Home » Italia, News, Regate, Sport » Prima giornata di Final Series ad Arco sul Lago di Garda per i Campionati Europei 29er

Prima giornata di Final Series ad Arco sul Lago di Garda per i Campionati Europei 29er

Il Garda Trentino ha regalato un’altra splendida giornata di vento e sole ai Campionati Europei 29er in corso di svolgimento al Circolo Vela Arco

Ieri sono iniziate le Final Series con i 210 equipaggi provenienti da 23 nazioni suddivisi in quattro flotte in base alla classifica generale. Nella Gold Fleet, con i migliori 50 equipaggi in classifica, sempre in testa i norvegesi Berthet-Franks Penty, in seconda posizione gli svedesi Westerlind-Aronsson e in terza l’equipaggio misto inglese composto da Freya Black e James Grummet.

Zeno Biagio Santini e Marco Misseroni (CV Arco) sono un po’ alterni nei parziali (19-5-7-23) e occupano la quinta posizione.

Cambio al vertice anche nella categoria femminile anche se i primi tre equipaggi rimangono molto ravvicinati: in testa ora le svedesi Henriksson-Pettersson, seguite dalle tedesche Krupp-Borlinghaus e Mobius-Hesse, Veronica Hoffer e Sofia Leoni (CV Arco) occupano la settima poszione nella classifica femminile.

Domani si regaterà la mattina presto e quindi con probabile vento da nord con previsioni meteo che sembra diano possibilità di temporali nel pomeriggio.

Leggi anche:

  1. Seconda giornata a Lido di Arco sul Lago di Garda per i Campionati Europei 29er
  2. Iniziati ad Arco sul Lago di Garda i Campionati Europei Open 29er
  3. Terza giornata in Spagna per i Campionati Europei Junior 420 e 470
  4. Quarta giornata dei Campionati Europei RS:X a Palma di Maiorca
  5. LA PRIMA GIORNATA DEI CAMPIONATI EUROPEI 470, RS:X E FINN

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=65846

Scritto da Redazione su ago 23 2019. Archiviato come Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab