Home » Europa, News, Regate, Sport » AL VIA DOMANI GLI HEMPEL YOUTH SAILING WORLD CHAMPIONSHIPS 2019 A GDYNIA IN POLONIA

AL VIA DOMANI GLI HEMPEL YOUTH SAILING WORLD CHAMPIONSHIPS 2019 A GDYNIA IN POLONIA

Tutto pronto a Gdynia, città polacca portuale situata nella baia di Danzica sul Mar Baltico, per gli Hempel Youth Sailing World Championships 2019.

Gli atleti della squadra italiana sono arrivati in Polonia e hanno cominciato a familiarizzare con le acque della baia di Danzica che saranno la loro casa sportiva per i prossimi 5 giorni, da lunedì 15 a venerdì 19, giorno in cui si assegneranno le medaglie mondiali.

L’azzurro con più esperienza a livello internazionale presente a Gdynia è Nicolò Renna (CS Torbole), reduce da un 2018 pieno di successi nelle classi Techno 293 Plus e RS:X – oro ai Techno 293 Plus European Championships di Mondello in Sicilia; bronzo agli RS:X Youth World Championships di Penmarch in Francia; argento ai 48esimi Youth Sailing World Championships di Corpus Christi negli Stati Uniti; oro ai Techno 293 Plus World Championships di Liepaja in Lettonia; argento agli Youth Olympic Games di Buenos Aires in Argentina e da un 2019 in cui ha collezionato un 35esimo posto alla Semaine Olympique Francaise de Voile di Hyéres in Francia e un ottavo alla Medemblik Regatta in Olanda.

Nei Nacra 15 scenderà in acqua l’inedita coppia formata da Andrea Spagnolli (FV Malcesine) e Alice Cialfi (CV Ventotene). Il primo viene da 2018 dove ha conquistato, in coppia con Giulia Fava (AV Civitavecchia), un argento ai 48esimi Youth Sailing World Championships di Corpus Christi negli Stati Uniti e un nono posto agli Youth Olympic Games di Buenos Aires in Argentina. La giovanissima Alice Cialfi dopo un percorso negli Hobie 16 Youth Spi partecipa al primo Mondiale della classe Nacra 15 nel 2018 e si piazza in 51esima posizione in coppia con Riccardo Del Prete (Compagnia Vela Roma).

Marta Monge (CN del Finale), l’azzurra degli RS:X, si presenta a Gdynia dopo il 22esimo posto ai Techno 293 Plus European Championships di Mondello in Sicilia; l’11esimo ai Techno 293 World Championships di Liepaja in Lettonia e il 12esimo ai Techno 293 Youth Europeans Vari Varkiza in Grecia, tutti e tre eventi del 2018 e dopo un 26esimo piazzamento agli RS:X Europeans 2019 di Maiorca in Spagna tra gli RS:X Youth.

Tra i Laser Radial femminili l’azzurra in gara è Chiara Benini Floriani (FV Riva) che arriva all’appuntamento in Polonia con tre regate di preparazione alle spalle: terzo posto e medaglia di bronzo alla prima tappa di Italia Cup 2019 di Andora; settimo posto ai Laser Radial Youth European Championships 2019 di Kalamaki in Grecia e sesto posto all’Europa Cup di Torbole in Italia.

Le sorelle Carlotta e Camilla Scodnik (YC Italiano) si presentano a Gdynia nella classe 420 femminile dopo la 18esima posizione ai 420 World Championships 2018 di Newport negli Stati Uniti; la quinta posizione alla Carnival Race a Marina degli Aregai e la nona al 420 World Championship di Vilamoura in Portogallo.

La spedizione italiana a Gdynia conta di altre due sorelle, Sofia e Marta Giunchiglia (CV Sferracavallo) che gareggeranno nei 29er femminili. Il loro percorso recente vede un 24esimo posto nella classifica femminile dell’Europeo 29er giovanile di Helsinki in Finlandia nel 2018 e la vittoria della medaglia d’oro alla prima tappa di Eurocup della classe 29er di Sant Andreu De Llavaneres in Spagna nel febbraio 2019.

Tra i Laser Radial maschili scenderà in acqua Matteo Paulon (YC Cannigione) reduce nel 2019 dalla vittoria alla prima tappa di Italia Cup Laser di Andora e da un 27esimo piazzamento ai Laser Radial Youth European Championship di Kalamaki in Grecia.

L’equipaggio azzurro dei 420 maschili, formato da Demetrio Sposato e Gabriele Centrone (CV Crotone), arriva da un 2018 dove ha raccolto una medaglia d’argento alla Christmas Race di Palamos in Spagna e un 50esimo posto al 470 Junior World Championship di Bracciano in Italia.

Nella classe 29er maschile sfideranno le acque della Baia di Danzica Zeno Biagio Santini e Marco Misseroni (CV Arco) reduci dalla sesta posizione alla prima tappa di Eurocup della classe 29er di Sant Andreu De Llavaneres in Spagna.

Alessandra Sensini, Direttore Tecnico giovanile:
“Purtroppo abbiamo iniziato questo mondiale con una piccola disavventura: siamo arrivati a destinazione con più di 24 ore di ritardo a causa del maltempo, oggi abbiamo fatto tutto di corsa e abbiamo perso l’occasione di fare un’uscita di prova in serenità. Sono cose che capitano, però peccato perché partiamo con una prova in mare in meno. Qui con me a seguire i ragazzi anche Chicco Caricato e Gigi Picciau. I ragazzi sono comunque pronti ad affrontare questo mondiale e sono sicura che daranno il massimo!”

Oggi – domenica 14 luglio – si stanno svolgendo le Practice Race e alle ore 18:30 si terrà la Cerimonia di Apertura che darà ufficialmente il via alla 49esima edizione degli Youth Sailing World Championships 2019. Domani – lunedì 15 luglio – arriverà invece l’ora di fare sul serio e di giocarsi il titolo di campione del mondo delle 8 classi in gara.

Per rimanere aggiornati sull’evento di Gdynia: http://www.worldsailingywc.org/home.php

Leggi anche:

  1. CONTO ALLA ROVESCIA PER LA PARTENZA DEGLI HEMPEL YOUTH SAILING WORLD CHAMPIONSHIPS 2019 A GDYNIA IN POLONIA
  2. TUTTO PRONTO A EL PUERTO DE SANTA MARIA IN SPAGNA PER IL PARA WORLD SAILING CHAMPIONSHIPS 2019
  3. HEMPEL WORLD CUP SERIES FINAL 2019 A MARSIGLIA DOMANI LE PRIME REGATE
  4. ISAF Youth Sailing World Championships: Veronica Fanciulli è prima
  5. ISAF Youth Sailing World Championships: day 2 con azzurri in crescita

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=64383

Scritto da Redazione su lug 14 2019. Archiviato come Europa, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab