Home » Italia, News, Regate, Sport » AL VIA LA STAGIONE EUROPEA DELLA MELGES 20 WORLD LEAGUE 2019

AL VIA LA STAGIONE EUROPEA DELLA MELGES 20 WORLD LEAGUE 2019

Villasimius- Dopo l’esordio stagionale della flotta Melges 32 l’Italia e Villasimius tornano protagonisti per accogliere il primo appuntamento continentale della Melges 20 World League 2019 di cui Helly Hansen è partner tecnico.

Il circuito internazionale della Melges 20 World Legue ha già completato quattro dei propri quindici eventi 2019 tra cui il Campionato del Mondo di Miami in cui hanno trionfato i colori azzurri con Stig di Alessandro Rombelli. La sfida si sposta ora in Mediterraneo per quella che si preannuncia come une delle edizioni più spettacolari ed incerte, dall’elevatissimo tasso tecnico in ragione della presenza di equipaggi titolati e tutti con il medesimo e unico obiettivo.

Tra le boe si confronteranno infatti molti Campioni di questa classe che vantano nelle proprie bacheche allori pesantissimi che hanno marcato le carriere vincenti di ognuno. Mai come oggi è impossibile stilare un pronostico nel duello che scatterà venerdì 26 aprile, per tre giorni consecutivi di regate, sullo spettacolare campo di regata di Villasimius.

Presente al via il Campione del Mondo in carica Stig nonché il detentore della Melges World League 2018 il russo Nika di Vladimir Prosikhin. Confermate le presenze del vincitore della serie europea e vicecampione del mondo 2018 Brontolo dell’italiano Filippo Pacinotti, del pluridecorato (già Campione Melges World League e Campione Europeo Melges 20) Russian Bogatyrs di Igor Rytov e di Fremito d’Arja (vincitore della Gold Cup nel 2012 e costantemente ai vertici della classe).

Ma l’elenco dei candidati alla vittoria di tappa e di circuito europeo è davvero ampio e di questo fanno parte i nomi, ad esempio, di Raya di Matteo Marenghi Vaselli e di Synergy di Valentin Zavadnikov (entrambi portacolori dello Yacht Club de Monaco), nonché quelli della famiglia Giannattasio con padre (Luigi) e figlio (Pierluigi) che proveranno a portare rispettivamente Boogie e Mendieta nelle posizioni di vertice delle classifiche di tappa e della ranking di circuito. Un altro altro “derby” in famiglia sarà quello tra Pietro Loro Piana (al timone di Gone Squatching) e Franco Loro Piana (con Sease).

La Melges 20 World League European Division vedrà impegnata la flotta nell’arco dei prossimi sei mesi in sei appuntamenti: dopo Villasimius la flotta farà rotta su Puntaldia (24 – 26 maggio) per raggiungere quindi Marina di Scarlino (24 – 26 giugno), Riva del Garda (12 – 14 luglio) e Malcesine sede del doppio evento con il Russian Open (7-8 settembre) e con il Melges 20 European Championship 2019 (10-14 settembre).

Come per la Melges 32 World League, anche la stagione europea della Classe Melges 20 propone conferme nel proprio format di successo che si amplia con la presenza di un consistente pool di partners protagonisti nel successo della serie continentale che, ancora una volta e sempre a gran voce, diffonde il messaggio di One Ocean Foundation adottando la Charta Smeralda.
Oltre ai confermati top partners North Sails, Helly Hansen, Tirrenia e Garmin, gli eventi continentali della Melges World League possono contare da quest’anno, tra gli altri, anche sul supporto di Quantum Sails e di La Thuile quest’ultima presente con un doppio premio speciale per entrambi i vincitori sia Melges 20 che Melges 32.

Leggi anche:

  1. Melges 20 World League, il Lightbay Sailing Team si affida a Kindako
  2. Melges 20 World League: Per Caipirinha è il momento della Sardegna
  3. Melges 32 World League A Villasimius Caipirinha è super protagonista
  4. Melges 32 World League: Calvi Network risale la classifica nella brezza leggera della seconda giornata
  5. Melges 32 World League: Calvi Network pronto al rientro nella classe Melges 32

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=60558

Scritto da Redazione su apr 25 2019. Archiviato come Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab