Home » Altro, Italia, News, Sport » Si sono svolti i campionati italiani di coastal rowing a Pescara sulla distanza di 6000 metri per la categoria senior

Si sono svolti i campionati italiani di coastal rowing a Pescara sulla distanza di 6000 metri per la categoria senior

I Master 5000 metri a Pescara, dal 27 al 29 settembre, nella categoria senior cioè quella che conta (Assoluti), Daniele Crastolla tesserato per il gruppo sportivo dei Vigili del Fuoco sezione canottaggio era il detentore da tre anni consecutivi del titolo, quest’anno ha dovuto piegarsi davanti ad il miglior singolista italiano Simone Martini della canottieri Padova, questo ragazzo si è qualificato nella specialità del singolo per le Olimpiadi di Tokio ai campionati mondiali di Linz in agosto, erano 12 anni che un singolista non si qualificava in questa specialità.

Per  il grande valore dell’atleta e della competizione, Crastolla è arrivato attaccato a questo campione, quindi medaglia d’argento per lui.

Mentre domenica mattina, sempre Crastolla, nella specialità 500m Beach Sprint si è aggiudicato il titolo di campione d’Italia nella categoria senior lasciando dietro atleti di grandissimo valore è molto più giovani di lui.

Leggi anche:

  1. A San Nazzaro (PC), un grande weekend di motonautica Circuito con i Campionati Mondiali, Europei e Italiani
  2. CAMPIONATI MONDIALI PER CLUB: DICIANNOVE DRAGON BOAT CAMPIONI SUI 200 METRI SPRINT
  3. LA LEGA NAVALE BRINDISI AI CAMPIONATI ITALIANI DI CANOTTAGGIO DI TRIESTE
  4. Coastal Rowing: oro a Montrone
  5. Coastal Rowing: tre ori per l’Italia

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=67966

Scritto da Redazione su ott 3 2019. Archiviato come Altro, Italia, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab