Home » Italia, News, Regate, Sport » Garmin Marine Roma per 2: la potenza di “endlessgame” e l’estro di “Tintorel”

Garmin Marine Roma per 2: la potenza di “endlessgame” e l’estro di “Tintorel”

Partiti prima i solitari, con Michel Cohen che ha messo la prua del suo Figaro davanti a tutti, poi la flotta, con endlessgame che è partito di potenza staccando tutti

Roma– Un vento “su ordinazione” ha baciato la partenza della Garmin Marine Roma per 2 di oggi, sabato 6 aprile 2019, avvenuta alle 12:00 per i solitari, ed alle 12:15 per i “per2” e gli equipaggi. La giornata era infatti bellissima, quasi estiva, con un sole a picco e oltre 20 gradi che rendevano dolce il distacco da terra degli equipaggi, accompagnati, come sempre, da amici e familiari.

Sotto la torre era ormeggiato l’equipaggio più aggressivo, quello del Red Devil Sailing Team che a bordo del Cookson 50 “endlessgame” inizia qui la sua stagione in difesa del titolo italiano offshore. Ma ancora a terra i “Diavoli Rossi” erano tra gli equipaggi più impegnati a salutare frugoletti che saltellavano in banchina al grido di “Ciao papà”. Poi, una volta in acqua, si sono ricordati di essere diavoli ed hanno bruciato tutti partendo decisamente in testa a questa XXVI edizione della Garmin Marine Roma per Tutti, baciata dal sole e da un ponente da 240° di 8/9 nodi alzatosi improvvisamente solo 10 minuti prima di iniziare le procedure di partenza.

Vento che, insieme alla voglia di vincere, ha giocato un brutto scherzo a Panta Rei, Sexi Too e Lima Fotodinamico, che hanno messo la prua davanti alla boa ben prima del segnale. Tre OCS indiscutibili che hanno costretto i tre impazienti skipper a ritornare indietro e rifare la partenza. Un quarto d’ora prima della flotta erano partiti i solitari, per consentire loro una maggior libertà di manovra.  Il più aggressivo e quindi primo sulla linea, è stato il francese Michel Cohen (arrivato solo nella notte a Riva) con il suo Figaro 2 Tintorel.

Soddisfatto il Presidente del CNRT Alessandro Farassino: “Bella partenza, tante barche competitive ed un meteo che promette di regalarci una regata maschia. Alcuni faranno molto presto a  coprire le 535 miglia della Roma e poi ci sono equipaggi fortissimi anche per le 218 miglia della Riva. Penso che le bottiglie di spumante andranno tolte dal frigo molto presto”.

Esprime la propria soddisfazione anche il Direttore di corsa Fabio Barrasso, che sottolinea la regolarità della partenza dopo i 3 OCS, e constata come le previsioni meteo per la partenza siano state confermate:” Il vento doveva entrare e così è stato proprio quando era previsto. 7/8 nodi con sole e mare calmo hanno reso spettacolare l’avvio anche perché in queste condizioni le barche grandi hanno una bella spinta. Per i prossimi giorni le previsioni per tutto il bacino del Mediterraneo sono a macchia di leopardo.

Si troveranno condizioni di pioggia, di mare e di vento ma non oltre i 30 nodi, condizioni che sono perfettamente gestibili da parte dei regatanti. CI saranno però anche situazioni molto più soft, e speriamo non molte bonacce, per averli al più presto di nuovo qui a Riva di Traiano e complimentarci con loro”.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=59899

Scritto da su Apr 6 2019. Archiviato come Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab