Home » Altro, Italia, News, Regate, Sport » VELA OLIMPICA: LO STAFF TECNICO FIV

VELA OLIMPICA: LO STAFF TECNICO FIV

Aggiornamenti nello staff tecnico della Federazione Italiana Vela
I nuovi ruoli di Alp Alpagut e Giorgio Poggi
L’arrivo di Diego Negri a supporto della preparazione dei Singoli Maschile e Femminile, esordio a Palamos con la Christmas Race

L’ex atleta Olimpico della vela azzurra Diego Negri (due partecipazioni ai Giochi a Sydney 2000 e Atene 2004 con il singolo Laser Standard e una nel doppio a chiglia Star a Pechino 2008) entra nello staff tecnico del Settore di Preparazione Olimpica FIV. Sarà coinvolto direttamente nei programmi dei singoli Laser Standard Maschile e Radial femminile. L’esordio di Diego Negri già in questi giorni, alla Christmas Race di Palamos (Spagna).

L’innesto di Diego Negri è un valore aggiunto che si inserisce nel quadro di un nuovo assetto dello staff programmato dalla Direzione Tecnica e dalla Presidenza, in particolare per le classi Laser. Il tecnico Alp Alpagut è stato dedicato alle attività giovanili e del territorio, dove continuerà a lavorare seguendo le esigenze delle Zone come già nel recente passato.

Per il tecnico di riferimento della Classe Laser Standard (maschile) si è optato per la soluzione interna, rilocando Giorgio Poggi che negli ultimi mesi aveva seguito il Finn, e che da poco ha anche acquisito la qualifica di IV Livello CONI. Con il nuovo assetto, inoltre, le classi Laser Standard e Laser Radial (femminile) seguiranno una programmazione fortemente congiunta, secondo quanto già sperimentato con risultati positivi dalle due classi 470, dalle tavole a vela RSX, e in misura minore dagli skiff 49er (maschile) e 49er FX (femminile).

L’intervento di Diego Negri, che opererà inizialmente su alcuni appuntamenti predefiniti, sarà dedicato espressamente agli aspetti tecnici nella gestione della regata, con particolare attenzione alla tattica e alla strategia. L’obiettivo del nuovo assetto tecnico è sia a breve che a lungo termine e si baserà sul consolidamento di un nuovo gruppo di lavoro allargato. Focus innanzitutto su Tokyo 2020 e relativa qualifica Olimpica per Nazioni per i maschi (ultimo appuntamento e due posti in palio disponibili la tappa di Coppa del Mondo a Genova il prossimo Aprile) ma al contempo si lavorerà su atleti e atlete giovani e sul loro livello già in ottica 2024.

Le classi Laser maschile e femminile, anche per gli alti numeri di partecipazione che iniziano in età giovanile, sono considerate un serbatoio di base dal quale attingere anche velisti per altre discipline e altri ruoli, come già accaduto per alcune prodiere del catamarano misto Nacra 17, o per le classi 49er e FX.

L’ORGANIGRAMMA DELLO STAFF TECNICO FIV
SETTORE ASSOLUTO – PREPARAZIONE OLIMPICA
Questo è dunque il nuovo assetto dello Staff Tecnico della Squadra Nazionale della vela azzurra.

Direttore Tecnico: Michele Marchesini
Catamarano Misto: Gabriele Bruni
Skiff: Gianfranco Sibello (49er M), Daniel Loperfido (49er FX F)
Doppi: Gabrio Zandonà (470 M), Pietro Zucchetti (470 F), Marco Iazzetta
Singoli: Giorgio Poggi (Laser Standard M), Egon Vigna (Laser Radial F), Diego Negri
Windsurf: Riccardo Belli Dell’Isca (RSX M), Adriano Stella, (RSX F)
Performance Manager: Luca De Pedrini
Team Manager: Guglielmo Vatteroni
Preparatore atletico: Luca Parisi
Rule Advisor: Luigi Bertini

Leggi anche:

  1. La squadra azzurra della vela olimpica torna in Italia dopo i Mondiali di Auckland
  2. VELA OLIMPICA: TRE MONDIALI 8-13 DICEMBRE IN NUOVA ZELANDA
  3. VELA OLIMPICA-DUE EQUIPAGGI ITALIANI IN MEDAL RACE DOMANI
  4. PRONTI PER UN’ALTRA GRANDE SETTIMANA DI VELA OLIMPICA
  5. LONDRA 2012: AL VIA L’AVVENTURA OLIMPICA DELLA VELA AZZURRA. DOMANI LA CERIMONIA D’INAUGURAZIONE

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=71525

Scritto da Redazione su dic 20 2019. Archiviato come Altro, Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab