Home » Italia, News, Regate, Sport » RUSSIAN BOGATYRS CONTINUA A DETTARE IL RITMO ANCHE A PUNTALDIA

RUSSIAN BOGATYRS CONTINUA A DETTARE IL RITMO ANCHE A PUNTALDIA

Puntaldia (Olbia)- Dopo il nulla di fatto nella giornata inaugurale di ieri, la seconda tappa della serie europea della Melges World League, di cui Helly Hansen è sponsor tecnico, è scattata quest’oggi sul campo di regata di Puntaldia dove si sono disputate tre prove con vento di  scirocco attorno ai 7 nodi che, per la propria instabilità, ha complicato ulteriormente la lettura di un campo di regata assolutamente inedito per la flotta Melges 20.

Il copione, almeno per ora, sembra essere sempre lo stesso. Il vincitore della precedente tappa di Villasimius, nonché numero uno della ranking mondiale, continua a dettare il proprio ritmo dando dimostrazione di superiorità: si tratta di Russian Bogatyrs di Igor Rytov che, al termine delle tre prove odierne, mette in riga tutti gli avversari in una classifica che però è assolutamente corta e aperta a qualsiasi rivoluzione.  Russian Bogatyrs infatti è il leader ma a pari punti con un sempre più convincente Boogie 2.0 dell’argentino Pierluigi Giannattasio con Giulio Desiderato alla tattica (4,3,5 i suoi parziali), mentre il Campione del Mondo in carica, l’italiano Stig di Alessandro Rombelli (con Victor Diaz de Leon alla tattica) insegue a soli 3 punti dalla coppia di testa.

La sfida sul campo di regata di Puntaldia si è aperta quest’oggi proprio con il successo di Stig nella prima prova a cui ha fatto seguito il bullet nella seconda prova del russo Pirogovo di Alexender Ezhkov. Terzo e diverso vincitore di giornata nell’ultima prova in cui il team tutto corinhtian di Siderval di Marco Giannini ha confermato di essere ormai una realtà abituata a regatare costantemente nei piani più alti della classifica assoluta.

Oggi la giornata finale che designerà il nome del vincitore della tappa Melges 20 World League di Puntaldia

Il doppio fine settimana di regate Melges 32 e Melges 20 World League al Marina di Puntaldia vede coinvolti quali partner locali degli eventi i nomi di Swiss Life, Tirrenia, Comune di San Teodoro, Consorzio di Puntaldia, ImmobilSarda, Mag.nus, Ichnusa, Catellani & Smith, Aeroporto Olbia-Costasmeralda, Ristorante Silvio, Cantina Santa Margherita, Cantina Nuraghe Crabioni, Cantina Del Vermentino Monti, Cantina Argiolas, Beta, Moby, La Serra Fiorita, Auriemma.

L’intera serie europea della Melges World League conta sul supporto di Helly Hansen, North Sails, Tiirenia, Quantum Sails, Garmin Marine, La Thuile, Rocket Performance, Revi Trento Doc, Loison Pasticceri dal 1938, Rigoni di Asiago, Dai Dai, Norda, XPouf, Le Formiche di Fabio Vettori e One Ocean; nonché del contributo diretto dei Team Partners UYN grazie a Brontolo e G3Bau Sailing Team; l’Enoteca, grazie a Fra Martina Sailing Team.

Melges Europe e Melges World League sostengono e promuovono fortemente il messaggio di One Ocean Foundation avendo sottoscritto il codice di comportamento della Charta Smeralda adottato in ogni ambito delle proprie attività ed eventi.

Leggi anche:

  1. ANCORA PUNTALDIA, ANCORA MELGES WORLD LEAGUE: ORA TOCCA ALLA FLOTTA MELGES 20
  2. A PUNTALDIA VIGE UNA SOLA LEGGE, QUELLA DEL CAMPIONE DEL MONDO TAVATUY
  3. IL DUE VOLTE CAMPIONE DEL MONDO TAVATUY AL COMANDO DELLA TAPPA MELGES 32 WORLD LEAGUE DI PUNTALDIA
  4. LA MELGES WORLD LEAGUE TORNA IN SARDEGNA E PER LA PRIMA VOLTA REGATA A PUNTALDIA
  5. NEL VENTO FORTE DI VILLASIMIUS RUSSIAN BOGATYRS SI PORTA AL COMANDO DELLA CLASSIFICA GENERALE

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=61918

Scritto da Redazione su mag 26 2019. Archiviato come Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab