Home » Italia, News, Regate, Sport » 10 EQUIPAGGI ITALIANI IN MEDAL RACE CON LE ‘CLASSI VELOCI’ PER GLI ALTRI CONTINUANO LE QUALIFICAZIONI

10 EQUIPAGGI ITALIANI IN MEDAL RACE CON LE ‘CLASSI VELOCI’ PER GLI ALTRI CONTINUANO LE QUALIFICAZIONI

VITTORIO BISSATO E MAELLE FRASCARI NEI NACRA 17 IN CORSA PER MEDAGLIA D’ORO O ARGENTO

 

Ultima giornata di regate di qualificazione per le ‘classi veloci’, domani gli RS:X maschili e femminili, i Nacra 17, i 49er e i 49erFX, e l’Open Kiteboard, saranno impegnati nella prova finale a punteggio doppio in cui ci si gioca spesso un posto sul podio.

Sono ben 10 le barche italiane, complice in alcune classi un numero limitato di presenze, che si sono guadagnate l’accesso all’ultima prova in questa giornata caratterizzata da forte vento di maestrale e mare mosso, condizioni che hanno messo in difficoltà in primis gli skiff, nelle cui flotte hanno scuffiato tutti più volte, e che hanno cambiato le carte in tavola nelle varie flotte. Nonostante ciò, 16 atleti azzurri totali (4 singoli e 6 classi doppie) scenderanno in acqua domani per la Medal Race, che sarà trasmessa live sui canali Facebook e YouTube di World Sailing dalle 12.

Negli RS:X maschili e nei Nacra 17 la squadra italiana avrà ben tre team in gara.

Nelle tavole maschili Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza) è secondo dopo una giornata molto positiva in cui ha vinto l’ultima prova (3, 6, 1), il concittadino Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) registra invece la giornata più difficile della settimana a causa anche di una rottura ed è quarto (12, 16, 4), ma pochi punti lo separano dagli atleti davanti a lui. Entra in Medal Race di un evento di World Cup Series per la prima volta, il ventenne Luca Di Tomassi (LNI Civitavecchia), è nono e la matematica non è dalla sua, ma la prestazione assume valore se si pensa al livello della flotta delle tavole olimpiche maschili presenti a Marsiglia.

Tre gli equipaggi anche nei Nacra 17, Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene) mantengono la testa della classifica con un primo ed un terzo posto di giornata ed un margine sufficiente a garantirgli già medaglia d’oro o d’argento, dietro di loro i britannici John Gimson e Anna Burnet, e salgono in terza posizione Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) che vincono l’ultima prova e sono 16esimi nella penultima. Anche Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela Roma) sono tra i migliori 10 del catamarano olimpico, 9 e 8 i parziali odierni e molta soddisfazione per aver guadagnato il loro primo accesso alla Medal Race della coppa del mondo di vela per la prima volta.

Negli RS:X femminili Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza) chiude in bellezza le fasi di qualificazione con un quarto e un terzo posto che la lasciano in terza posizione non distante dalla britannica Saskia Sills, seconda, e dall’olandese Lillian de Geus, prima. Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza) chiude la settimana di Marsiglia appena fuori Medal, in dodicesima posizione e Veronica Fanciulli (CS Aeronautica Militare) è 21esima.

Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni (Marina Militare) sono settimi nei 49er (5, 7, 8) e se i leader spagnoli Federico e Arturo Alonso Tellechea hanno già vinto la medaglia d’oro perché hanno 27 punti di vantaggio sui secondi, il podio per l’equipaggio azzurro non è troppo lontano.

Negli skiff femminili Carlotta Omari e Matilda Distefano (Sirena CN Triestino/Soc.Triestina Vela) perdono una protesta e vengono squalificate dall’ultima prova, ma sono comunque quarte e i giochi sono ancora aperti. Sulla linea di partenza con loro domani ci saranno anche Francesca Bergamo e Alice Sinno (YC Adriaco/Marina Militare), seste con un quinto e un sesto di giornata.

Nei Kiteboard Alessio Brasili (CV Fiumicino) chiude la settimana in undicesima posizione e non accede per una manciata di punti alla Medal Race di domani a causa di un DNE inflittogli dalla giuria per violazione della Regola Fondamentale 2 (comportamento sportivo e fair play), che possiamo prevedere si giocherà tra i tre atleti francesi che sono stati in testa tutta settimana: Nicola Parlier, Theo de Ramencourt e Axel Mazella.

Per le altre classi oggi era un altro giorno di qualificazione, con i Laser e i Laser Radial che sono restati a terra, perché il loro campo più protetto era occupato dagli skiff, e si giocheranno domani le ultime carte, mentre i 470 maschile e femminile hanno svolto il programma.

Due ottavi posti per Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare), nei 470 maschili, che li fa risalire alla settima posizione in generale; un salto in avanti anche per Matteo Capurro e Matteo Puppo (YC Italiano) grazie ai parziali 10 e 13, sono dodicesimi.
Nelle ragazze chiudono con un quarto posto Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza), che con il precedente nono le lascia in ottava posizione, Elena Berta e Bianca Caruso (CS Aeronautica Militare/Marina Militare) scartano un 14esimo e registrano un ottavo e sono decime in generale.

Altre due prove per loro, i Laser e i Laser Radial, domani che decideranno chi potrà accedere alle Medal Race di domenica 9 giugno.

credit foto @Sailing Energy/World Sailing

LINK ALLA DECISIONE DELLA GIURIA SULLA PROTESTA CHE HA COINVOLTO ITA10 – ALESSIO BRASILI NELLA CLASSE OPEN KITEBOARDING

LINK ALLA DECISIONE DELLA GIURIA SULLA PROTESTA CHE HA COINVOLTO ITA 223 (CARLOTTA OMARI E MATILDA DISTEFANO) E FRA 971 NELLA CLASSE 49erFX

Leggi anche:

  1. IL VENTO FERMA L’EUROPEO 470: DOMANI LE MEDAL RACE
  2. HEMPEL WORLD CUP GENOVA:DOMANI LE PRIME MEDAL RACE
  3. VELA OLIMPICA-DUE EQUIPAGGI ITALIANI IN MEDAL RACE DOMANI
  4. Coppa del Mondo delle Classi Olimpiche: Camboni vince la Medal Race e chiude quarto
  5. Open Europeans Classi Olimpiche: Zandonà-Zucchetti in lotta per la Medal Race

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=62520

Scritto da Redazione su giu 7 2019. Archiviato come Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab