Home » Altro, Italia, News, Sport » Domenica Coppa Lysistrata: 110 anni di canottaggio

Domenica Coppa Lysistrata: 110 anni di canottaggio

Il RYCC Savoia difende il titolo nella regata più antica d’Italia.

Le storiche yole sulla linea di partenza con nuove regole

Compie 100 anni la Coppa Pattison e nasce la Coppa Sebetia per le donne

Napoli– Domenica 6 ottobre a Napoli si correrà la regata più antica d’Italia che assegna la Coppa Lysistrata, organizzata dal Circolo del Remo e della Vela Italia e che rappresenta per la città un vero e proprio palio del canottaggio con le yole, le storiche imbarcazioni di legno, sul Lungomare Caracciolo. Dalla Rotonda Diaz alla Colonna Spezzata in piazza della Vittoria, una tribuna naturale offrirà la possibilità ai napoletani di assistere allo spettacolo di sport più antico della città che si ripete ormai da 110 anni.

Una formula inventata anni fa che prevede una sfida tra i circoli più prestigiosi rappresentati da equipaggi di otto atleti (2 della categoria ragazzi, 2 juniores, 2 seniores e 2 master) che remano per poco meno di 1000 metri per conquistare il prestigioso trofeo d’argento messo in palio, per la prima volta nel 1909, dall’americano Gordon Bennet jr, magnate dell’editoria newyorkese, che le diede il nome del suo yacht.

Quest’anno è stata inserita una nuova regola di partenza che prevede 4 richiami per prepararsi alla partenza (quando mancano 5 minuti, poi 3, poi 2, infine 60 secondi) per dare il tempo agli equipaggi di  posizionarsi nelle relative corsie corrispondenti al proprio numero acqua  e delineate da boe di colore diverso.  Un sistema per evitare false partenze e le lungaggini dell’allineamento poiché le yole e i canottieri scalpitano, proprio come i cavalli di un vero e proprio palio del mare.

Altra novità è rappresentata dalla prima edizione della Coppa Sebetia messa in palio dal RYCC Savoia nella prima delle regate di giornata riservata al miglior equipaggio in otto yole femminile.

Lunga storia, invece, ha la Coppa Pattison, assegnata al miglior equipaggio in quattro yole della Categoria Ragazzi,  che compie quest’anno 100 anni e conquistata nel 2018 dai giovani atleti del Circolo del Remo e della Vela Italia.

Il Circolo Canottieri Napoli, nell’albo d’oro della Lysistrata, risulta vincitore per ben 28 volte, seguito al secondo posto, da RYCC Savoia, CN Posillipo e CRV Italia che, con 10 vittorie ciascuno, gareggiano per conquistare da soli la piazza d’onore.  Negli ultimi 10 anni il prestigioso trofeo è stato conquistato una volta dal Circolo Canottieri Aniene di Roma,  4 volte dall’ “Italia” e 5 dal “Savoia”, attuale detentore, mentre il “Posillipo” l’ha vinto l’ultima volta nel 2007.

Ancora top secret alcuni equipaggi come quello del Posillipo che avrà in yole, con una sorta di wild card, due francesi, mentre il Circolo Canottieri Napoli gioca il jolly con due atleti della Nazionale ed il “Savoia” rafforzerà l’equipaggio con due juniores del circolo torinese Canottieri Armida.

Il Circolo del Remo e della Vela Italia schiera un equipaggio tutto rossoblu, almeno nelle origini. Ben 4 canottieri portano un cognome di tutto rispetto nel canottaggio: Vicino e sono tutti fratelli. Il pluricampione del Mondo e bronzo olimpico di Rio, Giuseppe Vicino (FFGG) e Antonio, vincitore di più titoli iridati, al momento in Marina Militare, copriranno la categoria Senior. I gemelli Marco e Luca, 14 anni, campioni italiani di categoria, sono i due “ragazzi’ in regata e completano la squadra i master Caianiello e de Cristoforo e  gli juniores Caliendo e Sorbino.

Nove sono i circoli iscritti: i napoletani Italia, Savoia, Posillipo, Canottieri Napoli e Ilva, i salernitani dell’Irno, i romani dell’Aniene, i canottieri del  CUS Bari e quelli del sodalizio più lontano, il circolo Moltrasio di Como.

La premiazione si svolgerà sulla terrazza del Circolo del Remo e della Vela Italia, al Borgo S.Lucia al termine dell’ultima regata.

Programma

Le regate inizieranno alle ore 9.00 con i Time Trial che definiranno i finalisti che si sfideranno in 12 regate che hanno in palio vari trofei  a secondo delle categorie e si concluderanno con la prova regina che  assegna  la Coppa Lysistrata

Ore 9.00 – 1º Time Trial e a seguire:

1ª Coppa Sebetia in otto yole

2ª Coppa Romolo Galli categoria juniores in quattro yole

3ª Regata categoria master maschile in doppio canoè

4a Lysistrata under 14 in quattro di coppia GIG maschile e femminile

5a Regata Open maschile in quattro di coppia Costal rowing

6a Regata Open maschile in quattro yole

7a Regata Open femminile in canoino

8a Regata categoria ragazzi maschile in doppio canoè

9a Coppa Giuseppe d’Amico categoria Master in otto yole

10a Coppa Pattison categoria ragazzi in quattro yole

11a Coppa Cappabianca categoria juniores in canoino

12a Coppa Lysistrata

Leggi anche:

  1. Canottaggio: in coppa del mondo la Marina si tinge di azzurro e cinge il tricolore d’oro e d’argento
  2. DISPUTATA NEL GOLFO DI NAPOLI LA COPPA ALOJ
  3. 44° Campionato Invernale Vela d’Altura del Golfo di Napoli: domenica la seconda prova
  4. La Coppa Italia d’altura festeggia i 30 anni
  5. Coppa del Mondo di canottaggio a Lucerna: sul podio Ruta e Micheletti nel due pesi leggeri

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=67915

Scritto da Redazione su ott 3 2019. Archiviato come Altro, Italia, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab