Home » Altro, Eventi, Italia, News, Regate, Sport » Il 28 e 29 settembre al via la 13ª edizione de La Rotta del Vino e dell’Olio, l’unica regata enogastronomica in cui grandi Chef si sfidano cucinando a bordo delle barche a vela in regata

Il 28 e 29 settembre al via la 13ª edizione de La Rotta del Vino e dell’Olio, l’unica regata enogastronomica in cui grandi Chef si sfidano cucinando a bordo delle barche a vela in regata

La manifestazione vedrà in gara, abbinati per sorteggio agli chef, 20 prestigiose etichette di Franciacorta e altrettanti fra i migliori frantoi d’Italia

Rosignano – Si è svolta ieri pomeriggio, presso la sala stampa della giunta regionale a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, la conferenza stampa di presentazione della XIII edizione de “La Rotta del Vino e dell’Olio”, l’unica e originalissima regata enogastronomica in cui grandi Chef si sfidano nella preparazione di un piatto cucinando a bordo delle barche in regata. Quest’anno la manifestazione sarà al via il 28 e 29 settembre, come di consueto al Porto turistico di Rosignano Marina Cala de’ Medici.

In gara, abbinati per sorteggio agli Chef che dovranno tener conto dell’abbinamento per la preparazione del proprio piatto, anche 20 prestigiose etichette di Franciacorta e 20 fra i migliori frantoi d’Italia. Alla conferenza stampa sono intervenuti l’Assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo, la Vice Sindaco del Comune di Rosignano Marittimo Licia Montagnani, l’AD e Direttore del Cala de’ Medici Matteo Italo Ratti ed il Presidente dello Yacht Club Cala de’ Medici Stefano Porciani.

La gara gastronomica si svolgerà domenica 29 settembre e vedrà protagonisti alcuni fra i migliori Chef della Toscana secondo la guida dell’Espresso, la guida Michelin o Il Gambero Rosso. A salire a bordo delle barche, anch’esse abbinate per sorteggio ai terzetti chef/cantina/frantoio, una parata di stelle. Tornano Michelino Gioia del “Pellicano” di Porto Ercole (una stella Michelin) e il già vincitore Francesco Bracali di “Bracali” a Massa Marittima (due stelle). Da Firenze partecipa il nuovo Chef del “Borgo San Jacopo” Claudio Mengoni (una stella Michelin), mentre dalla provincia di Firenze (Cerreto Guidi) Stefano Pinciaroli del ristorante “Ps”.

Nutrito il gruppo di cuochi dalla Versilia con le new entry “Franco Mare” di Marina di Pietrasanta, “Il Parco” del Villa Grey e “Lux Lucis” del Principe, entrambi di Forte dei Marmi (una stella Michelin), e la conferma del “Bistrot” sempre da Forte dei Marmi (una stella Michelin). Numerose conferme come “Del Duca” di Volterra, il “Pesce Briaco” di Lucca, il ristorante “Atman” di Villa Rospigliosi (Lamporecchio, Pistoia, una stella Michelin). Graditi ritorni come il “Giglio” di Lucca (una stella Michelin) e “La Pineta” di Marina di Bibbona, ma anche l’“Osteria Magona” di Bolgheri e la “Locanda Martinelli”, vincitrice della gara combinata dello scorso anno (che somma i risultati velici a quelli della gara gastronomica degli Chef).

Molte anche le novità come l’“Aia della vecchia” di Nibbiaia, “Oasi” di Follonica (Grosseto), e il due stelle Michelin di Montemerano “Caino” con Andrea Menichetti e Valeria Piccini. Fra i partecipanti anche lo Chef più stellato d’Italia Enrico Bartolini con il ristorante il “Poggio Rosso” di Borgo San Felice (Castelnuovo Berardenga, Siena).  A presiedere la giuria gastronomica Aldo Fiordelli, giornalista e critico gastronomico responsabile della guida de L’Espresso in Toscana, insieme con Luigi Cremona, l’“Anton Ego” della cucina italiana, Piero Benvenuti collaboratore di Identità Golose, Pietro Di Lazzaro giornalista RAI e Giulia Gavagnin, giornalista de La Madia, La Verità, Il Gazzettino e, per la parte olio, Marco Oreggia, autore ed editore della guida Flos Olei.

Confermata la partnership con l’Oil Bar Caffè del Mercato Centrale di Livorno per la sponsorizzazione degli olii che prenderanno parte alla manifestazione, tra i più rinomati sul territorio nazionale: Podere Montaleo, Torre a Oriente, Librandi, De Carlo, Olearia San Giorgio, Frantoio Franci, Madonna dell’Olivo, Titone, Il Cavallino, Riva del Garda, Fonte di Foiano, Az. Agraria Viola, Bonamini, Le Tre Colonne, Frantoi Cutrera, Paolo Cassini, Quattrociocchi, Intini e Fattoria Ramerino.

Nuovala partnership, invece, col Consorzio Franciacorta per l’abbinamento dei vini che anche quest’anno, così come per l’olio, riceveranno un premio espressamente dedicato. Queste le prestigiose etichette di Franciacorta in gara: Romantica, Castel Faglia Monogram, Antica Fratta, Marchesi Antinori Tenuta Montenisa, DerbuscoCives, Barone Pizzini, Az. Agricola F.lli Berlucchi, Vezzoli Giuseppe, Barboglio De Gaioncelli, Quadra, La Fioca, Bellavista, Altera Majolini, Bonfadini, Contadi Castaldi, Villa Franciacorta, Pian Del Maggio, Ca’ Del Bosco, Biondelli, Monte Rossa.

Confermato il premio della critica intitolato a Vieri Bufalari che sarà consegnato dall’Associazione “Viaggio in Toscana” e assegnato al piatto che rappresenterà nel miglior modo il tema della manifestazione: la cucina da barca.

“La Rotta del Vino e dell’Olio è diventata ormai un appuntamento fisso per il Porto turistico di Rosignano, un’idea originale e innovativa che abbina sport, promozione delle eccellenze enogastronomiche del territorio, valorizzazione turistica della costa toscana che è un insieme di racconti, esperienze, tradizioni che vanno a fondersi con quelle dell’entroterra. Una grande attenzione però credo la meriti anche il mare e le isole che lo punteggiano, un habitat complesso con una moltitudine di storie da tramandare. Vorrei infine sottolineare, tra le varie iniziative che animeranno il weekend a Marina Cala de’ Medici, un momento davvero speciale, il premio della critica intitolato ad un vecchio amico, Vieri Bufalari. Un riconoscimento a una persona che a tutti questi temi ha dedicato un lavoro importantissimo e che, nel nostro piccolo, proviamo a portare avanti con la stessa passione”, è intervenuto l’Assessore Stefano Ciuoffo.

“Quello della Rotta del Vino e dell’Olio è per noi il format principe fra tutte le manifestazioni che organizziamo, poiché fa da cerniera fra due mondi: quello del mare e quello della terra, intesa anche come costa. Vorremmo invitare anche gli altri Porti toscani a seguire questo modello, in modo che questi due mondi non siano più separati. È proprio in quest’ottica che alcuni mesi fa è nato il Consorzio ‘Marine della Toscana’, l’unico soggetto che rappresenta i Porti della costa Toscana e che segue l’indirizzo della Regione Toscana relativo ai brand Costa Toscana-Isole Toscane. Contiamo di poter presentare l’edizione del 2020 della manifestazione come Consorzio”, ha affermato Matteo Italo Ratti, AD e Direttore portuale del Porto turistico di Rosignano.

“Anche quest’anno abbiamo sponsor importanti come la Concessionaria BMW-MINI F.lli Nardoni, che porterà una MINI ibrida e che ha di recente installato in Porto una colonnina di ricarica Repower che verrà presentata alla stampa proprio in occasione della manifestazione; ma anche la concessionaria di Pistoia Autoexclusive & Limo’s Rent, che porterà in Porto per l’occasione due Rolls-Royce. Abbiamo puntato, però, anche all’aspetto culturale, con la conferenza dell’Ing. Guido Gay, colui che ha scoperto la Corazzata Roma, e la presenza in Porto dell’innovativo catamarano Daedalus”, ha concluso Ratti.

“Il Porto deve essere sempre più una Porta sul territorio. La Rotta del Vino e dell’Olio punta proprio a far questo, ad essere una vetrina delle eccellenze del territorio, intese sia come produzione vinicola, allargata quest’anno fuori Regione con le bollicine del Consorzio Franciacorta, che come olio e Chef, ovvero coloro che interpreteranno il tema della cucina da barca. Senza dimenticarci della Rotta del Panino, organizzata in collaborazione col Circolo Nautico Castiglioncello, che rappresenta il futuro della vela, in cui piccoli Chef si sfideranno, oltre che in mare, cucinando un panino gourmet”, ha detto Stefano Porciani, Presidente dello Yacht Club Cala de’ Medici.

In programma in Porto, nei due giorni della manifestazione, anche un ricco palinsesto di eventi a terra, che faranno da cornice alle regate e alla gara gastronomica armatori ed equipaggi (che si terrà il sabato) e a quella dei grandi Chef della domenica.

Spazio, innanzitutto, alla cultura, con la conferenza, domenica alle ore 15.00, presso la sala conferenze del Porto (I piano uffici), dell’Ing. Guido Gay, della Fondazione Guido Gay Azionemare, sull’esplorazione marina abissale, con la possibilità di visitare il catamarano Deadalus e le sue incredibili apparecchiature, che per l’occasione sarà ormeggiato a Cala de’ Medici. Nel corso della conferenza anche l’interessantissimo intervento della Dott.ssa Simonetta Menchelli “Vino ed olio nelle rotte tirreniche di età romana”.

Sabato, sempre in sala conferenze, alle ore 17.00, a tener banco sarà invece l’Olio con la “O” maiuscola; si terrà, infatti, la “Scuola dell’Olio” di Marco Oreggia, autore ed editore della guida Flos Olei e membro della giuria gastronomica di esperti che assaggerà i piatti degli Chef, con la presenza anche di alcuni dei frantoiani i cui olii prenderanno parte alla manifestazione.  Anche gli appassionati del bere di qualità avranno di che intrattenersi, col temporary shop delle eccellenze del Beverage Toscano a cura dell’Ass.ne TuscanSpirits, che sarà aperto nella piazza del borgo sia sabato che domenica.

Entrambi i giorni anche gli amanti del settore automotive potranno dirsi soddisfatti. Sarà presente, infatti, un’esposizione di MINI a cura della Concessionaria BMW/MINI F.lli Nardoni; per gli appassionati ed i collezionisti, poi, Autoexclusive &Limo’sRent esporrà alcune delle sue auto di prestigio, sportive e d’epoca. Il Club Autoexclusive “Cavalli più veloci” organizzerà, inoltre, nel locale sottostante al ristorante Volvèr, due talk show, uno il sabato e uno la domenica, dedicati alla cultura dell’auto. Presenti anche Gabba Garage, esperti di wraping e detailingcar&boats, con una delle loro macchine in esposizione. Faranno tappa in Porto sabato, dalle 17.00 alle 23.00, infine, e saranno visibili lungo la banchina di riva, le auto sportive dell’Ass.ne GT Tour Italia.

Sabato, infine, dopo la cena degli armatori ed equipaggi che si trasformerà anche quest’anno in una vera e propria festa del Porto, musica dal vivo della cover band Radioviva, con le migliori hit della musica italiana.

Leggi anche:

  1. Una delle migliori barche a vela del mondo al team sloveno “EWOL Sailing Team”
  2. Nono Trofeo Challenge Sancilio: il 21 settembre, la regata del Circolo della Vela Molfetta
  3. Nono Trofeo Challenge Sancilio: il 21 settembre la regata del Circolo della Vela Molfetta
  4. S.Pellegrino Cooking Cup: lo chef statunitense Paul Qui si aggiudica il premio Young Chef of the Year
  5. Tutto pronto per la Settima Sancilio Challenge: il 29 e 30 settembre la regata del Circolo Vela Molfetta

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=67600

Scritto da Redazione su set 26 2019. Archiviato come Altro, Eventi, Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab