Home » Altro, Italia, News, Sport » A Caorle (VE), “dimezzata” per maltempo la 2^ tappa del Campionato Italiano MOTO D’ACQUA 2019

A Caorle (VE), “dimezzata” per maltempo la 2^ tappa del Campionato Italiano MOTO D’ACQUA 2019

Sul litorale veneto di Caorle – Duna Verde, si è chiusa, oggi domenica 19 maggio, la 2^ tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua delle classi Circuito, Freestyle, Endurance e del C.I. Spark.

Una manifestazione ben organizzata, nonostante le avverse condizioni meteo marine che hanno perturbato l’intero weekend.

Ieri, la pioggia battente non ha però fermato i piloti, che sono riusciti a correre le 1^ manches di gara di tutte le categorie e a effettuare le qualifiche previste per la Spark Giovanile; oggi purtroppo le avverse condizioni del mare non hanno assolutamente consentito ai piloti di poter scendere in acqua per disputare le seconde manches di gara.
Al termine della manifestazione di Caorle sono stati dunque tenuti validi i punteggi acquisiti nelle prime manches del sabato: nelle classi Ski, vittoria  di Daniele Piscaglia (H2O Racing Team) nella F1; Piscaglia si è imposto rispettivamente su Andrea e Ugo Guidi.

Andrea Guidi (Jet Revolution) ha invece incamerato la gara della Ski F2, regolando proprio Daniele Piscaglia e Fabrizio Calzi (2° e 3° classificati).

Nella classi Runabout, vittoria di Manuel Reggiani (3Zero3 Jet Ski Racing Team), che ha lasciato il secondo e il terzo gradino del podio della Run. F1 rispettivamente a Lorenzo Benaglia e a Giuseppe Greco. Nella F1 Veterans si è imposto Richard Ingarra (Fly Motor Show) su Andrea Pazzini, 2° classificato.

Nella F2, primo successo stagionale per Sabato Pontecorvo; il pilota della Fly Motor Sport ha regolato rispettivamente Nicola Cabras e Mattia Tiozzo Pagio.

Gare più movimentate nella Runabout F4; tra gli uomini la vittoria di giornata è andata a Paolo Noris (Ass. Mot. Ligure); secondo gradino del podio per Antonio Pontecorvo; terzo classificato Paolo Paesani. La gara della F4 Femminile, segnata da diversi ritiri, ha visto invece a punti una sola pilota: Sonia Carrara del Jet-Fly Aquabike.

Nel Freestyle, successo per Roberto Mariani (Jet Revolution) che si è imposto su Alberto Camerlengo e su Antonio Pontecorvo (2° e 3° a podio); infine, nella gara del Campionato Italiano Endurance ctg. Unica, a vincere è stato Antonio Tadiello (Circolo Nautico marina4); secondo posto per Michele Cadei; terzo classificato Fabio Guarda.

Il circus delle moto d’acqua si trasferirà all’Idroscalo di Milano dal 19 al 21 luglio, per poi concludersi sul litorale romano di Anzio il 6-8 settembre. La Tappa della Sardegna prevista dal 7 al 9 giugno dovrà essere sostituita in luogo e data da definirsi a breve a causa della sopraggiunta impossibilità del Comune di Olbia ad ospitare la gara.

Da ricordare anche un altro importante appuntamento, quello previsto a Olbia in Sardegna a fine mese (31 maggio – 2 giugno) con la tappa del Mondiale UIM della classi GP1, GP2, GP3 e GP4 e con la tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua Giovanile Spark e del Campionato Italiano Formula Junior.

Leggi anche:

  1. A Caorle (VE), fine settimana con la 2^ tappa del Campionato Italiano MOTO D’ACQUA 2019
  2. CAMPIONATO ITALIANO MOTO D’ACQUA 2019: Seconda Tappa dal 17 maggio al 19 maggio 2019 a Caorle
  3. A COSENZA IL CAMPIONATO ITALIANO MOTO D’ACQUA 2019
  4. A Ladispoli l’ultima tappa del Campionato Italiano Moto d’Acqua 2016
  5. A GOLFO ARANCI LA 2^ TAPPA DEL CAMPIONATO ITALIANO MOTO D’ACQUA

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=61647

Scritto da Redazione su mag 20 2019. Archiviato come Altro, Italia, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab