggio spazio di nuovo ai mini dragon con tre finali Senior e cinque Master. Nei Senior vittoria dei russi degli Shtorm (57’16”) tra gli uomini, Mala Flotylya (1’12”66) tra le donne (bronzo per le iraniane del Sokkan) e i tedeschi Green Dragons (56”51) nel misto. Passando ai Master, nei 50+ misti sorrisi per i tedeschi del Team Preussen-Potsdam (1’10”12), nei 40+ misti per gli ucraini del Khimik Yzhny Odessa (1’06”26), nei 50+ uomini ancora primi gli Shtorm (1’03”71), nei 40+ donne secondo oro di giornata per l’Università di Venezia (1’22”34), infine nei 40+ uomini successo per gli ungheresi Romi Kksk Budapest (55”06).

Leggi anche:

  1. PARTITI A VENEZIA I CAMPIONATI MONDIALI PER CLUB DI DRAGON BOAT
  2. CAMPIONATI MONDIALI PER CLUB DI DRAGON BOAT: INAUGURATI CON LA SFILATA DEI 1600 ATLETI
  3. CAMPIONATI MONDIALI PER CLUB DI DRAGON BOAT: OTTO GIORNI ALL’ATTESA KERMESSE
  4. CAMPIONATI MONDIALI DI DRAGON BOAT PER CLUB: VENEZIA 3-8 SETTEMBRE 2017
  5. DRAGON BOAT: L’ITALIA CONQUISTA L’ACCESSO AD ALTRE 6 FINALI SUI 200 METRI

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=49332

Scritto da Redazione su set 8 2017. Archiviato come Altro, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab