Home » Eventi, Italia, News, Regate, Sport » Mini-Transat La Boulangère: Sette italiani sulla linea di partenza con il patrocinio della FIV

Mini-Transat La Boulangère: Sette italiani sulla linea di partenza con il patrocinio della FIV

Quando mancano 4 giorni alla partenza della Mini-Transat in banchina, a La Rochelle (FRA), fervono i preparativi per la traversata oceanica che porterà i 90 solitari con le loro imbarcazioni di 6 metri e mezzo a Le Marin in Martinica.

Il 22 settembre da La Rochelle è prevista la partenza della prima tappa di 1350 miglia che si concluderà a Las Palmas di Gran Canaria. Il primo novembre, sempre da Las Palmas, è in programma la partenza della seconda tappa di 2700 miglia con l’attraversamento dell’Oceano Atlantico, l’arrivo delle prime imbarcazioni a Le Marin in Martinica è previsto a partire dal 12 novembre.

Numero record di iscritti per la 22esima edizione della famosa transatlantica in solitario, sono 90 gli skipper qualificati per la Mini-Transat La Boulangère 2019, la nazione più rappresentata è la Francia seguita dall’Italia con 7 ministi sulla linea di partenza.

Le aspettative dei nostri solitari sono molte diverse tra di loro, chi si presenta sulla linea di partenza come uno dei favoriti è sicuramente il 27enne Ambrogio Beccaria sul suo Pogo3 di serie Geomag; dopo aver partecipato all’edizione del 2017 su una barca di vecchia generazione quest’anno potrà finalmente confrontarsi ad armi pari con i migliori della classe, Ambrogio è al primo posto della ranking list mondiale grazie a 9 vittorie nelle ultime 12 regate a cui ha partecipato.

Sempre nella classe serie troviamo il 38enne napoletano Marco Buonanni che correrà su Bandolero, un Dingo2 del 2009, e che ha come aspirazione il godersi la transatlantica in solitaria come un avventura che implementerà le sue conoscenze marinare, sempre tra chi parteciperà senza velleità di classifica troviamo il 51enne  Alessio Campriani sul suo Pogo2 Zebulon, attratto da questa regata dalla sua passione per il mare mentre Luigi Dubini su The Doctor e Daniele Nanni su Audi E-Tron parteciperanno a questa prima Mini-Transat per accumulare esperienza in vista della prossima Mini del 2021 con l’obbiettivo di primeggiare tra le barche di vecchia generazione.

Nella categoria prototipi saranno 2 gli italiani sulla linea di partenza di La Rochelle; il più giovane è il 22enne Matteo Sericano su Eight Cube, un progetto del 2015 che nella scorsa edizione si classificò terzo con Simon Koster, mentre il 24enne Luca Rosetti correrà su Arkè, un progetto del 2001 che ha già due mini transat sotto la chiglia corse con Alessandro Zamagna nel 2005 e con Michele Zambelli nel 2013.

La partenza della Mini-Transat La Boulangère è prevista per domenica 22 settembre alle 14.30.

Leggi anche:

  1. MARINA MILITARE: ANDREA PENDIBENE CON PEGASO 883 CONCLUDE LA MINI TRANSAT 2017
  2. IL PUNTO SULLA MINI TRANSAT
  3. Marina Militare: sabato presentazione di Pegaso 883 per la Mini Transat
  4. Aggiornamento sulla Mini Transat
  5. Mini Transat: niente prima tappa, si andrà direttamente in Guadalupa

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=67049

Scritto da Redazione su set 18 2019. Archiviato come Eventi, Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab