Home » Altro, Italia, News, Regate, Sport » Gli atleti della Marina al Campionato Mondiale di Canoa/Kayak

Gli atleti della Marina al Campionato Mondiale di Canoa/Kayak

L’appuntamento più importante della stagione, oltre ad assegnare i titoli iridati, è valso quale prova selettiva per la conquista delle carte olimpiche per Tokio 2020

Lo scorso fine settimana a La Seu d’Ugell, ai piedi dei Pirenei, sulle acque del Segre in Spagna, si sono disputati i Campionati Mondiali di Canoa Kayak slalom e discesa.
L’appuntamento più importante della stagione, oltre ad assegnare i titoli iridati, è valso quale prova selettiva per la conquista delle carte olimpiche per Tokio 2020.

La rappresentativa del Gruppo Sportivo Marina Militare, inserita nella nazionale italiana, ha partecipato con sei atleti e due tecnici. Proprio dal sottocapo Stefanie Horn è arrivata la prima carta olimpica per l’Italia nella specialità slalom K1 femminile.
L’atleta della Marina si classifica al 7° posto assoluto, guadagnandosi un biglietto per Tokio 2020. Qualifica olimpica anche nel K1 slalom maschile, dove Giovanni De Gennaro del C.S. Carabinieri e il sottocapo Zeno Ivaldi si contenderanno la convocazione per l’unico posto disponibile per Tokio.
Nel C1 maschile, invece, i sottocapi Stefano Cipressi e Raffaello Ivaldi non raggiungono la qualifica olimpica, disputando comunque una buona prova.

Infine, una meritata medaglia d’argento, e titolo di vice campione del mondo, viene dal C2 femminile discesa con Cecilia Panato in coppia con il sottocapo Marlene Ricciardi.
Bilancio positivo secondo i tecnici della squadra, i sottocapi Matteo Appodia e Omar Raiba, dopo una stagione molto impegnativa. Adesso una breve pausa di pochi giorni per riprendere con intensi allenamenti già da metà ottobre.

“Una grande soddisfazione aver regalato la prima qualifica olimpica alla squadra italiana con la nostra atleta più forte. Complimenti anche alla coppia del C2 femminile per una medaglia che fino all’ultima discesa era addirittura del metallo più pregiato. Un riconoscimento particolare và al lavoro svolto dal personale del Centro Sportivo Agonistico di Luni, che supporta la squadra canoa/kayak acqua mossa con efficacia e attenzione”. Così commenta il Capo Ufficio Vela Sport della Marina Militare, capitano di vascello Domenico La Faia.
Anche il Presidente della Federazione Italiana Canoa/Kayak, Luciano Bonfiglio, ha voluto personalmente esprimere soddisfazione e gratitudine alla Marina per l’importante e fondamentale sostegno fornito allo sport di vertice.

Leggi anche:

  1. Canoa e Kayak Slalom: ai mondiali di Deep Creek niente podi per gli azzurri senza Molmenti
  2. Canoa e kayak discesa: i vincitori dei titoli italiani
  3. Canoa e Kayak, tutti i risultati del fine settimana
  4. Kayak e Canoa sono rosa a Reggio Calabria
  5. Sicilia e Calabria a Reggio per gli Open di Canoa e Kayak

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=67864

Scritto da Redazione su ott 2 2019. Archiviato come Altro, Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab