Home » Internazionale, News, Regate, Sport » 2019 ORC World Championship a Sebenico

2019 ORC World Championship a Sebenico

Oggi primo giorno del 2019 ORC World Championship a Sebenico, in Croazia


Al Mondiale ORC di quest’anno sono iscritte 112 imbarcazioni provenienti da 17 nazioni divise in tre classi*: 13 barche in Classe A, 49 in Classe B e 50 in Classe C. L’Italia è il paese più rappresentato con ben 54 iscritti nelle tre classi (6 nella A, 24 nella B e altrettante nella C) seguito dalla Croazia con 16.

Dopo una prima fase di registrazioni e controlli, terminata ieri, domenica 2 giugno, il programma sportivo prevede un totale di otto prove: due offshore (una lunga e una corta) e sei inshore tra le boe.

Le regate iniziano oggi, lunedì 3 giugno con la prima lunga, che si protrarrà fino a martedì 4.

Il 5, 6 e 8 giugno saranno dedicati alle regate inshore, mentre il 7 si disputerà la seconda prova offshore corta.
Il mondiale sarà ritenuto valido se verranno completate almeno 4 regate inshore e 1 offshore, oppure almeno 3 regate inshore e 2 offshore. Il punteggio delle regate lunghe non potrà essere scartato, sarà permesso uno scarto solo se verranno terminate 5 o 6 regate inshore. Per le barche più lente la durata approssimativa della regata offshore lunga sarà di circa 30-36 ore, mentre quella della corta sarà intorno alle 10-12 ore. Le regate tra le boe avranno invece una durata compresa tra 1 e 1,5 ore.

I trofei verranno assegnati alle tre migliori imbarcazioni di ogni Classe e alla migliore nella divisione Corinthian (equipaggi amatoriali).

Ai mondiali ORC dello scorso anno a L’Aja, in Olanda, nella Classe A ha vinto il Botin 52 di Hong Kong Team Beau Geste di Karl Kwok, nella Classe B il Landmark 43 norvegese Santa di Claus Landmark e nella Classe C il J112E francese J Lance 12 di Gideon Messink.
Per ritrovare l’Italia sul podio di un Mondiale ORC bisogna tornare al tris di quello nel 2017 a Trieste, dove Vincenzo Onorato ha vinto in Classe A con il Cookson 50 Mascalzone Latino; Renzo Grotessi in Classe B con lo Swan 42 Be Wild e Roberto Monti in Classe C con il Melges 32 Airis.

* Le Classi sono definite dal CDL (class definition lenght), lunghezza teorica espressa in metri mediata con la velocità di bolina in 12 nodi di vento.
Classe A: 16,5 >= CDL > 11,6
Class B: 11,6 >= CDL > 9,8
Class C: 9,8 >= CDL > 8,6

Leggi anche:

  1. 420 Class World Championship 2017 a Freemantle, Australia
  2. I PARA WORLD SAILING CHAMPIONSHIP VERSO LA CONCLUSIONE
  3. BARCELONA ORC WORLD CHAMPIONSHIP: SONO 105 LE BARCHE ISCRITTE AL MONDIALE D’ALTURA
  4. ORCi Audi WORLD CHAMPIONSHIP: da lunedì si regata
  5. Melges 24 World Championship 2012: arrivano i Corinthian

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=62294

Scritto da Redazione su giu 3 2019. Archiviato come Internazionale, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab