Home » News, Regate, Sport » IL CENTRO VELICO CAPRERA E WE WILL CARE ONLUS AL TROFEO MARIO FORMENTON

IL CENTRO VELICO CAPRERA E WE WILL CARE ONLUS AL TROFEO MARIO FORMENTON

MILANO – Il Centro Velico Caprera e We Will Care Onlus sono fra i protagonisti della trentesima edizione del Trofeo Mario Formenton, la regata velica più affascinate dell’estate, in programma il 20 agosto. In un clima di condivisione e sano agonismo, questo appuntamento vede sfidarsi imbarcazioni di ogni tipo e skipper di ogni livello in uno spettacolare percorso che da Porto Rafael si snoda per circa 21 miglia, fra Barrettini, Budelli, Spargi, Punta Paganetto e Porto Pollo.

Per l’occasione, il Centro Velico Caprera schiera sulla linea di partenza tre imbarcazioni: una di queste partecipa con un equipaggio d’eccezione, costituito da due suoi istruttori e quattro allieve che si sono formate alla vela aderendo al programma “Pazienti a Bordo”, il progetto realizzato grazie a una collaborazione con l’UniversitàStatale di Milano, l’Istituto Europeo di Oncologia e We Will Care Onlus, l’associazione che promuove il supporto psicologico dei pazienti oncologici e dei loro familiari, con l’obiettivo di elaborare metodologie all’avanguardia destinate al recupero emotivo di chi ha vissuto l’esperienza di un tumore.

“Pazienti a Bordo” coniuga un percorso di psicoterapia con l’impatto emotivo dell’esperienza velica e ai benefici emozionali e fisici dello straordinario paesaggio de La Maddalena. Il progetto, infatti, dimostra la possibilità di un innovativo approccio psicologico alla cura del paziente oncologico che sfrutta le metafore offerte dallanvela e dal mare per lavorare sulla ricostruzione emotiva dell’individuo. Il vento cambia, il mare è imprevedibile, ma è necessario imparare a tenere la rotta: questo è lo spirito che bisogna adottare durante l’esperienza di malattia per attraversarla e superarla al meglio. E il successo è dimostrato proprio dalla partecipazione di questo team al Trofeo. Le quattro allieve sono infatti riuscite a confrontarsi con se stesse e il mare nell’ambitodella scuola di vela, arrivando così a prendere parte a uno degli eventi più coinvolgenti della nautica in Italia.

Non resta che aspettare il 20 agosto per augurare buon vento ai team del Centro Velico Caprera, con la speranza che i suoi equipaggi si distinguano nell’area di regata come è accaduto durante la scorsa edizione, quando il Centro Velico Caprera ha conquistato il primo e il secondo posto nella sua classe.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=55835

Scritto da su Ago 12 2018. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab