Home » Altro, News, Sport » NEL SUGGESTIVO ARSENALE DI VENEZIA CON 22 TITOLI SUI 2000 METRI PER CLUB DI DRAGON BOAT

NEL SUGGESTIVO ARSENALE DI VENEZIA CON 22 TITOLI SUI 2000 METRI PER CLUB DI DRAGON BOAT

VENEZIA – La splendida e suggestiva cornice dell’Arsenale, storico cuore dell’industria navale di Venezia, ha fatto da teatro alla quarta e conclusiva giornata dei “Campionati Mondiali per Club di Dragon Boat-Venezia 2017”. Ventidue i titoli iridati assegnati sulla distanza lunga “ad inseguimento” dei 2000 metri, con gli equipaggi provenienti da Ucraina e Germania a fare la voce grossa, ma anche con i team italiani (Università di Venezia in primis) a battersi con onore conquistando medaglie d’oro e podi.

Nel dettaglio, partendo dai dragoni a 20 posti, nella categoria Senior subito doppietta per gli ucraini diOtaman, primi nel maschile in 7’01”17 (terzo The Core Canottaggio Sabaudia) e nel misto in 7’20”10 (quarto The Core Canottaggio Sabaudia, decima Etruria Dragon), mentre nel femminile si è imposto l’SV Union Boeckingen-Neckardrachen (Germania; 8’04”63) con l’Università di Venezia medaglia di bronzo. Nella categoria Master sempre Ucraina nel 50+ maschile con successo della Dinamo in 7’29”29 (terza la Canottieri Comunali Firenze) e ancora Germania nel misto con il Team Preussen-Potsdam(7’57”77) davanti alla Canottieri Comunali Firenze; nel Master 40+ maschile oro russo con gli Shtorm(7’08”18), nel misto invece altro primato per i tedeschi dell’SV Union Boeckingen-Neckardrachen(7’23”25). Soddisfazione nel Junior uomini per i moldavi del Vulturi “A” (7’45”52), infine nelle Donne in Rosa il Trifoglio Rosa/Pink Butterfly (10’26”30) l’ha spuntata sul Kayak Canoa Cordenons.

Nel pomeriggio è stata la volta dei mini dragon (10 posti): partendo dai Senior altra doppietta per Otaman(Ucraina; 7’56”99 nel misto e 7’30”59 nel maschile) e guizzo di Sv Union Boeckingen-Neckardrachen(Germania; 8’52”75) tra le donne. Nei Master nel 50+ primo posto nel misto per gli ungheresi Dragon Aqua Se (8’40”87), per Shtorm (Russia; 7’42”91) nel maschile e per le padrone di casa dell’Università di Venezia (9’00″74). Nei Master 40+ festeggiano gli ucraini del Mala Flotylya (8’03”93) nel misto, tra le donne Sv Union Boeckingen-Neckardrachen (Germania; 8’56”86) – davanti all’Università di Venezia (8’57”23) –  e i soliti imprendibili ucraini di Otaman (7’49”12) tra gli uomini. Tra gli Junior uno-due delVulturi “A” nel misto (8’07”08) e tra gli uomini (8’02”01), nei Social 60+ maschili exploit della Canottieri Comunali Firenze (9’02”09). Infine tra le Donne in Rosa chiusura d’oro per le Pink Butterfly (10’15″02).

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=49356

Scritto da su Set 9 2017. Archiviato come Altro, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab