Home » Altro, Italia, News, Sport » I 400 della Barcolana nuota by Dolomia

I 400 della Barcolana nuota by Dolomia

Una spettacolare Barcolana Nuota by Dolomia ha visto oggi 400 partecipanti al via, un evento – organizzato dalla SVBG assieme all’Unione Sportiva Triestina Nuoto – che ha evidenziato quest’anno una crescita esponenziale, dovuta in particolare alla collaborazione dell’evento Let’s Go Triathlon, “gemellato” con la Barcolana.

Sono arrivati da tutta Italia, dall’Austria e dalla Slovenia e addirittura dalla Finlandia per essere presenti alla nuotata collettiva di 1.300 metri, dal Molo IV alla Scala Reale, davanti piazza dell’Unità: una grande festa del mare, ricca di significato sportivo, ma anche un racconto di abnegazione, impegno e voglia di misurarsi con se stessi in un giorno difficile, dopo il lutto che ha colpito Trieste.  I nuotatori sono scesi in mare con il lutto disegnato sulla mano, accanto al numero di riconoscimento. Una bella giornata di sole e bora ha visto i 400 nuotatori, professionisti e non, tutti in mare con la voglia di partecipare a un evento unico.

La vittoria è andata a Francesco Ghettini (Marina Militare), protagonista con il suo record della Capri-Napoli (36 km di nuoto) nel 2018, e lo scorso febbraio primo alla Santa Fe – Coronda Marathon, lungo il corso del fiume Coronda in Argentina, sulla distanza di 57 Km: a Trieste l’atleta ha impiegato solo 11’23’’ per chiudere il percorso, davanti al pubblico assiepato sulle Rive. Secondo posto per Marco Urbani (11’45’’), secondo quest’anno come nella passata edizione, e terzo lo sloveno San Rihter (12’00’’).

Prima donna la vicentina Arianna Davide (12’38’’) alla sua prima Barcolana Nuota, seconda Gaia Capitanio (12’39’’), atleta della Pallanuoto Trieste, recentemente diventata Miss Trieste, e terza Elisa Mammi (12’53’’) atleta della Guardia Costiera oro ai Giochi del Mediterraneo lo scorso agosto. “Ma che bella gara – ha dichiarato il vincitore, il genovese Francesco Ghettini – nuoto cinque ore al giorno, partecipo a gare internazionali e non ho più molto tempo per tornare alle origini, a queste gare dove professionisti e amatori si incontrano. Grazie alla Marina Militare che mi ha inviato a Trieste per questo evento, è stato bello e commovente essere qui in questa giornata, a rendere omaggio con la mia presenza”.

Anche quest’anno ha partecipato all’evento il Comandante della Capitaneria di porto di Trieste, Ammiraglio Luca Sancilio, alla sua terza, personale edizione. “Con la mia presenza voglio come ogni anno testimoniare come lo sport vada praticato sempre, in sicurezza, a tutte le età, con il giusto spirito. Ormai per me è una tradizione essere in mare e anche quest’anno, in questo bellissimo evento che è cresciuto tanto”.

Grande soddisfazione per tutti i partecipanti per questa eccezionale impresa, acclamata da tanto pubblico lungo le Rive e supportata da tifo da stadio. La festa è stata grande sia a mare che a terra, con una premiazione che ha visto la presenza di tutti gli atleti e tanti premi, davanti al Sardon Alice, simbolo di questa Barcolana.

Leggi anche:

  1. Presentata Barcolana Nuota by Dolomia: a oggi già 178 iscritti
  2. NAVE SCUOLA AMERIGO VESPUCCI ISCRITTA ALLA 50^ EDIZIONE DELLA BARCOLANA
  3. SAFILENS E ANYWAVE SI PREPARANO ALLA 50^ EDIZIONE DELLA BARCOLANA
  4. OGGI ALLE 11:30 LA PARTENZA DELLA BARCOLANA DI TRIESTE
  5. Barcolana: presentata l’edizione 2015 che si svolgerà dal 3 al 11 ottobre

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=68108

Scritto da Redazione su ott 6 2019. Archiviato come Altro, Italia, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab