Home » News, Regate, Sport » Seconda giornata dei Campionati Europei RS:X a Palma di Maiorca

Seconda giornata dei Campionati Europei RS:X a Palma di Maiorca

PALMA DI MAIORCA – Dopo la prima giornata di ieri, estremamente variabile dal punto di vista meteorologico, con frequenti salti di vento sia in termini di direzione che intensità, la situazione a Palma di Maiorca non sembra ancora stabilizzata. Le condizioni meteo di questa giornata confermano quanto il campo di regata di Palma non sia da prendere alla leggera, ennesimo fattore che si va ad aggiungere all’elevato tasso tecnico dei partecipanti e alla consistenza numerica. La strada è ancora lunga per arrivare alle Medal Race e qui si vedono i risultati delle lunghe sessioni di allenamento invernali.

Condizioni rivelatesi poi impegnative anche per il comitato di regata che ha tenuto i ragazzi in acqua per oltre 7 ore riuscendo a dare tre prove per i giovani e due per i senior. A Palma oggi, infatti, la brezza ha tardato molto a consolidarsi e i continui salti hanno reso la regata particolarmente difficile.

Nella categoria maschile, dopo la brillante partenza del primo giorno, momentaneo capovolgimento di fronte con la classifica guidata dai due francesi Luis Giard e Pierre LeCoq. Quarta posizione per Daniele Benedetti (S.V. Guardia di Finanza) (14, 19) e ottava per Luca Di Tomassi (LNI Civitavecchia) (21, 12) che però mantiene un ottimo secondo posto nella classifica U21. In rimonta Mattia Camboni (G.S. Fiamme Azzurre) (13, 1) che è ora al diciassettesimo posto, ma autore di una vittoria nella seconda prova di oggi.

Tra le donne, dopo due sole regate, rimescolamento delle prime tre posizioni con la francese Pincon che si posiziona in testa sia nella categoria Open che in quella europea davanti all’israeliana Noy Drihan e la cinese Yue Tan. Marta Maggetti (S.V. Guardia di Finanza), quinta nella classifica open, diventa terza nella ranking per l’europeo con un ottavo – che scarta – e un quarto di giornata. 15ma e 16ma posizione rispettivamente per Flavia Tartaglini (S.V. Guardia di Finanza) (12, 10) e Veronica Fanciulli (C.S. Aeronautica Militare) (9, 12) nella classifica Open. (12 e 13 eur). 26ma piazza per Laura Linares (CC Roggero Lauria).

Sul fronte degli Under 21, Giorgia Speciale (CC Aniene) chiude 37ma nella classifica Open e scivola di una posizione per la corsa all’europeo (6 eur). Negli Under 19 maschili, dopo le tre prove di giornata previste, Nicolò Renna (CS Torbole) continua con ottimi parziali di giornata (4, 1, 3) e rientra nella zona alta della classifica in settima posizione, pur penalizzato dal DSQ della regata di ieri. Nella stessa Classe, Giorgio Stancampiano (CC Roggero Lauria) è diciottesimo (3, 9 e 23) anch’egli autore di due ottime prove.

Sul campo U19 femminile, anche qui con tre prove di giornata: le tre ragazze Marta Monge (CN del Finale), Aurora De Felici (Windsurfer Shilling Center) e Allegra Ardizzone (CC Roggero Lauria), si alternano in classifica e chiudono la seconda giornata di regate rispettivamente 19, 21 e 32. Le regate, nella speranza generale di un meteo più benevolo e meno capriccioso, proseguono domani con il primo segnale previsto per le ore 11.

Leggi anche:

  1. CAMPIONATI EUROPEI RS:X: Tutto pronto a Palma di Maiorca
  2. Sole e vento a Palma di Maiorca per la quarta giornata di regate
  3. LA SECONDA GIORNATA DEI CAMPIONATI EUROPEI DELLE CLASSI OLIMPICHE 470, FINN ED RS:X
  4. LA PRIMA GIORNATA DEI CAMPIONATI EUROPEI 470, RS:X E FINN
  5. Terza giornata di regate a Palma di Maiorca per il Trofeo Princesa Sofia Iberostar

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=60121

Scritto da Redazione su apr 11 2019. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab