Home » Internazionale, News, Regate, Sport » Terminato il Campionato del Mondo Laser Standard in Giappone

Terminato il Campionato del Mondo Laser Standard in Giappone

L’australiano Tom Burton si aggiudica il titolo, rimandata la qualifica olimpica dell’Italia nel Singolo Maschile

Dopo le ultime due prove di oggi, disputate con vento tra 10 e 12 nodi, l’australiano Tom Burton è il nuovo 2019 Laser Men’s World Champion. Burton si laurea campione del mondo con 59 punti dopo un 14° e un 51° (poi scartato) di giornata. Il podio è un affare anglosassone e al secondo posto con 63 punti, a soli 4 dal primo, chiude un altro australiano, Matthew Wearn. Terzo con 69 punti il neozelandese George Gautrey.

I laseristi Italiani rientrano dalla spedizione in Giappone con il rammarico di avere mancato uno dei cinque pass nazionali che il Mondiale Laser metteva a disposizione per le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Il Mondiale si è chiuso con due soli Italiani in flotta Gold, purtroppo lontani dalla carta Olimpica: 45° posto per Marco Gallo (SV Guardia di Finanza), oggi squalificato per partenza anticipata nella prima regata, e 46° posto finale per Nicolò Villa (CV Tivano), rispettivamente con 231 e 232 punti. Un risultato che costringe a rimandare al prossimo anno la qualifica della nazione nel Singolo Maschile per i Giochi Olimpici.

In flotta Silver, Gianmarco Planchestainer (SV Guardia di Finanza) ha chiuso al 53° posto, mentre Giacomo Musone (CN Rimini) è finito al 72° posto. Ultimo atleta Italiano in classifica è Giovanni Coccoluto (SV Guardia di Finanza), ritiratosi dalla flotta Silver al termine delle qualifiche.

A permettere di guadagnare il pass olimpico nella classe Laser alle rispettive nazioni sono stati lo svedese Jesper Stålheim, 13° con 125 punti, l’argentino Francisco Guaragna, 14° con 129 punti, il russo Sergey Komissarov, 17° con 138 punti, l’ungherese Benjamin Vadnai, 20° con 145 punti e il guatemalteco Juan Ignacio Maegli, 22° con 152 punti.

Otto nazioni europee si erano già assicurate il posto ai Giochi di Tokyo nella classe Laser Standard in occasione del mondiale dello scorso anno: Cipro, Germania, Inghilterra, Norvegia, Francia, Finlandia, Estonia e Croazia; sette quelle extra europee: Australia, Brasile, Nuova Zelanda, Perù, Corea del Sud, Stati Uniti, Malesia più il Giappone in qualità di paese ospitante dei Giochi.

Sono ancora due i pass nazionali disponibili per l’Europa che verranno assegnati in occasione della tappa di World Cup Series 2020 a Genova.

Sempre sul campo di regata di Sakaiminato è in programma dal 17 al 24 luglio il Campionato Mondiale Laser Radial.

Leggi anche:

  1. Secondo giorno di Final Series al 2019 ILCA Laser Standard Men’s World Championship a Sakaiminato, Giappone
  2. Iniziate le Final Series con due italiani in Gold fleet al 2019 ILCA Laser Standard Men’s World Championship a Sakaiminato, Giappone
  3. Sei regate disputate e Qualifying Series terminate al 2019 ILCA Laser Standard Men’s World Championship a Sakaiminato, Giappone
  4. Secondo giorno di regate per il 2019 ILCA Laser Standard Men’s World Championship a Sakaiminato, Giappone
  5. Al via le prime due regate del 2019 ILCA Laser Standard Men’s World Championship in programma a Sakaiminato, Giappone

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=64153

Scritto da Redazione su lug 9 2019. Archiviato come Internazionale, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab