Home » Altro, Italia, News, Sport » In Ungheria, podio per i due azzurri del Jet Revolution, Roberto Mariani e Andrea Guidi, nella 2^ tappa dell’Europeo Aquabike 2019 cat. Freestyle e Ski GP2

In Ungheria, podio per i due azzurri del Jet Revolution, Roberto Mariani e Andrea Guidi, nella 2^ tappa dell’Europeo Aquabike 2019 cat. Freestyle e Ski GP2

A Napoli, Cristiano Segnini e Tobia Massa vincono la 1^ tappa del Campionato Italiano Diporto Regolarità 2019

A NyiregyhAza – Lelevek, in Ungheria, si è conclusa domenica 16 giugno 2019, la 2^ tappa stagionale  dell‘UIM-ABP Aquabike European Championship, categorie Ski Division, Runabout  GP, Veterans, Ladies e Freestyle.
Ottimi risultati per i tre piloti azzurri in gara, Roberto Mariani, Andrea e Ugo Guidi.

Mariani, romano del Jet Revolution, ha dominato la gara ungherese del Freestyle, salendo sul gradino più alto del podio in tutte e tre le manches; alle sue spalle si sono classificati il ceco Jaroslav Tirner e il russo Alexander Kuramshin (rispettivamente 1° e 2° classificati).
Un bel risultato, quello del campione romano, che lo mantiene in vetta alla classifica provvisoria dell’Europeo con 122 punti, davanti a Tirner, 8° quota 111 punti, e a Kuramshin, che di punti all’attivo ne ha 102.

Ottima prestazione anche per Andrea Guidi, il campione torinese del Jet Revolution impegnato nelle categorie Ski Division GP.
Nella categoria Ski GP2, il giovane pilota italiano sì è piazzato al 2° posto, alle spalle del leader di classifica provvisoria, il croato Slaven Ivancic, che ha vinto anche la gara ungherese (arrivando a quota 140 punti).
Terzo posto in gara e in classifica provvisoria (con 111 punti) per la 18enne estone Jasmiin Ypraus.

Andrea Guidi, che al momento staziona meritatamente al 2° posto della classifica della GP2 con 131 punti, si è ben comportato anche nella classe regina Ski GP1 (classificandosi 8^ di giornato e 7° nella classifica provvisoria dell’Europeo).
Da segnalare anche il 4° posto del Torinese Ugo Guidi (papà di Andrea) nella classe Ski Veterans GP1; classe in cui ha vinto il lettone Janis Uzras, che ha regolato rispettivamente l’ungherese Attila Deri e l’estone Egon Ypraus.

Risultati completi e info su www.aquabike.net.
Prossima e ultima tappa dell’Europeo UIM-ABP Aquabike sarà Croazia, a Zagreb, dal 28 al 30 giugno 2019.

Campionato Italiano Diporto classe Regolarità.

Si è conclusa a Napoli lo scorso sabato 15 giugno, la 1^ tappa del Campionato Italiano Diporto Regolarità 2019.
Sui vari equipaggi che si sono sfidati in gara, a vincere la tappa napoletana sono stati Cristiano Segnini e Tobia Massa portacolori del Circolo Canottieri Napoli.
Secondo e terzo posto rispettivamente sul podio campano per altri due equipaggi napoletani del Circolo Canottieri: quello di Gianmaria Di Meglio e Gianluca Biondi e quello di Pierfrancesco Lagani e Francesco Leone.

Prossimo decisivo appuntamento sarà a Venezia dal 12 al 13 ottobre.

Leggi anche:

  1. AQUABIKE, IL CAMPIONE DEL MONDO DI FREESTYLE ROBERTO MARIANI REGALA SPETTACOLO A MONTE DI PROCIDA
  2. AQUABIKE, DOMENICA A MONTE DI PROCIDA IL CAMPIONE DEL MONDO DI FREESTYLE ROBERTO MARIANI
  3. Ad Olbia, in Sardegna, il torinese Andrea Guidi vince il bronzo nel Mondiale Aquabike classe Ski Division GP2 in tappa unica
  4. AQUABIKE 2016: in Portogallo, Roberto Mariani è d’argento nel Campionato Europeo Freestyle
  5. A Castro Monti e Mariani i migliori degli azzurri nella 2^ tappa dell’UIM-ABP Aquabike Class Pro World Championship

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=62950

Scritto da Redazione su giu 18 2019. Archiviato come Altro, Italia, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab