Home » Internazionale, News, Regate, Sport » READY STEADY TOKYO, TERZO GIORNO DI REGATE DEL TEST EVENT OLIMPICO A ENOSHIMA

READY STEADY TOKYO, TERZO GIORNO DI REGATE DEL TEST EVENT OLIMPICO A ENOSHIMA

NEI NACRA 17 TITA/BANTI MANTENGONO LA PRIMA POSIZIONE, MATTIA CAMBONI SALE AL TERZO POSTO NEGLI RS:X

Il giorno tre di Ready Steady Tokyo, il test event olimpico di Enoshima, è stato caratterizzato da uno dei possibili e tipici scenari della baia di Hayama, con vento sui 10-12 nodi da nord-est, piuttosto oscillante.
Le dieci classi olimpiche hanno comunque potuto completare le prove previste e, in molti casi, anche recuperare quelle perse ieri per il vento troppo leggero.

Difendono la propria posizione nella classifica dei Nacra 17 Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene), sono primi dal primo giorno e il discreto vantaggio accumulato sugli avversari li fa restare in testa anche dopo le prime tre prove non brillanti di oggi (7, 7, 9), concluse con un bel secondo posto. Incalzano invece gli argentini medaglia d’oro a Rio, Santiago Lange e Cecilia Carranza Saroli, che, con due primi posti di giornata salgono in seconda posizione, seguiti dai britannici John Gimson e Anna Burnet. Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene) scivolano al sesto posto (8, 4, 13, 6).

Tre prove per gli RS:X maschili e femminili. Nei ragazzi Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) riconquista il posto nel podio virtuale, è terzo dopo i parziali 6, 4 e 15. Davanti a lui ancora il francese Thomas Goyard, che però perde la leadership per mano del cinese Gao Menfan. Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza) è ventesimo (19, 20, 19).

Nelle ragazze, Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza) esce momentaneamente dai primi dieci per soli quattro punti a tre prove dalla medal race (12, 7, 15). Resta saldamente in testa la cinese Lu Yunxlu, seguita dall’israeliana Katy Spychakov e dalla francese Charline Picon.

Ritornano in linea con il programma i 470 maschili e femminili, tre prove per loro oggi e ne hanno ancora quattro nei prossimi due giorni per definire gli equipaggi che entreranno in medal race.
Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) sono al momento 16esimi, con i parziali di giornata 21, 7, 22. Il podio provvisorio è occupato dagli australiani Matthew Belcher e Will Ryan seguiti dagli spagnoli Jordi Xammar e Nicolas Rodriguez e dagli svedesi Anton Dahlberg e Fredrik Bergsom.

Nelle ragazze, Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza) sono decime con un bel secondo posto seguito da 17, che diventa il loro scarto, e chiudono con un 13. Le giapponesi Ai Yoshida e Miho Yoshioka riconquistano la vetta provvisoria seguite dalle britanniche Eilidh McIntyre e Hannah Mills e dalle francesi Aloise Retornaz e Camille Lecointre.

Giornata lunga anche sul campo Laser Radial con tre prove. Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) chiude con un buon 8, che con il 14 la fa risalire in 24esima posizione, scarta il terzo parziale odierno, 35; Carolina Albano (RYCC Savoia) è 36esima con i risultati di giornata 35, 29, 38.

Confermato l’orario di partenza per domani, come oggi sarà alle 12 per la maggior parte delle classi, unici a partire alle 14 saranno i ragazzi del 470 e i 49er. Per le classi ‘veloci’, domani sarà l’ultimo giorno di qualificazione, mercoledì 21 infatti sono in programma le medal race per tavole a vela, skiff e Nacra 17.

Per seguire l’evento, il sito ufficiale è:
https://tokyo2020.org/en/special/readysteadytokyo/sailing/

Leggi anche:

  1. READY STEADY TOKYO, SECONDO GIORNO DI REGATE DEL TEST EVENT OLIMPICO A ENOSHIMA TITA/BANTI SEMPRE IN TESTA ALLA CLASSIFICA NACRA 17
  2. READY STEADY TOKYO, PRIMO GIORNO DI REGATE DEL TEST EVENT OLIMPICO A ENOSHIMA
  3. READY STEADY TOKYO, DOMANI INIZIANO LE REGATE DEL TEST EVENT OLIMPICO A ENOSHIMA
  4. Al via il Test Event Olimpico Ready Steady Tokyo in programma a Enoshima dal 15 al 22 agosto
  5. Ufficializzata la squadra azzurra per il Test Event “Ready Steady Tokyo” in programma a Enoshima dal 15 al 22 agosto

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=65742

Scritto da Redazione su ago 19 2019. Archiviato come Internazionale, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab